Pubblicato in: Teatro

Spettacoli a Bologna a Luglio: da Villa Torchi a Piazza Verdi

Spettacoli Bologna Luglio 2018
Marco Paolini - Foto di Alessandro Valli

Nonostante l’estate appena iniziata, il fervore teatrale felsineo non accenna a placarsi. Per orientarsi tra le proposte di questo mese non poteva dunque mancare lo #spiegoneteatri di Bologna Weekend, che vi segnala alcune opere teatrali in calendario in città nel corso delle prossime settimane. Ecco cosa vedere a teatro a Bologna a luglio.

 

Spettacoli a Bologna a Luglio 2018

– Il Ballo – di Irène Némirovskj (Cassero LGBTI Center 17 luglio)

Una casa, una famiglia, l’attesa di un ballo per tratteggiare un ritratto spietato, ironico e tragico, comico nelle sue evoluzioni, della borghesia arricchita. È tratta dall’omonimo romanzo breve di Irène Némirovsky la pièce che Daria Paoletta e Francesco Niccoloni proporranno questa settimana all’interno dell’Altra Sponda, la rassegna estiva del Cassero LGBTI Center. Poche pagine trasformate nel resoconto di una testimone partecipe e silente, interpretata dalla Paoletta, che dal suo osservatorio privilegiato accompagnerà il pubblico a fare la conoscenza di una moglie pronta a tutto pur di godersi la vita, di un marito focalizzato solo sugli affari e di una figlia adolescente pronta a sbocciare che, alle porte dell’evento, si troveranno a dover affrontare situazioni inaspettate.

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto unico 8 €.

 

– West Side Story (Teatro Comunale 11 – 17 luglio)

Un musical entrato nella storia del teatro e del cinema mondiale, capace di far sospirare intere generazioni, quello che andrà in scena nel tempio della musica colta felsineo. Novecenteschi Capuleti e Montecchi, i Jets e gli Sharks torneranno a sfidarsi nella New York ricostruita sul palcoscenico bolognese, dove alle musiche di Leonard Bernstein e alle liriche di Stephen Sondheim daranno corpo e voce i performer della BSMT, diretti da Shawna Farrell e Gianni Marra. Un appuntamento da non mancare con gli amanti del teatro musicale.

ORARI: mercoledì 11, giovedì 12 e venerdì 13 h 20; sabato 14 e martedì 17 h 18; domenica 15 h 15.30.

PREZZI: biglietto palco centrale I e II ordine intero 26 €; biglietto palco centrale I e II ordine Under 30 15,60 €; biglietto palco laterale I e II ordine intero 20,80 €; biglietto palco laterale I e II ordine Under 30 10,40 €; biglietto palco centrale III e IV ordine intero 20,80 €; biglietto palco centrale III e IV ordine Under 30 10,40 €; biglietto palco laterale I e II ordine intero 15,60 €; biglietto palco laterale I e II ordine Under 30 10,40 €.

 

– Il bianco e l’augusto, ovvero: il pic-nic dell’attesa (Parco di Villa Torchi 18 luglio )

Un pic-nic tutto da ridere, dedicato a grandi e piccini, quello in programma questa settimana al Parco di Villa Torchi. Tra numeri di clownerie e circensi, momenti di riflessione sul tempo che scorre e sulla vita, i due protagonisti, appunto due pagliacci, si troveranno a dover organizzare un pranzo all’aperto, vivendo situazioni tragicomiche in cui regnerà la confusione e, ovviamente il divertimento. Un appuntamento tutto da godere nella suggestiva cornice del Quartiere Navile per trascorrere una serata con tutta la famiglia.

ORARI: h 20.30.

PREZZI: ingresso gratuito.

 

– Bel raggio lusinghiero (Parco di Casa Lyda Borelli 18, 21 25 luglio)

Proseguono i festeggiamenti per i 150 anni dalla morte di Gioachino Rossini, e nei prossimi giorni partirà il trittico incentrato interamente a Semiramide, protagonista di uno dei melodrammi più amati del compositore pesarese. Scritta da Andrea Stanisci e Gabriele Duma, curatore anche della regia, la performance mescolerà sapientemente brani tratti dall’opera rossiniana e dialoghi tra la regina e una delle tre donne che hanno avuto un peso nella vita del musicista. Si comincerà mercoledì 18 con Isabella Colbran, prima moglie e cantate lirica, per poi proseguire sabato 21 con la madre Anna Guidarini. Il cerchio verrà chiuso da Olympe Pelissier, seconda e ultima moglie che accompagnò Rossini nell’ultima parte della sua vita. A dare corpo e vita a queste tre figure sarà Antonella Franceschini, accompagna dalla voce di Scilla Cristiano, dal pianoforte di Noriko Morimoto e dalle chitarre di Guido Sodo.

ORARI: mercoledì 18, sabato 21 e mercoledì 25 h 21.

PREZZI: ingresso gratuito.

 

– Tecno-Filò – Technology and me (CUBO Centro Unipol Bologna 19 luglio)

Cantore della storia d’Italia, del suo passato, Marco Paolini si dedica in questo suo ultimo pezzo per il teatro alla contemporaneità e alla tecnologia che la sta cambiando. Partendo dalla sua esperienza di utente come gli altri e facendola incontrare con quelle raccolte nella sua ricerca, il massimo interprete del teatro sociale, accompagnerà il pubblico in questa narrazione che riprende nella forma quelle tipiche degli anziani di un tempo, pronti a trasmettere storie intangibili e imperdibili. Un appuntamento da non mancare che, in caso di pioggia, si svolgerà presso il vicino Unipol Auditorium.

ORARI: h 21.15.

PREZZI: ingresso gratuito.

 

– Canal Burlesque (Sostegno del Battiferro 19 luglio)

Un modo tutto nuovo, fatto di divertimento ed erotismo, per conoscere il Novecento. Dopo il primo appuntamento dedicato agli anni Venti, le ballerine di BB Burlesque, in collaborazione con Gabriele Baldoni, interprete di Sostegnarolo Brunone, accompagnerà la platea alla scoperta degli anni Quaranta. Un mix di movimento, musiche, parole, che darà spazio anche alla storia della navigazione bolognese, grazie al contributo di Stefano Gardini e alle sue ricerche sui canali della città. Lo spettacolo è rivolto a un pubblico maggiorenne.

ORARI: h 21.

PREZZI: ingresso gratuito con consumazione obbligatoria minima di 5 €.

 

– Il barbiere di Siviglia (Piazza Verdi 20 luglio)

Danza, musica, arte scenica, tutti racchiusi su un palco d’eccezione. Per celebrare il centocinquantesimo anniversario dalla morte di Gioachino Rossini, la coreografa Monica Casadei insieme alla Compagnia Artemis Danza hanno scelto di adattare la celebre opera del compositore di Pesaro trasformandola in un “balletto d’azione”, capace di mescolare generi ed emozioni. Una performance che vedrà in scena quattordici ballerini, pronti a muoversi tra le scenografie di Giuliano Del Sorbo, indossando i costumi realizzati da Daniela Usai, al ritmo delle composizioni originali rielaborate da Luca Vianini.

ORARI: h 21.30.

PREZZI: ingresso gratuito.

 

– Le grotte della memoria (Parco dei Gessi 14 e 28 luglio)

Paura dei bombardamenti, fuga dal nemico e dolore, mescolati alla ricerca di un conforto e all’ingegno per sopravvivere. Sono questi gli ingredienti della performance che rievocherà un periodo, quello della Seconda Guerra Mondiale, in cui le grotte del Farneto, all’interno del Parco dei Gessi alle porte di Bologna, divennero il rifugio per centinaia di persone. Dai giacigli di fortuna, fatti di fango e paglia, ai rastrellamenti operati dai tedeschi in cerca di prigionieri, passando per i litigi e i fragili amori nati tra le pareti di pietra, lo spettacolo darà spazio alle abitudini e alla quotidianità vissuta da chi, per sfuggire alla guerra, trovò nella natura un grembo accogliente e protettivo. Organizzato in collaborazione con l’Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità – Emilia Orientale e il Gruppo Speleologico Bolognese (GSB-USB), il percorso attraverso le diverse cave sarà accompagnato da un approfondimento tenuto da uno speleologo.

DURATA: 50’.

ORARI: sabato 14 e sabato 28 h 16.30.

PREZZO: 15 € con prenotazione obbligatoria chiamando al 3492970142.

 

– Animenude. Umani troppo umani – Prima parte (Cimitero della Certosa 24 luglio)

Il variegato cartellone del Cimitero monumentale della Certosa prosegue a giugno con il nuovo lavoro drammaturgico di Alessandro Tampieri. Da Giacomo Leopardi a Dario Fo, passando per Luigi Pirandello, i maestri italiani e i loro capolavori verranno interpellati alla ricerca di sovrani, contadini, giullari, militari che, di fronte alla morte, si sono rivelati troppo fragili, troppo umani, per riflettere sulla vita e sulla sua brevità. Curato da Rimachèride, uno spettacolo notturno che punta a coinvolgere lo spettatore grazie a un mix di arte, teatro e letteratura. Obbligatoria la prenotazione chiamando al 338 9300148 oppure scrivendo a at.teatro@gmail.com.

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto unico 10 €.

 

Nelle settimane precedenti

– Shakespeare in Commedia (Cava delle Arti 1, 6, 7 e 8 luglio)

Una delle più celebri tragedie del Bardo da gustare e apprezzare in una veste nuova e tutta da ridere. Lo spettacolo finale del Lab. Permanente di Teatro dell’Arte, curato dalla Fraternal Compagnia, punterà infatti alla pancia e alla testa degli spettatori, grazie alla regia di Massimo Macchiavelli e Alessandra Cortesi. Protagoniste le tre streghe che, senza meta a causa di un maleficio mal riuscito, si troveranno loro malgrado a passare da un’opera all’altra di William Shakespeare, dalla Tempesta a Amleto e Sogno di una notte di mezza estate, tra situazioni surreali e divertenti.

ORARI: domenica 1, venerdì 6, sabato 7 e domenica 8 h 21.

PREZZI: offerta libera all’uscita.

 

– Guida per risolvere il cubo di Rubik (Parco Archeologico di San Pietro, Ozzano dell’Emilia 2 luglio)

9 vite, 9 corpi, dalle età e fisicità differenti, che si incontrano sul palcoscenico cercando un legame che li unisca, al di là di tutto ciò che all’apparenza li separa. Da qui parte lo spettacolo di danza che DNA Compagnia di Danza Contemporanea proporrà in anteprima nazionale all’interno del festival La torre e la luna, giunto alla sua tredicesima edizione. Una riflessione sull’amore e sul contatto, sul tempo che inesorabilmente lascia le proprie tracce sulla pelle, sul cuore. Diretta e coreografata da Elisa Pagani, con le luci disegnate da Emiliano Minoccheri, la performance chiamerà direttamente in causa il pubblico, che dovrà selezionare le musiche sulle quali i ballerini si muoveranno.

ORARI: h 21.30.

PREZZI: biglietto unico 5 €.

 

– È assurdo pensare che gli aerei volino (Parco della Zucca 4 luglio)

Come funziona la memoria? E se scomparissimo all’improvviso, su cosa verrebbe costruito il nostro ricordo? A queste e altre domande proverà a rispondere la compagnia Kepler-452 che, con il suo nuovo testo, affronterà un pezzo di storia d’Italia ancora misterioso e pieno di dolore. Diretto da Enrico Baraldi e Nicola Borghesi, Paolo Aiello, insieme allo stesso Borghesi, partirà dai frammenti, dalle interviste, dai suoni per ricostruire le esistenze delle ottantuno vittime del tragico incidente di Ustica. Un lavoro di indagine, emotivo e al contempo analitico che, come l’installazione di Boltanski presente nel Museo per la Memoria di Ustica, non punterà a restituire la completezza, ma la potenza dei vuoti da colmare.

Ingresso con offerta libera

ORARI: h 21.30.

PREZZI: ingresso a offerta libera.

 

– L’inversione sessuale nei coleotteri:una scelta ponderata? (Cassero LGBTI Center 3 luglio)

Alessandro Fullin, dopo aver dato lezioni di Tuscolano a tutta Italia, torna nelle vesti di studioso. Questa volta, però, non sarà una lingua sconosciuta l’oggetto del suo studio, ma la sessualità. Il comico originario di Trieste, infatti, con la sua consueta verve e irriverenza metterà in fila sul palco tutti i luoghi comuni, le inesattezze e le teorie più assurde con con la scienza nel corso del tempo ha cercato di spiegare l’omosessualità negli animali e nell’uomo. Un viaggio divertente ed esilarante che il pubblico potrà apprezzare nel corso dello spettacolo in cartellone sull’Altra Sponda, la rassegna estiva che lo storico circolo LGBTI bolognese propone nel Parco del Cavaticcio.

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto unico 8 €.

 

– Bologna ’15-’18 Il fronte delle donne – Spettacolo di narrazione con cinque personaggi un prologo e un esodo (Cimitero della Certosa 3 luglio)

Le donne della Grande Guerra, quelle che divennero la guida morale di un paese in preda al dolore per la sorte dei propri soldati, saranno le assolute protagoniste dell’itinerario performativo scritto, diretto e interpretato da Simona Sagona. Da Laura Bassi, insegnante della Regia Scuola Normale, ad Argentina Altobelli, socialista e prima Segretaria della FNLT, passando per Teresa e Ida Folli, madrine di guerra, una carrellata di figure femminili capaci di occupare posizioni di prestigio in un momento di difficoltà per tutta l’Italia. Ad affiancare la regista e interprete in questo percorso saranno Sara Graci, insieme a lei in scena, e Mirco Mungari, alla chitarra e alle percussioni.

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto unico 10 €.

 

– Dondarini e Dal Fiume (Ciccio Bar Osteria 4 luglio)

Nuovo mercoledì vuol dire nuovo appuntamento con la comicità più viscerale da Ciccio Bar Osteria. Questa settimana il ruolo di mattatori spetterà a Marco Dondarini e Davide Dal Fiume, duo comico romagnolo conosciuto al grande pubblico per le loro partecipazioni a Zelig. Un mix vincente ed esilarante quello della coppia, con il primo sanguigno e diretto e con il secondo, invece, goffo e sopra le nuvole. A presentare la serata, come da abitudine, Giancarlo Gregori, affiancato da Andrea Albertazzi e dagli studenti dell’Accademia del Comico.

ORARI: h 21.30.

PREZZI: 7 € con prenotazione consigliata chiamando al 3493124173.

 

– Donna numero 4 – Nessuno ci guarda (Cassero LGBTI Center 10 luglio)

Due lavori in uno, due atti unici firmati Eleonora Danco, che l’interprete romana ha riadattato appositamente per L’altra sponda, la rassegna estiva in programma nel Parco del Cavaticcio. Attrice e drammaturga tra le più interessanti del panorama nazionale, la Danco presenterà infatti il dittico che dà il nome allo spettacolo, con la prima parte in cui darà spazio al flusso di coscienza di un personaggio pronto a cancellare il ricordo del suo corpo attraverso il cibo, e con la seconda, invece, incentrata sull’infanzia, sul linguaggio e sulla creatività di Jackson Pollock. Poesia, ironia, tragedia, sperimentazione e molto altro, racchiuse in una performance da non perdere, in questa seconda settimana di luglio. romana, infatti, presenterà

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto unico 8 €.

 

– Totò oltre la maschera (CUBO Centro Unipol Bologna 10 luglio)

L’uomo di tutti i giorni e quello di spettacolo, racchiusi in uno spettacolo che ne ripercorre le opere e il talento. È dedicato all’indimenticato Antonio De Curtis, conosciuto da tutti come Totò, lo spetaccolo che Alessandro Preziosi porterà questa settimana in città. Un personaggio che ha raccontato l’Italia del sottoproletariato, non solo napoletano, attraverso il teatro, il cinema e la televisione, sempre in bilico tra comicità pubblica e fragilità personali. Una carrellata di lettere, interviste, suoni e versi poetici grazie al quale l’attore partenopeo farà rivivere il “principe della risata” a poco più di mezzo secolo dalla sua scomparsa.

ORARI: h 21.15.

PREZZI: ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

 

– Animenude. Donne rosso sangue – Seconda parte (Cimitero della Certosa 10 luglio)

La seconda parte dello spettacolo con il quale Alessandro Tampieri sarà in cartellone per tutta l’estate presso il Complesso Monumentale della Certosa, riprende i temi già affrontati nella prima parte. Partendo dai classici italiani della letteratura, l’attore e regista, accompagnerà il pubblico in un viaggio sulla brevità della vita, mescolando autori recenti come Dario Fo e maestri del passato, da Jacopone da Todi ad Alessandro Manzoni, e raccontando, in questo secondo ideale atto, il femminile.

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto unico 10 €.

 

– In principio erano pochi – primo studio (Oasi dei saperi 6 e 11 luglio)

Un viaggio in movimento alla scoperta di Corticella, di spazi attraversati dalla storia, dalle vite, dalla memoria. Questo è il cuore della performance itinerante che il Coro Arcanto, sotto la direzione di Giovanna Giovannini, Martina Palmieri, Musicateatro e Serendippo presenteranno questa settimana. Partendo dall’Oasi dei Saperi, i performers si muoveranno in direzione del Centro Civico Michelini, tra testimonianze di ieri e di oggi, versi, suoni, storie, per un’esperienza che farà conoscere in profondità le vicende del quartiere.

ORARI: venerdì 6 e mercoledì 11 h 19.30.

PREZZI: biglietto unico 5 €.

 

– APOSA: cosa c’è sotto i sotterranei? (Sostegno del Battiferro 11 luglio)

Un itinerario lungo 7500 metri, come quelli che percorre il torrente Aposa, tutti da ridere seguendo due guide d’eccezione. Saranno infatti Marco Dondarini e Davide Dalfiume ad accompagnare il pubblico alla scoperta del l’unico percorso d’acqua che ancora attraversa in superficie la città di Bologna. Più volte coperto e riscoperto, il fiumiciattolo che da Porta San Mamolo scende fino immettersi nel Navile sarà il protagonista di questa visita guidata tutta sui generis, in cui i due comici interpreteranno due guide turistiche pronte a tutto pur di sottrarsi i visitatori l’un l’altro, a colpi di risate e di battute.

ORARI: h 21.

PREZZI: ingresso gratuito con consumazione obbligatoria minima di 5 €.

 

– Dove voleranno le rondini dopo l’ultimo cielo? (Piazza di Porta San Mamolo 14 luglio)

I Cantieri Meticci continuano ad esplorare la città e ad aprire nuovi varchi lungo le sue strade. Questa volta lo faranno con una performance itinerante in bicicletta che, partendo da Porta San Mamolo, si concluderà in Piazza San Francesco dopo aver fatto tappa in Piazza Galvani, Piazza Santo Stefano, Piazza Verdi e Piazza del Nettuno. A trasformare in “case galleggianti” le biciclette sarà un gruppo di adolescenti tra i 14 e i 19 anni provenienti dai Territori Occupati palestinesi grazie al progetto Perform to Affirm, inserito nel Programma Erasmus+. Un pezzo di teatro tutto da scoprire, in cui poesia, colori, lingue si mescoleranno per dare vita a qualcosa che promette di essere straordinario.

ORARI: h 18.30.

PREZZI: ingresso gratuito.

Etichette: