Pubblicato in: Cinema

Cosa vedere a Bologna dal 19 aprile: i documentari, le proiezioni in Cineteca e a Fico Eataly World

Erica Di CilloErica Di Cillo 5 giorni fa
spiegone cinema

Anche questa settimana torna lo #spiegonecinema: ecco i nostri consigli per passare un pomeriggio o una serata al cinema a Bologna, tra documentari, nuove rassegne in Cineteca, un evento speciale per il 25 aprile e la nuova uscita Molly’s game, con Jessica Chastain, Idris Elba e Kevin Costner.

Sagre Balere a Povertarte – Festival di tutte le arti

Il documentario di di Alessandro Stevanon, (73’, Italia, 2017) sulla vita di Omar Codazzi, cantante italiano e leader di un’orchestra da ballo, è in concorso nella sezione dedicata al cinema di Poverarte – Festival di tutte le arti. La proiezione sarà giovedì 19 aprile al Cinema Galliera, il lungometraggio sarà presentato dal montatore Fabio Bianchini. A seguire, i corti in concorso. Ingresso 3,50 € (valido anche per le proiezioni successive di quella giornata del festival).

“Omar, cresciuto nella periferia di Milano e destinato a fare il carrozziere, ispirato dalle voci degli anni d’oro del liscio ascoltate nella più grande discoteca d’Italia, lo Studio Zeta di Angelo Zibetti, inizia proprio sul palco di quel locale la sua carriera di cantante di musica da ballo.
Dopo quasi un decennio di attività conosce Adele, suo grande amore, che diventa la sua manager e che lo trasforma in una vera icona per gli appassionati del genere, capace di riempire con migliaia di spettatori piazze, locali e feste di paese. Il film racconta la storia di Omar e il suo lungo tour in tutte le regioni del Nord Italia nel suo ventesimo anno di carriera. Una vita tra pubblico e privato, simbolo di un’Italia minore, forse alle sue battute finali” (dalla trama).

Earth – Un giorno straordinario

Dieci anni dopo Earth – La nostra terra, BBC Earth Films arriva con il tanto atteso seguito: Earth – Un giorno straordinario. Narrato da Diego Abatantuono, Earth è un viaggio che segue il percorso del sole durante una giornata, attraverso paesaggi naturali e urbani, raccontando le storie di alcuni protagonisti come un cucciolo di zebra o un branco di capodogli. Al Cinema Galliera (via Matteotti, 27), domenica 22 aprile ore 16.30, martedì 24 aprile ore 19.00 e ore 21.30, mercoledì 25 aprile ore  19.00. Costo biglietti: intero 6,50 €, ridotto 5,50 € (festivi esclusi).

Il cinema di FICO

Continuano gli appuntamenti con il grande cinme a FICO Eataly World, organizzati in collaborazione con la Cineteca di Bologna. Sabato 21 e domenica 22 aprile, alle ore 17 e alle 21, Roma città aperta di Roberto Rossellini (Italia/1945), in versione originale sottotitolata in inglese. Mercoledì 25 aprile, alle ore 21, Terra madre di Ermanno Olmi (Italia/2009), un documentario di denuncia sullo sfruttamento del pianeta in monde del consumismo e del mercato libero. Ingresso libero.

Mondovisioni #5 a Kinodromo

Quinto appuntamento con Mondovisioni, la rassegna di documentari selezionati da Internazionale e CineAgenzia. Lunedi 23 aprile la serata sarà dedicata al tema del reddito di cittadinanza, e ospiterà prima della proiezione un dibattito con i docenti di scienze delle finanze Stefano Toso e Massimo Baldini. L’incontro sarà moderato da Luca Sandrini.

Cosa fanno coloro che hanno un reddito minimo garantito? Smettono di lavorare? Seguono le loro passioni o pensano ad altro, correndo anche dei rischi? La somma a quattro cifre che tutti i componenti della famiglia Warwell ricevono ogni anni dal governo dell’Alaska finisce verso un fondo che consenta ai figli di studiare all’università, cosa che altrimenti non sarebbero in grado di permettersi. L’esempio fornisce al regista Christian Tod il via per dare un’occhiata alle prove di reddito minimo messe in atto da Stati Uniti, Canada e Namibia, prima di finire in Svizzera, stato che ha votato il provvedimento nel 2016″ (dalla trma).

Programma della serata

Ore 19.30 – LOFT Kinodromo
Incontro e dibattito con Stefano Tosi e Massimo Baldini, moderato da Luca Sandrini

Ore 21.15 – Cinema Europa (Via Pietralata 55, BO)
Proiezione del film Free Lunch Society di Christian Tod (AUT/GER, 2017, 95′)

Appuntamenti in Cineteca

Continuano le proiezioni di Domenica matinée. Cinema e medioevoSchermi e lavagne.

Cinema del presente

Ecco le ultime date della rassegna che porta in Cineteca alcuni tra i titoli migliori dei mesi appena passati. :

  • Giovedì 19 aprile alle 22.15 Ammore e malavita (Italia/2017) dei Manetti Bros.
  • Venerdì 20 aprile ore 22.30 e sabato 21 aprile ore 22.30 Oltre la notte (Aus dem Nichts, Germania-Francia/2017) di Fatih Akin
  • Sabato 21 aprile ore 18.00 Hitler contro Picasso e gli altri (Italia/2018) di Claudio Poli

1968: l’assalto al cielo

Una rassegna nuova nuova dedicata all’anno diventato simbolo di rivoluzione e cambiamento. Ecco le prime date, per info sulla programmazione e sui costi dei biglietti consultate il sito della Cineteca alla pagina 1968: l’assalto al cielo.

Domenica 22 aprile ore 18.30, Easy rider di Dennis Hopper (USA/1969) e ore 20.30 C’era una volta il west di Sergio Leone (Italia/1968).

Mercoledì 25 aprile ore 20.15, Nostra signora dei turchi di Carmelo Bene (Italia/1968) e alle 22.30 La notte dei morti viventi di George A. Romero (Night of the Living Dead, USA/1968).

25 aprile con Novecento di Bertolucci

Al Cinema Lumièere il 25 aprile si festeggia con una speciale proiezione di Novecento di Bernardo Bertolucci in versione restaurata e un pranzo tra i due atti. Per partecipare è obbligaorria la prenotazione entro lunedì 23 aprile alla cassa del Lumière e online, la quota è di 13€ (ridotto 12€), pranzo incluso.

Nuove uscite

Molly’s game di Aaron Sorkin

Nel 2014 esce la biografia che racconta la vita di Molly Bloom, ex sciatrice americana di fama mondiale. A causa di un infortunio che pregiudica la sua partecipazione alle Olimpiadi del 2004, Molly si trasferisce a Los Angeles decisa a cambiare vita. Dopo aver cambiato un paio di lavori, diventa l’organizzatrice di un grosso giro di poker clandestino, che attira uomini d’affari e personaggi famosi, ma anche esponenti della mafia russa. Tuttavia uno dei pericoli maggiori è rappresentato dall’FBI, che ha intenzione di stroncare il giro d’affari della giovane donna. Jessica Chastain, che veste i panni della Bloom, si conferma in questo film un’interprete versatile, che non delude proprio mai, e la sua performance è esaltata dalla presenza di nomi come Kevin Kostner e Idris Elba.

In sala dal 19 aprile, a Bologna lo trovate al Cinema Lumière, all’Odeon e al The Space.

Il mistero di Donald C. di James Marsh

Per anni l’impresa di Donald Crowhurts è rimasta nel dimenticatoio, nascosta in parte da un alone di mistero. Uomo del tutto ordinario e padre di famiglia, Crowhurts prende una decisione drastica, nel 1968: partecipare alla Golden Globe Challenge, la prima corsa di vela solitaria intorno al mondo. Nessuno scalo previsto e in ballo molto più della vittoria del premio in denaro: se qualcuno supererà la sfida, diventerà il primo uomo al mondo ad aver circumnavigato il globo senza soste, completamente solo. Crowhurts (Colin Firth, nel film di James Marsh, il regista de La teoria del tutto) può contare sull’appoggio della sua famiglia, cominciando dalla moglie Clare (Rachel Weisz). Ma Donald non è un navigatore esperto, e un’impresa di questo calibro non ammette errori, per quanto egli ce la metta tutta a non deludere le aspettative di quanti – giornalisti, curiosi, familiari – seguono questa avventura

Da giovedì 5 aprile in sala, a Bologna lo trovate al Cinema Odeon e al The Space.

Ready player one di Stephen Spielberg

Un filmone, da vedere senza indugi, tratto dal best seller omonimo di Ernest Cline. Stephen Spielberg ci porta a Columbus, in Ohio, nel futuro prossimo dell’anno 2045. La desolazione e la miseria sono ovunque, così tanti uomini e donne trascorrono il loro tempo in Oasis, una realtà virtuale frutto della mente di un genio. Anche Wade Owen Watts (Tye Sheridan) passa le giornate in questo mondo immaginario, nel quale il creatore ha nascosto un easter egg con un livello segreto: in ballo c’è la possibilità di controllare Oasis.

Il consiglio è di stare leggeri a tavola (anche se in questi giorni sarà difficile) e chiudersii nel cinema per 140 minuti di ottimo cinema. All’erta, giocatore uno, Stephen è tornato!

Al cinema dal 28 marzo, dopo l’anteprima di lunedì 26 a Bologna lo troverete al Lumière in versione originale, al Medica Palace, al The Space e allo Smeraldo Digital.

Tonya di Craig Gillespie

Per portare sullo schermo un personaggio “scomodo” ci vuole sempre molto coraggio e la fortuna di trovare un interprete che sappia fare davvero del proprio meglio. Queste due fortunate circostanze si realizzano nel film di Craig Gillespie, che racconta attraverso la meravigliosa Margot Robbie la storia della pattinatrice Tonya Harding, una donna volitiva, dura, forte abbastanza da superare un’infanzia difficile con una madre che non si curava particolarmente di lei. Nel 1994 si trovò al centro di uno dei più grossi scandali dello sport mondiale, a causa di un’aggressione subita dalla sua rivale Nancy Kerrigan. Acclamato al Roma Film Festival, Tonya sarà in sala da giovedì 29 marzo.

L’ultimo viaggio di Nick Baker Monteys

“Eduard, a 92 anni, rimane vedovo. La figlia Uli vorrebbe metterlo in una casa di riposo mentre la nipote Adele nutre scarso interesse per il nonno. Ma Eduard ha deciso di andare a riprendersi il passato, quel passato che ha vissuto da cosacco durante la seconda guerra mondiale e in cui ha conosciuto il grande e impossibile amore. Parte così per l’ucraina, terra ancora oggi di forti contrasti. A seguirlo, del tutto involontariamente, c’è Adele”. (dalla trama)

Nei cinema dal 29 marzo, a Bologna al The Space e all’Europa Cinema.

Nelle settimane precedenti

Mondovisioni#4 a Kinodromo

Quarto appuntamento con la rassegna dei documentari selezionati da CineAgenzia e Internazionale, con Brexitannia di Timoty George Kelly. Introducono il film i ricercatori e giornalisti Valerio Vignoli di The Bottom Up, Andrea Pareschi di Pandora – rivista e Toni Iero, responsabile dell’Ufficio Studi di Unipol. Serata in collaborazione con l’associazione Civico 32.

“I referendum dividono, e la Brexit lo ha fatto in un modo senza precedenti nella storia britannica. Campagna contro città, vecchio contro nuovo, nazionalisti contro migranti, “la gente” contro “l’elite”. Oltre tutte queste definizioni ci sono degli individui con le loro storie, che hanno dato origine a questo voto storico e sconcertante, motivato dai temi che segnano i nostri tempi: migrazione, tramonto dei vecchi imperi, il lavoro in un mondo sempre più automatizzato. Brexitannia è un film sottilmente esplosivo che senza esprimere giudizi presenta un popolo alle prese con la sua identità, in un mondo che sta cambiando più velocemente che mai, in cui il potere appare sempre più lontano”. (dalla trama)

Martedì 17 aprile ore 21.15 al Europa Cinema. Biglietti: 6 euro con tessera AICS 2017/2018 e 8,50 euro senza tessera.

The strange sound of happiness

Anteprima bolognese dell’opera di Diego Pascal Panarello, mercoledì 18 alle ore 20, nell’ambito della rassegna Cinema del presente. Uno sguardo al documentario, realizzata in collaborazione con FICE Emilia-Romagna e Associazione Culturale La Barberia. Il regista sarà presente in sala per la presentazione e il dibattito col pubblico.

“Il suono dello scacciapensieri di natura ipnotica e ancestrale è stato per me un chiaro invito a raccontare il film usando tempi e luoghi immaginari, propri della leggenda o del racconto mitologico, racconta il regista Panarello.Un viaggio dalla Sicilia alle pianure congelate della Yakutia, in Siberia, sulle tracce di un antico strumento musicale, lo scacciapensieri (‘marranzano’ in siciliano).  Un ‘road movie della mente’ che segue la logica delle emozioni alla ricerca del suono della felicità”. (dalla trama)

Il cinema francese a Bologna

Uno sguardo in anteprima su alcune opere prime, senza dimenticare il passato glorioso del cinema d’oltralpe, con un omaggio al grande regista Jean Renoir: ecco la rassegna Rendez-vous, rassegna del nuovo cinema francese, in programma fino al 15 aprile. Tutti i film sono in lingua originale con sottotitoli. Ecco i prossimi e ultimi appuntamenti:

Giovedì 12 aprile ore 18.00, Il delitto del Signor Lange (Le Crime de M. Lange, Francia/1936) di Jean Renoir  e ore 22.15, Une histoire de fou (Francia/2016) di Robert Guédiguian.

Venerdì 13 aprile ore 20.00, Jeune femme (Francia/2017) di Léonor Serraille e ore 22.15, Petit paysan – Un eroe singolare (Petit paysan, Francia/2017) di Hubert Charuel.

Sabato 14 aprile ore 18.00, Viaggio in Armenia (Voyage en Arménie, Francia/2005) di Robert Guédiguian

Domenica 15 aprile ore 18.00 Petit paysan – Un eroe singolare (Petit paysan, Francia/2017) di Hubert Charuel.

Omaggio ad Antonio Tabucchi

Sulle tracce di Antonio Tabucchi di Diego Perucci sarà proiettato al Nuovo Cinema Nosadella il giorno 17 aprile alle ore 21.30. Per partecipare occorre prenotare i biglietti sul sito Movieday.

“A 6 anni dalla scomparsa di Antonio Tabucchi, arriva  in sala il film documentario dedicato alla vita e alle opere dello scrittore toscano, uno dei massimi esponenti della letteratura europea della nostra epoca, cittadino libero di un mondo libero. A partire dalla mitica Rua da Saudade 22 di Sostiene Pereira si snoda un percorso che attraversa il tempo, i luoghi, le storie e i sogni che hanno caratterizzato la letteratura di Antonio Tabucchi”. (dalla trama)

Doc in Tour – Documentari in Emilia Romagna

Continua in tutta la regione la rassegna che per due mesi porterà in 23 sale d’essai del circuito Fice i documentari selezionati. Il secondo appuntamento bolognse sarà venerdì 12 aprile alle ore 20.00 al Cinema Lumière, con la proiezione di Ma l’amore c’entra di Elisabetta Lodoli, un punto di vista nuovo sulla violenza di genere, che passa dal racconto di tre uomini che hanno intrapreso un percorso nel centro LDV – Liberiamoci dalla violenza dell’Azienda USL di Modena. Il programma completo su Emilia-Romagna Creativa.

Un documentario sul Cardinale Giacomo Lercaro

Mercoledì 18 aprile alle ore 20.30 al Cinema Perla (via San Donato, 38) sarà presentato Secondo lo spirito, il documentario di Lorenzo K. Stanzani dedicato alla figura del Cardianel Giacomo Lercaro, Arciescovo di Bologna dal 1952 al 1968 e figura di grande importanza non soltanto per il mondo ecclesiastico, anche se spesso dimenticato. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Comunismo futuro a Kinodromo

Lunedì 9 aprile arriva a Kinodromo il documentario Comunismo futuro, di Andrea Gropplero di Troppenburg, che ripercorre il XX Secolo attraverso gli ideali della Rivoluzione Russa del 1917 e la spirale di follia che ne è conseguita segnando il Secolo Breve. Protagonista dell’opera e narratore delle vicende sarà il filosofo Franco Berardi, conosciuto come Bifo.

“Bifo viene qui presentato in vari momenti della sua esistenza terrena: filmati d’epoca lo ritraggono mentre formula profezie pericolose già nel lontano 1977. Poi da vecchio lo vediamo proporre vaneggianti interpretazioni ispirate all’Apocalisse di Giovanni e al Frammento sulle macchine.
Comunismo futuro è la ricerca di una via d’uscita possibile: una via paradossale e ragionevole insieme. E al tempo stesso è un’avventura visiva ad alto potenziale emotivo”. (dalla trama)

Il programma della serata:

Ore 19.00 apertura LOFT Kinodromo (Via San Rocco 16)

Ore 19.30 – LOFT Kinodromo
Incontro e dibattito con il regista Andrea Gropplero di Troppenburg e il protagonista Franco Bifo Berardi.

Ore 21.15 – Cinema Europa (Via Pietralata 55)
Proiezione del film Comunismo Futuro di Andrea Gropplero di Troppenburg (ITA, 2017, 72′)

Van Gogh – Tra il grano e il cielo

Dopo il successo di Loving Vincent, arriva al cinema un’altra opera dedicata al genio Van Gogh, che parte dalla mostra nella Basilica Palladiana di Vicenza per raccontare i luoghi in cui l’artista ha vissuto e quelli in cui sono concervati i suoi dipinti. La colonna sonora originale del film è firmata dal compositore e pianista Remo Anzovino.

“Il film, diretto da Giovanni Piscaglia e scritto da Matteo Moneta con la consulenza scientifica e la partecipazione di Marco Goldin, racconta l’unione spirituale di due persone che non si incontrarono mai durante la loro vita (Helene Kröller-Müller aveva 11 anni quando Van Gogh morì nel 1890), ma che condivisero la stessa tensione verso l’assoluto, la stessa ricerca di una dimensione religiosa e artistica pura, senza compromessi. Due universi interiori dominati dall’inquietudine e dal tormento, che entrambi hanno espresso attraverso una vera e propria mole di lettere: fonti storiche insostituibili ed elemento suggestivo che punteggia la narrazione del documentario.  L’occasione per raccontare l’intera parabola artistica di Van Gogh, e la collezione di Helene Kröller-Müller, è una mostra di eccezionale rilievo, Van Gogh – Tra il grano e il cielo, nella Basilica Palladiana di Vicenza, curata dallo storico dell’arte Marco Goldin, che raccoglie 40 dipinti e 85 disegni proventi dal Kröller-Müller Museum di Otterlo in Olanda, dove oggi è custodita l’eredità di Helene. Al viaggio dentro la mostra, si affianca quello in alcuni dei luoghi più importanti per l’arte di Van Gogh”. (dalla trama)

Al Cinema Odeon da lunedì 9 aprile.

Giselle – Opera al cinema

Dal Bolshoi di Mosca, un classico del balletto interpretato dall’étoile Svletlana Zakharova e da Sergei Polunin.

“Quando Giselle scopre che il suo amato Albrecht viene promesso a un’altra donna, muore col cuore spezzato tra le sue braccia. Mentre Albrecht soffre per la sua scomparsa, ecco che Giselle torna in vita come una Villi, uno spirito vendicativo il cui scopo è far ballare gli uomini infedeli fino alla morte… La prima ballerina Svetlana Zakharova impersonifica il ruolo per eccellenza del repertorio classico, al fianco del sensazionale Sergei Polunin nel ruolo di Albrecht, in questo entusiasmante e ancora accattivante balletto che continua ad attrarre spettatori al Bolshoi da più di 150 anni”. (dalla trama)

Al Cinema Europa martedì 10 aprile. Costo biglietto: intero € 12, ridotto € 10.

Distant sky – Nick Cave & The Bad Seeds live in Copenaghen

“Nel settembre 2016, a un anno dalla tragica scomparsa del figlio, Nick Cave pubblica il suo ultimo album in studio, Skeleton Tree. Al suo interno si trova Distant Sky, un brano complesso e inusuale, con echi celtici e quasi religiosi, in cui al suono profondo dell’organo si alternano la voce penetrante di Nick Cave e quella pungente del soprano danese Else Torp. Ora quella canzone insolita dà il titolo al film concerto Distant Sky-Nick Cave & The Bad Seeds Live in Copenaghen, diretto dal regista David Barnard, che racconta la tappa di Copenaghen di un tour incredibile, iniziato in Australia e proseguito negli Stati Uniti per terminare quindi in Europa (in Italia il tour ha fatto tappa a Milano e Roma) raccogliendo alcune delle migliori recensioni dell’intera carriera della band”. (dalla trama)

In contemporanea mondiale, solo giovedì 12 aprile al Cinema Odeon.

Gli asteroidi di Germano Maccioni

Lunedì 16 aprile al Cinema Europa arriva Gli asteroidi, l’opera prima di Germano Maccioni, che racconta l’adolescenza di tre ragazzi sullo sfondo dell’Emilia-Romagna postindustriale.

“Pietro, nella confusione dei suoi diciannove anni, vaga insieme a Ivan attraverso una pianura fatta di fabbriche chiuse, poche speranze e piccoli espedienti, finché l’asteroide che minaccia di distruggere la terra finisce per rivoluzionare il loro spazio vitale”. (dalla trama)

Programma della serata:

19.30 | LOFT Kinodromo (Via San Rocco 16)
Tavola rotonda su Il cinema in Emilia-Romagna con l’assessore alla cultura della Regione Emilia Romagna Massimo Mezzetti, il regista Germano Maccioni, il produttore Ivan Olgiati, il prof. Giacomo Manzoli curatore del libro “Il cinema di Stato: Finanziamento pubblico ed economia simbolica nel cinema italiano contemporaneo (Studi e ricerche)” e il prof. Fabio Abbagnale. Il dibattito sarà condotto dal giornalista Fernando Pellerano.

Ore 21.15 | Europa Cinema
Proiezione di Gli asteroidi (Italia / 72 min / 2017).

Biglietti: 5 euro con tessera AICS 2017/2018, intero 8 euro.
Etichette: