Pubblicato in: Evergreen

Patologie e chirurgia refrattiva: come la tecnologia può aiutare le persone

News Partner 3 settimane fa
chirurgia-refrattiva

La chirurgia refrattiva è una delle più grandi rivoluzioni nel campo della medicina. Questo tipo di intervento è una soluzione efficace, sicura e, soprattutto, definitiva per correggere vari difetti visivi e migliorare la qualità della vita dei pazienti.

Grazie ai progressi tecnologici, i laser possono intervenire sul rimodellamento della cornea, eliminando difetti come miopia, astigmatismo e ipermetropia. Ci sono diversi metodi utilizzati, come la PRK, la FemtoLASIK e la ReLEx SMILE sono diventati sempre più sicuri, efficaci e accessibili, cambiando l’approccio al trattamento delle patologie oculari refrattive.

Vediamo insieme in che modo la tecnologia può aiutarti a risolvere i problemi di vista e cosa si può trattare attraverso i laser.

LEGGI ANCHE: Colazioni sane per chi ha poco tempo

Definizione e scopo della chirurgia refrattiva

La chirurgia refrattiva è un insieme di procedure chirurgiche con l’obiettivo di effettuare una correzione della vista per difetti come la miopia, l’ipermetropia, l’astigmatismo e la presbiopia.

Queste tecniche di chirurgia degli occhi modificano la forma della cornea, la struttura trasparente all’ingresso dell’occhio, per migliorare la capacità del sistema visivo di focalizzare la luce sulla retina, dando come risultato una visione più chiara e nitida. Lo scopo principale del laser agli occhi, quindi, è eliminare la dipendenza da occhiali o lenti a contatto, permettendo ai pazienti di godere di una migliore qualità della vita.

Ovviamente, acquisire questa libertà visiva apre nuove possibilità in tutte le sfere della vita quotidiana e professionale, migliorando non solo la capacità visiva, ma anche la sicurezza e l’autostima del paziente.

Principali patologie oculari trattabili

La chirurgia refrattiva è particolarmente efficace nel trattamento di diverse patologie oculari che possono impattare negativamente sulla qualità della vista (e della vita). Le più comuni tra queste includono la miopia, l’astigmatismo, la presbiopia e, in alcuni casi, la cataratta.

Nello specifico:

  • Miopia: questa condizione si verifica quando la cornea è troppo curva o l’occhio è più lungo del normale, causando una focalizzazione dei raggi luminosi davanti alla retina. La chirurgia refrattiva modifica la forma della cornea per permettere una corretta focalizzazione sulla retina, migliorando la visione da lontano;
  • Astigmatismo: caratterizzato da una cornea irregolarmente curva, l’astigmatismo distorce la visione sia da vicino che da lontano. Le tecniche refrattive modificano la cornea in un profilo più regolare, correggendo questo difetto;
  • Presbiopia: tipicamente associata all’età, la presbiopia deriva dalla perdita di elasticità del cristallino, rendendo difficile la messa a fuoco degli oggetti vicini. Alcune forme di chirurgia refrattiva possono migliorare la visione, ad esempio impiantando delle lenti fachiche.

Oltre a queste, altre condizioni oculari complesse come il glaucoma, la retinopatia e la maculopatia richiedono trattamenti specifici e spesso più invasivi, oppure possono richiedere maggiori approfondimenti diagnostici prima di operare.

Innovazioni tecnologiche in chirurgia refrattiva

Ci sono diverse innovazioni tecnologiche che possono migliorare la qualità della vista di un paziente. Con il tempo, queste tecniche sono state perfezionate diventando sempre più sicure. Un altro grande beneficio è la velocità nella correzione del difetto visivo e, soprattutto, la durata: una volta trattato, il difetto visivo viene eliminato del tutto quasi sempre.

Laser a eccimeri e il suo impatto

Parlando di tecnologia oftalmica, dobbiamo assolutamente citare il laser a eccimeri.

Il laser a eccimeri ha rivoluzionato la chirurgia refrattiva introducendo un livello di precisione e sicurezza che, fino a qualche decennio fa, era inimmaginabile. Questo strumento utilizza la luce ultravioletta per rimuovere microscopicamente i tessuti corneali con un’accuratezza di frazioni di micron, permettendo ai chirurghi di rimodellare la cornea e correggere difetti refrattivi come la miopia, l’astigmatismo e l’ipermetropia.

Preciso e controllato, il laser per gli occhi a eccimeri vaporizza selettivamente piccole porzioni della cornea senza danneggiare i tessuti circostanti o le strutture oculari interne. Questo aspetto fa la differenza per mantenere l’integrità dell’occhio e per ridurre il rischio di complicazioni post-operatorie. Inoltre, la capacità di modellare la cornea con tali livelli di precisione ha notevolmente migliorato i risultati visivi per i pazienti, rendendo la chirurgia refrattiva un’opzione sempre più attraente per chi desidera una soluzione definitiva ai propri problemi di vista.

Tecniche avanzate: FemtoLASIK, PRK, ReLEx SMILE

Entrando nel dettaglio relativo alle tecniche utilizzate, ci sono ben tre approcci che sfruttano la precisione del laser a eccimeri per correggere la vista. Queste tecniche sono la FemtoLASIK, la PRK (Photo Refractive Keratectomy) e la ReLEx SMILE, ognuna con le proprie caratteristiche e benefici specifici per trattare diversi tipi di difetti visivi. Vediamoli insieme:

  • PRK: è una delle tecniche più consolidate e sicure. A differenza della LASIK, non prevede la creazione di un flap corneale, il che la rende una buona scelta per i pazienti con cornee sottili o per coloro che sono esposti a rischi occupazionali di traumi oculari. In questo trattamento, il laser a eccimeri viene utilizzato direttamente sulla superficie della cornea per rimodellarla. Il tempo di recupero è generalmente più lungo rispetto alla LASIK, ma offre comunque eccellenti risultati a lungo termine;
  • FemtoLASIK: questa tecnica è una variante avanzata del LASIK tradizionale. Utilizza un laser a femtosecondi per creare il flap corneale, anziché un microcheratomo meccanico. Questo approccio aumenta la precisione della creazione del flap e riduce il rischio di complicazioni. La FemtoLASIK è particolarmente adatta per pazienti con miopia, ipermetropia e astigmatismo e ha un recupero molto rapido e più confortevole rispetto alla PRK;
  • ReLEX SMILE: si tratta di una tecnica minimamente invasiva di ultimissima generazione, che consente di correggere la miopia e l’astigmatismo senza la necessità di creare un flap corneale. Questo metodo utilizza un laser a femtosecondi per creare una piccola incisione attraverso la quale viene rimosso un piccolo tessuto corneale, ridisegnando così la curvatura della cornea. La procedura ha un altissimo comfort post-operatorio, con la riduzione dei rischi di complicanze a lungo termine e un veloce recupero della visione.

Se stai cercando una clinica oculistica per svolgere questi interventi in città, Vista Vision è il partner ideale per un intervento di chirurgia laser a Bologna. In Vista Vision troverai laser di ultima generazione e un’equipe medica specializzata in trattamenti di chirurgia refrattiva, che può accompagnarti dalla fasi pre-operatorie fino a tutto il decorso.

Vantaggi della chirurgia refrattiva tecnologicamente avanzata

I benefici della tecnologia per la correzione della vista sono tantissimi: oggi queste tecniche sono sicure e con tassi di complicanze veramente prossimi allo zero. Ecco i vantaggi più interessanti.

Precisione e personalizzazione dei trattamenti

L’innovazione medica nel campo della chirurgia refrattiva si riflette sulla strumentazione oftalmica utilizzata, che è estremamente precisa. Gli interventi di cui abbiamo parlato in precedenza consentono un alto livello di personalizzazione del trattamento. Questo è possibile grazie a sofisticate mappature corneali e analisi oftalmiche, con cui i chirurghi possono pianificare e eseguire la chirurgia con una precisione millimetrica. Grazie alla precisione di queste tecniche, si può operare abbattendo ogni rischio di complicazioni.

Riduzione dei tempi di recupero

Uno dei maggiori vantaggi della tecnologia oftalmica è la riduzione significativa dei tempi di recupero. Scegliendo tecniche come la FemtoLASIK o la ReLEX SMILE, in particolare, il recupero della salute oculare è velocissimo. Infatti, il recupero post operatorio dura poche ore e i pazienti possono spesso tornare alle loro attività quotidiane quasi immediatamente, con un miglioramento della vista già il giorno successivo all’intervento.

Miglioramento dell’efficacia e sicurezza dei trattamenti

La tecnologia avanzata ha reso la chirurgia refrattiva più efficace e sicura. La sicurezza dei trattamenti ha ridotto, negli anni, il rischio di complicazioni e di re-interventi. Per esempio, l’uso del laser a femtosecondi nel FemtoLASIK ha ridotto la possibilità di complicazioni legate al flap corneale, un problema comune nelle versioni precedenti del LASIK. L’efficacia della chirurgia è legata anche al miglioramento delle tecniche chirurgiche e ad una maggiore comprensione dell’anatomia della cornea, che hanno contribuito a ridurre il rischio di infezioni e altre complicazioni post-operatorie.

Conclusioni

Per concludere, possiamo dire che la chirurgia refrattiva ha subito una trasformazione radicale grazie alle avanzate tecnologie laser, aumentando sicurezza, efficienza e perfezione nei risultati dei trattamenti.

La possibilità di personalizzare ogni intervento in base alle specifiche necessità e condizioni oculari del paziente ha reso la chirurgia refrattiva una scelta sempre più popolare per chi cerca una soluzione definitiva ai problemi di vista. La precisione del laser a eccimeri e a femtosecondi garantisce che ogni procedura non solo sia efficace ma anche sicura, riducendo al minimo il rischio di complicazioni.