Pubblicato in: Food

Sagre da non perdere a Bologna e in Emilia Romagna a Febbraio

Elena MazzaliElena Mazzali 3 settimane fa

Ecco il primo appuntamento del mese dedicato agli eventi mangerecci: #spiegonesagre torna per raccontarvi di sagre, fiere, mercati contadini e molto altro che non possono mancare nell’agenda di ogni food lover! Una più bella ehm… più buona dell’altra!

Mercati contadini e sagre gastronomiche a Bologna a Febbraio 2018

  • Festa di Sant’Agata (5 Febbraio 2018, in centro storico a Sant’Agata Bolognese BO): la cittadina celebra il suo patrono per tutta la giornata del 5 Febbraio. In pieno centro storico saranno allestiti spazi per i prodotti tipici, in compagnia di spettacoli viaggianti. Largo spazio sarà dedicato alla tradizionale ciambella di Sant’Agata e alle frittelle di riso. Un’ottima occasione questa per visitare la cittadina ricca di monumenti storici.

 

  • Il mercato ritrovato (ogni sabato mattina Piazzetta Pasolini e Magnani – BO): torna come ogni sabato mattina dalle ore 9.00 alle ore 14.00 in Piazzetta Pasolini e Piazzetta Anna Magnani il Mercato Ritrovato. Evento in collaborazione con la Fondazione Cineteca di Bologna, la Città Metropolitana di Bologna e di Emil Banca, ospita 40 produttori del territorio che vendono direttamente, a prezzi equi, prodotti stagionali secondo la logica del Km 0.

 

  • Sagra del Tortellone e del Balanzone con Speciale Crescentine (9,10 e 11 Febbraio in Via Milazzo 24 – BO): una tre giorni tutti dedicati al tortellone e al balanzone. Proposti in diverse ricette culinarie, una più buona dell’altra, il Ristorante Casanova propone un menù ad hoc, al costo di 25€ bevande escluse. Disponibile comunque il menù alla carta. Gradita la prenotazione ai numeri +39 3403884170 +393358045371, secondo gli orari Venerdi e sabato dalle 19.30 alle 23.00 mentre la Domenica dalle 12.30 alle 15.30.

 

  • Festa della polenta e sagra dei maccheroni (13 Febbraio – Ponticelli, BO): una sagra che esiste dalla notte dei tempi, l’importanza territoriale ha portato alla creazione di un apposito Comitato così da renderla una sagra autofinanziata e gestita dagli abitanti del luogo. Per l’occasione vengono preparati quintali di pasta, conditi con il ragù e una spolverata di parmigiano. Le voci sostengono che la cottura prevede 8 quintali di pasta, 400 kg di ragù e una forma intera di parmigiano. Durante la manifestazione sono previsti spettacoli musicali, mostre di prodotti locali e il ricavato degli stand gastronomici sarà devoluto in beneficenza.

 

  • L’inftidura dal ninén – rievocazione della tradizionale e rurale della lavorazione del maiale (25 Febbraio 2018 – BO): l’appuntamento Domenica 25 Febbraio è con la 15° edizione de “L’inftidûra dal Ninén” ovvero l’investitura nonchè insaccatura delle carni di maiale come l’usanza nelle corti di ogni casa di campagna vuole!

 

Sagre e Rassegne gastronomiche in Emilia per Febbraio 2018

  • Tanto di cappelletto (dal 4 al 25 Febbraio 2018 – Calestano, Parma): Ogni Domenica di Febbraio sei strutture, in particolare agriturismi e ristoranti, del comune di Calestano portano in tavola la rassegna gastronomica dedicata al cappelletto, uno dei primi piatti secondo la versione parmense (conosciuto anche come anolino). Consigliamo la prenotazione negli esercizi aderenti all’iniziativa e la degustazione nel periodo invernale.

 

  • Cioccolarsi per passione: (9,10 e 11 Febbraio 2018 – Reggio Nell’Emilia): in Piazza Prampolini dal 9 all’11 Febbraio prenderà vita la seconda edizione di Cioccolarsi per passione, una dolcissima mostra mercato interamente dedicata al cioccolato con degustazioni, show cooking, lezioni per adulti e bambini. Durante la tre giorni sarà ospitata la Fabbrica del Cioccolato, una struttura che mostra in diretta tutte le fasi di lavorazione del cioccolato con il percorso di conoscenza Choco Word Educational.

 

Fiere in Romagna a Febbraio 2018

  • Sono Romagnolo (dal 23 al 25 Febbraio 2018 – Cesena zona fiera): torna la Fiera Nazionale dell’identità romagnola, l’evento dedicato a tutti i sapori della cultura e delle tradizioni romagnole.
Etichette: