Pubblicato in: Cinema

Gli appuntamenti cinematografici a Bologna fino al 26 settembre

Erica Di CilloErica Di Cillo 2 giorni fa
film bologna estate 2018
Nina - Regia di Olga Chajdas

Oltre alle uscite in sala e ad alcune interessanti rassegne della Cineteca di Bologna, in città vi aspettano le proiezioni di Altlantico, il festival dedicato all’Africa, al TPO di via Casarini, e tre giorni alla scoperta del cinema lesbico internazionale, con Some Prefer Cake. Ecco i nostri consigli sui film da vedere a Bologna fino a mercoledì 26 settembre.

Some prefer cake

Per il decimo anno torna a Bologna Some Prefer Cake – Bologna Lesbian Film Festival. Dal 21 al 23 settembre, la rassegna offre uno sguardo attraverso il variegato panorama della cinematografia internazionale a tematica lesbica, concentrandosi sulle produzioni indipendenti, così come su progetti artistici e narrazioni politiche. Film, documentari, cortometraggi, visioni, storie e incontri per entrare in contatto con le vite e le lotte di lesbiche e femministe in tutto il mondo, dando spazio al divertimento e alla socialità.

Le rassegne in Cineteca

Sul finire dell’estate tornano le rassegne della Cineteca di Bologna, che per tutto il mese di settembre accompagna il pubblico con appuntamenti fissi:

InsolvenzFest

Saranno tre le proiezioni dedicate nell’ambito di InsolvenzFest, la rassegna promossa dall’OCI (Osservatorio sulle crisi d’impresa):

  • Debiti contro crediti di Antonio Ciano (giovedì 20 settembre, ore 19.15)
  • Per un pugno di dollari. Come il cinema ha raccontato… (sabato 22 alle ore 12.30)
  • Il boom di Vittorio De Sica (sabato 22 alle ore 18.45)

Nuove uscite

Sulla mia pelle

Stefano Cucchi muore nel 2009 in un ospedale, mentre si trova in custodia cautelare. Il regista Alessio Cremonini ripercorre la sua ultima settimana di vita grazie a un interprete straordinario, Alessandro Borghi, e raccontando una storia in cui i più deboli sono vittime del sistema.

Al cinema da giovedì 12 settembre.

La profezia dell’armadillo di Emanuele Scaringi

Dall’omonimo fumetto di Zerocalcare, La profezia dell’armadillo arriva al cinema dal 13 settembre. Il racconto di una generazione, ambientato in una Roma periferica, la “Tiburtina Valley” nella quale vive Zero, il ventisettenne protagonista e interpretato da Simone Liberati. Nel cast ancheValerio Aprea, Pietro Castellitto, Laura Morante, Claudia Pandolfi.

The equalizer 2 – Senza perdono

Denzel Washington in un action di Antoine Fuqua, nel quale veste i panni di un ex agente della CIA costretto a tornare in azione quando una persona a cui tiene è in grave pericolo. Secondo capitolo ispirato alla serie Il giustiziere di New York. Al cinema da giovedì 13 settembre.

Gotti – Il primo Padrino

Non basta la presenza di John Travolta a far decollare il film di Kevin Connolly, basato sulla storia di John Gotti, noto mafioso italoamericano, un uomo distinto ma al contempo crudele e spietato. Partendo dal personaggio ormai anziano e malato, il regista ricostruisce gli anni d’oro della sua attività criminale, a New York, nella seconda metà del Novecento.

Al cinema da giovedì 13 settembre.

Un affare di famiglia di Kore’eda Hirokazu

Cos’è la famiglia e qual è quella “vera”? Un riflessione sull’autenticità dei legami, di sangue e non, attraverso il racconto di una piccola comunità di persone che vivono insieme. Al cinema da giovedì 13 settembre.

Die in one day – Improvvisa o muori

Cosa è disposto a fare un padre per riprendersi la figlia? Di tutto, anche partecipare a un reality che metterà a rischio la sua stessa vita. Eros D’Antona è il regista di questo thriller ben orchestrato, capace di mettere insieme stimoli provenienti da grandi maestri del passato, rivisitandoli e aggiungendo un tocco personale. Con  Kateryna Korchynska e David White.

Cattivi & cattivi di Stefano Calvagna

Ancora un film sul volto criminale e violento di Roma. Due bande si fronteggiano senza esclusione di colpi, e senza che la polizia riesca a mettere fine allo spargimento di sangue.

Shark – Il primo squalo di Jon Turteltaub

Jason Satham deve salvare un gruppo di esploratori intrappolati in un fondale molto profondo, ma la missione si rivelerà molto più impegnativa e pericolosa del previsto, perché quel luogo è il regno di un killer preistorico che ben presto minaccerà tutta la popolazione della zona. Film per famiglie, che si divide tra battute politicamente corrette ed effetti speciali.

Il tuo ex non muore mai di Susanna Fogel

Mila Kunis e Kate McKinnon in una commedia che vede due amiche alle prese con degli spietati assassini. Costrette a trasformarsi in spie, dovranno impegnarsi per uscirne vive e per risolvere una crisi che rischia di diventare internazionale.

Dark hall di Rodrigo Cortés

Uma Thurman è Madame Duret, preside della Blackwood Boarding School, che ospita ragazze con problemi personali e familiari. Ma la scuola nasconde anche un oscuro segreto, di cui le protagoniste cominceranno a saperne di più addentrandosi nei corridoi e tra le stanze dell’edificio. Tra segreti e presenze paranormali, Kit (AnnaSophia Robb) e le altre dovranno fare molta attenzione per non rischiare addirittura la vita.

Nelle settimane precedenti

Trekking e cinema al Monte delle Formiche

Domenica 9 settembre, pomeriggio dedicato al trekking per scoprire il Monte delle Formiche, in val di Zena (BO), con visita al Museo dei Botroidi di Luigi Fantini. Alle 21, la serata si concluderà con la proiezione del documentario di Riccardo Palladino, Il Monte delle Formiche, vincitore del premio come Miglior documentario italiano al Festival Cinemambiente 21. La proiezione avverrà sul sagrato del Santuario (in caso di maltempo, nella canonica). L’ingresso alla proiezione è gratuito, per l’escursione è prevista una quota di partecipazione.

Info sulla pagina evento Il Mistero delle Formiche Alate.

Festival delle Anteprime all’Arena Puccini

Da giovedì 23 agosto, 6 giorni di anteprime, a partire da Un affare di famiglia, di Kore’eda Hirokazu, Palma d’oro come miglior film all’ultimo Festival di Cannes.

  • Venerdì 24 agosto Un marito a metà di Alexandra Leclère;
  • sabato 25 agosto Campioni di Javier Fesser;
  • domenica 26 agosto Don’t Worry, il biopic di Gus Van Sant sul celebre fumettista John Callahan;
  • lunedì 27 agosto Il maestro di violino di Sérgio Machado;
  • martedì 28 agosto Girl, il debutto alla regia del 27enne belga Lukas Dhont.

Gli spettacoli all’Arena Puccini iniziano alle ore 21.30 (apertura cassa ore 20.45). I prezzi di ingresso sono 6 euro per il biglietto intero e 5 euro per il ridotto: under 11 e over 60, clienti Unipol Banca, soci Dlf, soci Coop (la tessera è individuale), soci Coop Dozza, possessori Card Musei Metropolitani Bologna, studenti universitari, Amici Cineteca di Bologna, Agis Cinema, militari. Con la Puccini Card, un omaggio ogni quattro ingressi.

Concorto Film Festival a Pontenure (PC)

40 corti da tutto il mondo, fra cui il vincitore della Palma d’oro a Cannes 2018 e altre 10 prime italiane: dal 18 al 25 agosto torna a Pontenure (PC) il Concorto Film Festival, con cinque focus tematici su Giappone, Africa, identità di genere, cinema horror e cinema sperimentale, una mostra, due workshop e tanta musica. Giunta alla diciassettesima edizione, la rassegna internazionale di corti si concluderà con l’assegnazione dell’Asino d’oro, il premio per il vincitore. La giuria quest’anno sarà composta da Giovanni Aloi, regista italiano, Eibh Collins, programmatrice di Irish Screen America e Galway Film Fleadh, Christos Massalas, regista greco già vincitore del Premio Giuria Giovani di Concorto 2017 con “Copa Loca”, Simone Rovellini, regista italiano, Giulio Sangiorgio, critico cinematografico e direttore di FilmTV.

In occasione del Festival ci sarà anche una mostra dal titolo Anima Mundi, curata da DEM, artista visivo di fama internazionale, che vedrà protagonisti gli artisti e illustratori italiani che negli anni hanno realizzato e intrepretato la locandina di Concorto.

24 frames – Dissolvenza Incrociata

Mercoledì 22 agosto alle Serre dei Giardini Margherita, sarà proiettato il film di Abbas Kiarostami “24 fotogrammi”, che il regista ha realizzato scegliendo immagini fisse, la maggior parte delle quali raffigurano paesaggi abitati solo da uccelli e altri animali selvatici, per animarle in digitale. Ingresso libero, serata organizzata nel’ambito di Kilowatt Summer.

Docufilm Narrazione di una strage in Piazza Maggiore

In occasione delle celebrazioni per l’anniversario della strage di Bologna del 2 agosto 1980, al termine del concerto in Piazza Maggiore, giovedì 2 agosto alle ore 22.30 circa sarà proiettato il docufilm Narrazione di una strage, realizzato dall’Assemblea Legislativa dell’Emilia-Romagna sulla straordinaria performance degli 85 narratori di strada del 2017.

Nightmare di una notte di mezza estate a Ravenna

Giovedì 26 luglio alla Rocca Brancaleone di Ravenna, nell’Arena estiva della città, sarà proiettato il film La forma dell’acqua di Guillermo del Toro, vincitore di 4 premi Oscar 2018. La serata è organizzata da Ravenna Nightmare, in collaborazione con Cinemaincentro. Per tutte le info potete consultare il sito del Ravenna Nightmare Film Festival.

LiveCinema di HomeMovies al Mercato Ritrovato

HomeMovies – Archivio Nazionale del Film di Famiglia torna al Mercato Ritrovato anche quest’anno, con una selezione di film di famiglia dal titolo “Cineconvivialità“. Filmati dagli anni 20 agli anni 70 in 8mm e Super8, Pathé Baby e 16mm, che raccontano la produzione del cibo e la sua condivisione in città e in campagna. La proiezione comincerà alle ore 21 e sarà musicata con brani tradizionali eseguiti dalla fisarmonica di Michele Sanchini.

La febbre del fare a BOtanique giovedì 12

Per la rassegna “La Bologna di Mellara e Rossi”, ai Giardini di via Filippo Re giovedì 12 luglio alle 21.30 verrà proiettato il documentario La febbre del fare di Michele Mellara e Alessandro Rossi, che racconta la storia della città dal secondo dopoguerra fino agli anni 80 e al sindaco Renato Zangheri. L’ingresso è gratuito.

Un Western Senza Cavalli

Instabile Portazza è un progetto che da qualche anno anima la periferia di Bologna (via Pieve di Cadore) con incontri, proiezioni ed eventi dedicati alla cultura e all’integrazione. Giovedì 12, in collaborazione con Kinodromo, non perdete il documentario Un western senza cavalli di Davide Rizzo e Marzia Toscano, che ripercorre la carriera del filmaker Mauro Mingardi attraverso i suoi film e le testimonianze di collaboratori e amici.

L’ordine delle cose di Andrea Segre

Il film di Andrea Segre che racconta i rapporti tra lo Stato italiano e la Libia arriva alle Serre dei Giardini Margherita nell’ambito della rassegna It.a.cà, il festival del turismo responsabile, domenica 8 luglio alle ore 21.30. Ingresso libero.

“La domanda tormenta il povero Corrado (Paolo Pierobon), un alto funzionario del Ministero degli Interni italiano specializzato in missioni internazionali contro l’immigrazione clandestina.
A lui viene affidato il delicato compito di arginare i viaggi illegali dalla Libia verso l’Italia, conciliando la realtà di un Paese attraversato da profonde tensioni intestine, la Libia post-Gheddafi, con gli interessi italiani ed europei. Corrado fa il suo lavoro, e lo fa bene come al solito: stringe mani, incontra colleghi italiani e francesi (tra i quali Luigi, Giuseppe Battiston), si muove tra le stanze del potere, porti e centri di detenzione per migranti.
Ma commette un errore imperdonabile. Si lascia coinvolgere nelle vicende personali dell’ostinata Swada, una donna somala che sta cercando di scappare dalla detenzione libica e di attraversare il mare per raggiungere il marito in Europa. La missione di Corrado, incentrata sui numeri e non sulle persone, apre al lato umano della questione.
La storia di Swada sfiora la coscienza dell’irreprensibile funzionario, adesso combattuto tra l’adempimento del suo dovere e l’istinto di aiutare qualcuno in difficoltà” (dalla trama).

Finalissima di Animare Carton Film Festival

A Cesenatico (FC) sabato 7 luglio si terrà la finalissima del festival Animare dedicato al cinema d’animazione per bambini e ragazzi. In gara 18 film provenienti da 7 paesi diversi, che saranno giudicati da 100 bimbi e ragazzi dai 3 ai 13 anni: la giuria cinematografica più giovane del mondo!

Être et Durer ai Giardini Ca’ Bura

Una madre, suo figlio e uno sport che negli ultimi anni sta conquistando molti appassionati anche in Italia, il parkour. Ma non tutte le madri lasciano che la paura prenda il sopravvento: Serena, infatti, decide di seguire suo figlio negli allenamenti, filmandolo mentre salta e si arrampica nell’ambiente urbano, interrogandosi sul senso di questa disciplina e conoscendo le crew di mezzo mondo, scoprendo che, in fondo, la filosofia del parkour è un’importante lezione di vita. Venedì 20 luglio al Parco di via dei Giardini di Ca’ Bura, Être et Durer di Serena Mignani; ore 21.30, ingresso libero.

Etichette: