Pubblicato in: News

Bologna Children’s Book Fair: narrativa, illustrazione e mostre

Erica Di CilloErica Di Cillo 2 settimane fa
bologna children's book fair

Anche quest’anno la Bologna Children’s Book Fair ha registrato un grosso successo di pubblico, con oltre 27.000 visitatori nei 4 giorni di fiera, che hanno visto come Paese ospite di questa edizione la Cina, con oltre cento autori cinesi. Dal 26 al 29 marzo la letteratura per bambini e ragazzi è stata protagonista indiscussa degli spazi fieristici bolognesi (cento case editrici, 28 autori e 24 illustratori) e di tutta la città, con eventi collaterali che hanno coinvolto vari luoghi del centro. A fine marzo abbiamo partecipato alla presentazione del libro Alfabeto bilingue in italiano e spagnolo, realizzato dall’illustratrice cilena Francisca Yáñez e dall’autrice italiana Alice Rifelli, alla libreria Modo Infoshop di via Mascarella.

fiera del libro per ragazzi

Il Cile a Bologna Children’s Book Fair 2018

Il Cile ha partecipato per il quarto anno alla Bologna Children’s Book Fair con diversi appuntamenti, grazie alla collaborazione tra le maggiori istituzioni cilene dedicate alla cultura – Ministerio de las Culturas, las Artes y el Patrimonio, en conjunto con ProChile y la Dirección de Asuntos Culturales (Dirac) del Ministerio de Relaciones Exteriores. Questi i numeri: un padiglione di 48 metri quadrati, 12 illustratori, 2 scrittori, 17 case editrici e diverse personalità delle istituzioni locali collegate al mondo dell’illustrazione. E proprio una illustratrice cilena è la vincitrice del premio BolognaRagazzi Award 2018, categoria Opera Prima: Sol Undurraga con il suo La Plage. Anche lo scorso anno, in un’altra categoria del premio, il Cile aveva vinto con la scrittrice Sara Bertrand e il libro La mujer de la guardia, illustrato da Alejandra Acosta.

Alfabeto di Francisca Yáñez e Alice Rifelli

alfabeto libreria modo

La libreria Modo di Bologna ha accolto una delle presentezioni più emozionanti della Bologna Children’s Book Fair 2018, con protagonista l’illustratrice cilena Francisca Yáñez. Alfabeto è un libro bilingue, in italiano e spagnolo, che la Yáñez ha realizzato insieme ad Alice Rifelli della casa editrice indipendente Edicola Ediciones: ogni lettera è riprodotta con un disegno a due colori ed è associata a un concetto che riporta a un campo semantico di frasi brevi, espressioni comuni e parole che hanno relazioni tra loro, in italiano e spagnolo.

Alice, che vive tra l’Italia e il Cile, e Francisca collaborano dal 2014, anno in cui hanno realizzato e portato in giro per le scuole italiane il laboratorio Rifugiarsi nel mondo, sviluppato partendo dalla storia dell’illustratrice, designer e artista visiva cilena. La Yáñez, infatti, ha dovuto lasciare il paese insieme alla propria famiglia quando aveva soltanto pochi anni, dopo il colpo di stato di Pinochet.

Durante la presentazione, racconta la sua storia semplice ma di impatto. Al momento della partenza, sua madre le aveva dato una piccola valigia in cui mettere ciò che voleva portare via. Dentro c’erano delle rigurine di carta ritagliate, e quella valigia accompagna ancora Francisca in giro per il mondo. Il suo lavoro con i bambini sviluppa i temi della migrazione e dell’esilio, dell’integrazione tra culture diverse e dei diritti per l’infanzia. “Nessun bambino – spiega – dovrebbe essere costretto a lasciare il proprio paese in modo traumatico, nessun bambino dovrebbe assistere alla violenza, eppure ancora oggi queste cose accadono. Viviamo in un equilibrio sottile e instabile”.

L’illustratrice, che ha vissuto per 17 anni in esilio prima di tornare in Cile, racconta che l’esperienza del laboratorio con i bambini offre sempre nuovi spunti per riflettere, anche per via della modalità di lavoro che lei e Alice adottano. “Spesso i bambini si aspettano che siamo noi a guidarli, a dire loro di cosa parlare e cosa disegnare – continua – perché sono abituati ad avere molti stimoli e al fatto che in genere si chiede loro una cosa ben precisa. Noi invece li lasciamo totalmente liberi ed è bello vedere i risultati, anche per quanto riguarda il lavoro manuale. Siamo abituati a un mondo digitale, ma nei laboratori proponiamo una modalità analogica, che passa anche dalla scoperta degli oggetti che porto sempre con me dentro la valigia”.

bcbf 2018

La mostra collettiva “Illustrazione cilena contemporanea”

In occasione dell’edizione 2018 di Bologna Children’s Book Fair, il 26 marzo è stata inaugurata la mostra Illustrazione cilena contemporanea, nei locali de Lortica (via Mascarella 26/B), che raccoglie il migliori autori cileni di questi anni, come Pati Aguilera, Vincente Reinamontes, Victor Vergara, Paloma Valdivia, Marcelo Escobar, Francisca Yáñez, Angeles Vargas e Sol Undurraga. La mostra sarà visitabile fino al 3 maggio 2018.

Nei mesi di aprile e maggio sarà ancora possibile visitare alcune delle mostre allestite in Salaborsa, come Esci dentro, sali sotto di Fanny Millard, inserita nel cartellone di Boom! Crescere nei libri promosso da Comune di Bologna e BolognaFiere in occasione della fiera del libro per ragazzi. Dal 4 al 22 aprile, inoltre, la Piazza Coperta di Salaborsa ospita La regola e il gioco, una mostra interattiva per esplorare l’albo illustrato. Dai Prelibri di Munari fino alle app, dai libri di grandi autori internazionali alle installazioni di Isidro Ferrer, Anne HerbautsBen Newman,Daniela OlejnikovaHélène RiffKatrin Stangl Massimiliano Tappari, per chiudere con il racconto dei progetti-libro di un giovane autore, Adrien Parlange.

Etichette: