Pubblicato in: Evergreen

Bologna, l’obiettivo salvezza ormai è a pochi passi

SpecialeSpeciale 7 mesi fa
Stadio-bologna-calcio

Manca ormai una decina di partite al termine della stagione di Serie A più bella e avvincente degli ultimi anni che ha regalato a tutti gli amanti del calcio emozioni a non finire. Dalla fine del dominio Juve, al ritorno delle 7 sorelle alla caccia dello scudetto, scomparse all’improvviso quando l’Inter ha preso definitivamente il largo, è successo davvero di tutto. E tra le tante cose successe, ecco che il Bologna sta per salvarsi meritatamente!

Ebbene sì: l’obiettivo dei rossoblù è quasi raggiunto grazie a un campionato fin ora affrontato con la giusta concentrazione. A parte qualche sconfitta pesante, come quelle contro Roma e Inter, la squadra di Mihajlović, dopo aver battuto la Sampdoria, ha bisogno di pochi altri punti per avvicinarsi all’aritmetica salvezza. E se questi punti venissero conquistati contro Spezia e Torino, che lottano per non retrocedere, in quel caso non avrebbe più nulla da chiedere a questo torneo.

Il Bologna è arrivato fino a questo punto grazie alla compattezza, arma segreta che gli ha permesso, tra le altre cose, di battere la Lazio per 2 a 0 e di pareggiare per 2 a 2 con l’Atalanta. Non disponendo di veri fuoriclasse, Sinisa è stato bravo a puntare tutto sul gioco di squadra che sta premiando i Felsinei. A meno di improbabili e ripetuti scivoloni, il Bologna è praticamente salvo e può cominciare a pensare di giocare le partite che verranno provando a offrire un calcio bello a vedersi.

Un vantaggio con le squadre che lottano per retrocedere quasi incolmabile

La vittoria del Bologna sulla Sampdoria per 3 a 1 ha allontanato ulteriormente i Felsinei dalla zona retrocessione, che adesso è distante 11 punti. Un’ottima notizia per la formazione di Mihajlović che, sebbene non possa dirsi ancora del tutto al sicuro, può concludere il campionato senza grossi affanni. L’universo del calcio scommesse ci aveva visto giusto quando a inizio stagione puntava forte sul Bologna in Serie A anche per quanto riguarda la stagione 2021-2022.

E i fatti lo stanno dimostrando anche nelle avversità; perdere contro Milan e Juventus riuscendo comunque a tenere loro testa è la testimonianza di come i rossoblù nonostante tutto non si disuniscano mai e non perdano mai la loro identità.

E poi ci sono i numeri, numeri che parlano chiaro; vittorie, pareggi e sconfitte a oggi praticamente si equivalgono. Di solito chi lotta per non retrocedere ha un numero di sconfitte molto maggiore rispetto a quello delle vittorie, dunque…

Un Barrow determinante

calcio-gol-pallone

Ok la forza del gruppo, ma anche il Bologna, così come qualsiasi altra squadra di calcio, ha bisogno anche dei colpi dei singoli per trionfare. E per trionfare il Bologna ha bisogno di Barrow, il giocatore più in forma in assoluto che sta facendo la differenza grazie ai suoi goal. Capocannoniere dei Felsinei, il gambiano sta dando una grossa mano là davanti.

Aiutato da Orsolini e Palacio, Barrow ha fatto capire non solo all’Atalanta – sua squadra di provenienza – ma a tutto il mondo del pallone che i mezzi per sfondare li ha eccome. Il Bologna se ne è accorto e infatti lo ha riscattato pagando alla Dea 13 milioni di euro più 6 di bonus. Con lui in campo si può puntare anche la prossima stagione a una tranquilla salvezza. E la bella e viva città di Bologna non può che festeggiare già adesso.