Pubblicato in: Teatro

Spettacoli di Settembre a Bologna: dalla Certosa al CUBO

spettacoli bologna estate 2018
Marco Paolini - Foto di Alessandro Valli

In queste prime settimane di settembre la città si sta ripopolando e insieme ai suoi abitanti anche il fervore performativo riprende vigore, con proposte variegate e sparse per gli spazi felsinei. Per orientarsi tra le proposte di questi ultimi giorni estivi non poteva dunque mancare lo #spiegoneteatri di Bologna Weekend, che vi segnala alcune opere teatrali in calendario in città nel corso delle prossime settimane. Ecco cosa vedere a teatro a Bologna a Settembre.

 

Spettacoli di Settembre a Bologna

 

– Bologna ’15-’18 Il fronte delle donne – Spettacolo di narrazione con cinque personaggi un prologo e un esodo (Cimitero della Certosa 3 e 31 luglio, 11 e 18 settembre)

Le donne della Grande Guerra, quelle che divennero la guida morale di un paese in preda al dolore per la sorte dei propri soldati, saranno le assolute protagoniste dell’itinerario performativo scritto, diretto e interpretato da Simona Sagona. Da Laura Bassi, insegnante della Regia Scuola Normale, ad Argentina Altobelli, socialista e prima Segretaria della FNLT, passando per Teresa e Ida Folli, madrine di guerra, una carrellata di figure femminili capaci di occupare posizioni di prestigio in un momento di difficoltà per tutta l’Italia. Ad affiancare la regista e interprete in questo percorso saranno Sara Graci, insieme a lei in scena, e Mirco Mungari, alla chitarra e alle percussioni.

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto unico 10 €.

 

– VKproject (Adiacenze 19 settembre)

Il corpo adolescente, abitato da fragilità e violenza al contempo, sospeso sui tetti della città. Racchiude tutto questo il progetto site-specific che Noemi Diamantini presenterà questa settimana, nel corso dell’undicesima edizione di perAspera. L’artista visiva di Cattolica, classe 1993, porrà l’accento sul Blue Whale Challenge, la sfida online che ha portato molti giovani e giovanissimi al suicidio. E lo farà con la potenza di una performance che evidenzierà l’elemento mistico, la sacralità dell’umano, astraendolo dal dolore terreno.

ORARIO: h 19.30.

PREZZI: ingresso con tessera associativa gratuita e contributo libero.

 

– Un Buco nella Città (Sagrato della Parrocchia di Sant’Andrea Apostolo 19 e 20 settembre)

Tentare di fermare la città, brulicante di vita, tra persone, piazze, vie. È questo l’obiettivo che cercherà di raggiungere, insieme al pubblico, la Compagnia della Quarta nello spettacolo che porterà sotto le Due Torri nei prossimi sette giorni. Gli spettatori muniti di cuffie – 35 a replica – saranno gli unici a poter immergersi nella storia che i performer, diretti da Charlie Windelschmidt e con le coreografie di Mario Coccetti, metteranno in scena davanti ai loro occhi, vivendo un momento di straniamento e al contempo di immersione nel mondo circostante che, appunto, cercheranno di fermare. Un titolo itinerante che l’ensemble porterà in giro anche al Ciclop Festival di Sineu (Mallorca) e al Tramedautore Festival di Milano.

ORARI: mercoledì 19 e giovedì 20 h 18.30, 20.00 e 21.30.

PREZZI: biglietto unico 5 €.

 

– Tecno-Filò – Technology and me (CUBO Centro Unipol Bologna 19 luglio e 20 settembre)

Cantore della storia d’Italia, del suo passato, Marco Paolini si dedica in questo suo ultimo pezzo per il teatro alla contemporaneità e alla tecnologia che la sta cambiando. Partendo dalla sua esperienza di utente come gli altri e facendola incontrare con quelle raccolte nella sua ricerca, il massimo interprete del teatro sociale, accompagnerà il pubblico in questa narrazione che riprende nella forma quelle tipiche degli anziani di un tempo, pronti a trasmettere storie intangibili e imperdibili. Un appuntamento da non mancare che, in caso di pioggia, si svolgerà presso il vicino Unipol Auditorium.

ORARI: giovedì 19 luglio h 21.15; giovedì 20 settembre h 21.

PREZZI: ingresso gratuito.

 

– Monte Sole (Al di là del Fiume – Marzabotto 21 settembre)

Il dolore di una tragedia senza uguali, il luogo di un eccidio efferato e il corpo giovane, in movimento, come unica chiave per trovare una risposta. A Fabrizio Favale, e alla sua compagnia Le Supplici, si è rivolto perAspera per realizzare uno spettacolo pensato per gli spazi pieni di storia di Monte Sole, scenario della più grande strage nazifascista di civili. Un compito complesso quello affidato al coreografo – insignito nel 2011 della Medaglia del Presidente della Repubblica al talento coreografico italiano -, che per l’occasione ha deciso di guardare quei luoghi dalla giusta distanza, al di là del fiume appunto, e di portare in scena i corpi nudi di cinque ballerini, pronti a muoversi nel silenzio più totale di fronte al pubblico.

ORARI: h 18.

PREZZI: ingresso con tessera associativa gratuita e contributo libero.

 

– Gran Ballo Ottocentesco sotto le Due Torri (Piazza del Nettuno 22 settembre)

Un appuntamento che promette di far rivivere le atmosfere di un tempo, quelle dei gran balli, delle feste vissute al ritmo dei valzer e delle mazurke, quello curato dall’associazione culturale Società di Danza Bolognese. Organizzata in occasione della manifestazione Le Salsamentarie 2018 – Saperi & Sapori a Palazzo, la performance vedrà i ballerini muoversi sulle note dei grandi compositori, da Strauss a Verdi, proponendo polke, quadriglie contraddanze. Partendo dal Circolo Ufficiali dell’Esercito, i performer in costume si esibiranno nella centralissima Piazza del Nettuno, in un evento accompagnerà il pubblico in un viaggio nel passato.  

ORARI: h 17.

PREZZI: ingresso gratuito.

 

Nelle settimane precedenti

– Shakespeare in Commedia (Cava delle Arti 1, 6, 7 e 8 luglio)

Una delle più celebri tragedie del Bardo da gustare e apprezzare in una veste nuova e tutta da ridere. Lo spettacolo finale del Lab. Permanente di Teatro dell’Arte, curato dalla Fraternal Compagnia, punterà infatti alla pancia e alla testa degli spettatori, grazie alla regia di Massimo Macchiavelli e Alessandra Cortesi. Protagoniste le tre streghe che, senza meta a causa di un maleficio mal riuscito, si troveranno loro malgrado a passare da un’opera all’altra di William Shakespeare, dalla Tempesta a Amleto e Sogno di una notte di mezza estate, tra situazioni surreali e divertenti.

ORARI: domenica 1, venerdì 6, sabato 7 e domenica 8 h 21.

PREZZI: offerta libera all’uscita.

 

– Guida per risolvere il cubo di Rubik (Parco Archeologico di San Pietro, Ozzano dell’Emilia 2 luglio)

9 vite, 9 corpi, dalle età e fisicità differenti, che si incontrano sul palcoscenico cercando un legame che li unisca, al di là di tutto ciò che all’apparenza li separa. Da qui parte lo spettacolo di danza che DNA Compagnia di Danza Contemporanea proporrà in anteprima nazionale all’interno del festival La torre e la luna, giunto alla sua tredicesima edizione. Una riflessione sull’amore e sul contatto, sul tempo che inesorabilmente lascia le proprie tracce sulla pelle, sul cuore. Diretta e coreografata da Elisa Pagani, con le luci disegnate da Emiliano Minoccheri, la performance chiamerà direttamente in causa il pubblico, che dovrà selezionare le musiche sulle quali i ballerini si muoveranno.

ORARI: h 21.30.

PREZZI: biglietto unico 5 €.

 

– È assurdo pensare che gli aerei volino (Parco della Zucca 4 luglio)

Come funziona la memoria? E se scomparissimo all’improvviso, su cosa verrebbe costruito il nostro ricordo? A queste e altre domande proverà a rispondere la compagnia Kepler-452 che, con il suo nuovo testo, affronterà un pezzo di storia d’Italia ancora misterioso e pieno di dolore. Diretto da Enrico Baraldi e Nicola Borghesi, Paolo Aiello, insieme allo stesso Borghesi, partirà dai frammenti, dalle interviste, dai suoni per ricostruire le esistenze delle ottantuno vittime del tragico incidente di Ustica. Un lavoro di indagine, emotivo e al contempo analitico che, come l’installazione di Boltanski presente nel Museo per la Memoria di Ustica, non punterà a restituire la completezza, ma la potenza dei vuoti da colmare.

Ingresso con offerta libera

ORARI: h 21.30.

PREZZI: ingresso a offerta libera.

 

– L’inversione sessuale nei coleotteri:una scelta ponderata? (Cassero LGBTI Center 3 luglio)

Alessandro Fullin, dopo aver dato lezioni di Tuscolano a tutta Italia, torna nelle vesti di studioso. Questa volta, però, non sarà una lingua sconosciuta l’oggetto del suo studio, ma la sessualità. Il comico originario di Trieste, infatti, con la sua consueta verve e irriverenza metterà in fila sul palco tutti i luoghi comuni, le inesattezze e le teorie più assurde con con la scienza nel corso del tempo ha cercato di spiegare l’omosessualità negli animali e nell’uomo. Un viaggio divertente ed esilarante che il pubblico potrà apprezzare nel corso dello spettacolo in cartellone sull’Altra Sponda, la rassegna estiva che lo storico circolo LGBTI bolognese propone nel Parco del Cavaticcio.

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto unico 8 €.

 

– Dondarini e Dal Fiume (Ciccio Bar Osteria 4 luglio)

Nuovo mercoledì vuol dire nuovo appuntamento con la comicità più viscerale da Ciccio Bar Osteria. Questa settimana il ruolo di mattatori spetterà a Marco Dondarini e Davide Dal Fiume, duo comico romagnolo conosciuto al grande pubblico per le loro partecipazioni a Zelig. Un mix vincente ed esilarante quello della coppia, con il primo sanguigno e diretto e con il secondo, invece, goffo e sopra le nuvole. A presentare la serata, come da abitudine, Giancarlo Gregori, affiancato da Andrea Albertazzi e dagli studenti dell’Accademia del Comico.

ORARI: h 21.30.

PREZZI: 7 € con prenotazione consigliata chiamando al 3493124173.

 

– Donna numero 4 – Nessuno ci guarda (Cassero LGBTI Center 10 luglio)

Due lavori in uno, due atti unici firmati Eleonora Danco, che l’interprete romana ha riadattato appositamente per L’altra sponda, la rassegna estiva in programma nel Parco del Cavaticcio. Attrice e drammaturga tra le più interessanti del panorama nazionale, la Danco presenterà infatti il dittico che dà il nome allo spettacolo, con la prima parte in cui darà spazio al flusso di coscienza di un personaggio pronto a cancellare il ricordo del suo corpo attraverso il cibo, e con la seconda, invece, incentrata sull’infanzia, sul linguaggio e sulla creatività di Jackson Pollock. Poesia, ironia, tragedia, sperimentazione e molto altro, racchiuse in una performance da non perdere, in questa seconda settimana di luglio. romana, infatti, presenterà

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto unico 8 €.

 

– Totò oltre la maschera (CUBO Centro Unipol Bologna 10 luglio)

L’uomo di tutti i giorni e quello di spettacolo, racchiusi in uno spettacolo che ne ripercorre le opere e il talento. È dedicato all’indimenticato Antonio De Curtis, conosciuto da tutti come Totò, lo spetaccolo che Alessandro Preziosi porterà questa settimana in città. Un personaggio che ha raccontato l’Italia del sottoproletariato, non solo napoletano, attraverso il teatro, il cinema e la televisione, sempre in bilico tra comicità pubblica e fragilità personali. Una carrellata di lettere, interviste, suoni e versi poetici grazie al quale l’attore partenopeo farà rivivere il “principe della risata” a poco più di mezzo secolo dalla sua scomparsa.

ORARI: h 21.15.

PREZZI: ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

 

– Dove voleranno le rondini dopo l’ultimo cielo? (Piazza di Porta San Mamolo 14 luglio)

I Cantieri Meticci continuano ad esplorare la città e ad aprire nuovi varchi lungo le sue strade. Questa volta lo faranno con una performance itinerante in bicicletta che, partendo da Porta San Mamolo, si concluderà in Piazza San Francesco dopo aver fatto tappa in Piazza Galvani, Piazza Santo Stefano, Piazza Verdi e Piazza del Nettuno. A trasformare in “case galleggianti” le biciclette sarà un gruppo di adolescenti tra i 14 e i 19 anni provenienti dai Territori Occupati palestinesi grazie al progetto Perform to Affirm, inserito nel Programma Erasmus+. Un pezzo di teatro tutto da scoprire, in cui poesia, colori, lingue si mescoleranno per dare vita a qualcosa che promette di essere straordinario.

ORARI: h 18.30.

PREZZI: ingresso gratuito.

 

– Il Ballo – di Irène Némirovskj (Cassero LGBTI Center 17 luglio)

Una casa, una famiglia, l’attesa di un ballo per tratteggiare un ritratto spietato, ironico e tragico, comico nelle sue evoluzioni, della borghesia arricchita. È tratta dall’omonimo romanzo breve di Irène Némirovsky la pièce che Daria Paoletta e Francesco Niccoloni proporranno questa settimana all’interno dell’Altra Sponda, la rassegna estiva del Cassero LGBTI Center. Poche pagine trasformate nel resoconto di una testimone partecipe e silente, interpretata dalla Paoletta, che dal suo osservatorio privilegiato accompagnerà il pubblico a fare la conoscenza di una moglie pronta a tutto pur di godersi la vita, di un marito focalizzato solo sugli affari e di una figlia adolescente pronta a sbocciare che, alle porte dell’evento, si troveranno a dover affrontare situazioni inaspettate.

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto unico 8 €.

 

– West Side Story (Teatro Comunale 11 – 17 luglio)

Un musical entrato nella storia del teatro e del cinema mondiale, capace di far sospirare intere generazioni, quello che andrà in scena nel tempio della musica colta felsineo. Novecenteschi Capuleti e Montecchi, i Jets e gli Sharks torneranno a sfidarsi nella New York ricostruita sul palcoscenico bolognese, dove alle musiche di Leonard Bernstein e alle liriche di Stephen Sondheim daranno corpo e voce i performer della BSMT, diretti da Shawna Farrell e Gianni Marra. Un appuntamento da non mancare con gli amanti del teatro musicale.

ORARI: mercoledì 11, giovedì 12 e venerdì 13 h 20; sabato 14 e martedì 17 h 18; domenica 15 h 15.30.

PREZZI: biglietto palco centrale I e II ordine intero 26 €; biglietto palco centrale I e II ordine Under 30 15,60 €; biglietto palco laterale I e II ordine intero 20,80 €; biglietto palco laterale I e II ordine Under 30 10,40 €; biglietto palco centrale III e IV ordine intero 20,80 €; biglietto palco centrale III e IV ordine Under 30 10,40 €; biglietto palco laterale I e II ordine intero 15,60 €; biglietto palco laterale I e II ordine Under 30 10,40 €.

 

– Il bianco e l’augusto, ovvero: il pic-nic dell’attesa (Parco di Villa Torchi 18 luglio )

Un pic-nic tutto da ridere, dedicato a grandi e piccini, quello in programma questa settimana al Parco di Villa Torchi. Tra numeri di clownerie e circensi, momenti di riflessione sul tempo che scorre e sulla vita, i due protagonisti, appunto due pagliacci, si troveranno a dover organizzare un pranzo all’aperto, vivendo situazioni tragicomiche in cui regnerà la confusione e, ovviamente il divertimento. Un appuntamento tutto da godere nella suggestiva cornice del Quartiere Navile per trascorrere una serata con tutta la famiglia.

ORARI: h 20.30.

PREZZI: ingresso gratuito.

 

– Tecno-Filò – Technology and me (CUBO Centro Unipol Bologna 19 luglio e 20 settembre)

Cantore della storia d’Italia, del suo passato, Marco Paolini si dedica in questo suo ultimo pezzo per il teatro alla contemporaneità e alla tecnologia che la sta cambiando. Partendo dalla sua esperienza di utente come gli altri e facendola incontrare con quelle raccolte nella sua ricerca, il massimo interprete del teatro sociale, accompagnerà il pubblico in questa narrazione che riprende nella forma quelle tipiche degli anziani di un tempo, pronti a trasmettere storie intangibili e imperdibili. Un appuntamento da non mancare che, in caso di pioggia, si svolgerà presso il vicino Unipol Auditorium.

ORARI: giovedì 19 luglio h 21.15; giovedì 20 settembre h 21.

PREZZI: ingresso gratuito.

 

– Canal Burlesque (Sostegno del Battiferro 19 luglio)

Un modo tutto nuovo, fatto di divertimento ed erotismo, per conoscere il Novecento. Dopo il primo appuntamento dedicato agli anni Venti, le ballerine di BB Burlesque, in collaborazione con Gabriele Baldoni, interprete di Sostegnarolo Brunone, accompagnerà la platea alla scoperta degli anni Quaranta. Un mix di movimento, musiche, parole, che darà spazio anche alla storia della navigazione bolognese, grazie al contributo di Stefano Gardini e alle sue ricerche sui canali della città. Lo spettacolo è rivolto a un pubblico maggiorenne.

ORARI: h 21.

PREZZI: ingresso gratuito con consumazione obbligatoria minima di 5 €.

 

– Il barbiere di Siviglia (Piazza Verdi 20 luglio)

Danza, musica, arte scenica, tutti racchiusi su un palco d’eccezione. Per celebrare il centocinquantesimo anniversario dalla morte di Gioachino Rossini, la coreografa Monica Casadei insieme alla Compagnia Artemis Danza hanno scelto di adattare la celebre opera del compositore di Pesaro trasformandola in un “balletto d’azione”, capace di mescolare generi ed emozioni. Una performance che vedrà in scena quattordici ballerini, pronti a muoversi tra le scenografie di Giuliano Del Sorbo, indossando i costumi realizzati da Daniela Usai, al ritmo delle composizioni originali rielaborate da Luca Vianini.

ORARI: h 21.30.

PREZZI: ingresso gratuito.

 

– Di fronte agli occhi degli altri (Parco della Zucca 24 luglio)

Il dolore di una tragedia inspiegata, la tensione interiore che si trasforma in movimento, da condividere per alleviarne il peso. Questo è il cuore della performance che Virgilio Sieni, con il contributo della sua compagnia, proporrà in occasione del trentaduesimo anniversario della strage di Ustica. Nato nel 2012, lo spettacolo vedrà il pubblico coinvolto in prima persona, in un ideale passaggio di consegna della coreografia, guidata dal ballerino, tra gesti fluidi e continui ma cangianti e imprevedibili. Ad accompagnare la coreografia la chitarra, suonata dal vivo, da Roberto Cecchetto.

ORARI: h 21.30.

PREZZI: ingresso con offerta libera.

 

– Paolo Cevoli – Rossini Compilation (Piazza Verdi 24 luglio)

Un omaggio tra il serio e il faceto nella vita del grande compositore pesarese, quello che il comico di Riccione offrirà alla platea felsinea questa settimana. Nella centralissima piazza della zona universitaria, Paolo Cevoli racconterà Gioachino Rossini, a 150 anni dalla sua morte, e l’Opera lirica proprio di fronte al tempio bolognese della musica colta. Uno spettacolo da ridere e ascoltare, in cui il cabarettista reso celebre da Zelig e dalla sua verve romagnola metterà il suo talento a servizio dell’autore di Il barbiere di Siviglia e La gazza ladra, accompagnato da quattro sassofonisti.

ORARI: h 21.30.

PREZZI: ingresso gratuito.

 

– Un mondo capovolto (Parco di Villa Torchi 24 luglio)

Quale appuntamento migliore per trascorrere una serata insieme a tutta la famiglia in cui farsi rapire dalla magia e dallo stupore se non quello con il circo? Questa settimana il parco immerso nel Quartiere Navile ospita la performance circense che mescolerà danza e teatro di figura. Protagonista l’asino Grigio che, grazie ai tessuti aerei, potrà spiccare il volo e scoprire i segreti delle migrazioni e il valore delle differenze e del sogno. Un’occasione da non perdere in questi ultimi scampoli di luglio.

ORARI: h 20.30.

PREZZI: ingresso gratuito.

 

– Moline: cosa c’è sotto i sotterranei? (Sostegno del Battiferro 25 luglio)

Le due guide d’eccezione Marco Dondarini e Davide Dalfiume, questa settimana accompagneranno il pubblico bolognese, che per l’occasione si trasformerà in un intrepido gruppo di turisti, a scoprire i segreti del canale delle Moline. Dalla Finestrella di via Piella, scorcio talmente suggestivo da meritarsi l’appellativo di “piccola Venezia”, agli angoli più sconosciuti della città delle acque, un tour che punterà a far divertire la platea con gag e battute tutte da ridere. Lo spettacolo, organizzato dall’Associazione Vitruvio, prevede anche la possibilità di visitare il Museo del Patrimonio Industriale a pochi passi dal Parco del Battiferro.

ORARI: h 21.

DURATA: ingresso libero con prima consumazione di 5 €.

 

– Bel raggio lusinghiero (Parco di Casa Lyda Borelli 18, 21 25 luglio)

Proseguono i festeggiamenti per i 150 anni dalla morte di Gioachino Rossini, e nei prossimi giorni partirà il trittico incentrato interamente a Semiramide, protagonista di uno dei melodrammi più amati del compositore pesarese. Scritta da Andrea Stanisci e Gabriele Duma, curatore anche della regia, la performance mescolerà sapientemente brani tratti dall’opera rossiniana e dialoghi tra la regina e una delle tre donne che hanno avuto un peso nella vita del musicista. Si comincerà mercoledì 18 con Isabella Colbran, prima moglie e cantate lirica, per poi proseguire sabato 21 con la madre Anna Guidarini. Il cerchio verrà chiuso da Olympe Pelissier, seconda e ultima moglie che accompagnò Rossini nell’ultima parte della sua vita. A dare corpo e vita a queste tre figure sarà Antonella Franceschini, accompagna dalla voce di Scilla Cristiano, dal pianoforte di Noriko Morimoto e dalle chitarre di Guido Sodo.

ORARI: mercoledì 18, sabato 21 e mercoledì 25 h 21.

PREZZI: ingresso gratuito.

 

– In principio erano pochi – primo studio (Oasi dei saperi 6, 11, 26 luglio)

Un viaggio in movimento alla scoperta di Corticella, di spazi attraversati dalla storia, dalle vite, dalla memoria. Questo è il cuore della performance itinerante che il Coro Arcanto, sotto la direzione di Giovanna Giovannini, Martina Palmieri, Musicateatro e Serendippo presenteranno questa settimana. Partendo dall’Oasi dei Saperi, i performers si muoveranno in direzione del Centro Civico Michelini, tra testimonianze di ieri e di oggi, versi, suoni, storie, per un’esperienza che farà conoscere in profondità le vicende del quartiere.

ORARI: venerdì 6, mercoledì 11, giovedì 26 h 19.30.

PREZZI: biglietto unico 5 €.

 

– La Traviata (Piazza Verdi 29 luglio)

Dopo aver fatto apprezzare alla platea bolognese la trasposizione coreutica del Barbiere di Siviglia, Monica Casadei propone questa settimana la performance ispirata alla celebre opera di Giuseppe Verdi. Prima tappa in ordine cronologico del progetto che ha portato la coreografa emiliana a tradurre in danza i capolavori della lirica, questa versione della Traviata vedrà i ballerini Compagnia Artemis Danza danzare sulle celebre note di arie come Libiamo ne’ lieti calici. A rielaborare le composizioni del genio parmense Luca Vianni, con la drammaturgia musicale curata da Alessandro Taverna.

ORARI: h 21.30.

PREZZI: ingresso gratuito.

 

– Teatro di Terra (Ai 300 scalini 29 luglio)

Cultura contadina, tradizione culinaria e teatro sono gli elementi ricorrenti del Teatro delle Ariette, la compagnia attesa Ai 300 scalini questa domenica. La compagnia teatrale di Paola Berselli e Stefano Pasquini darà agli spettatori la possibilità di vivere l’esperienza della trasformazione, attraverso il mais che da farina si farà polenta proprio sul palco, la potenza del legame tra gli uomini e il mondo della natura. Emozioni positive e negative, dolori e gioie della terra si incontreranno e si mescoleranno sul palco, coinvolgendo direttamente il pubblico in uno spettacolo conviviale tutto da esperire insieme ai due autori e a Maurizio Ferraresi, terzo interprete in scena.

ORARI: h 19.30.

PREZZI: spettacolo con cena inclusa 15 €.

 

– Gianni Schicchi (Teatro Comunale 27, 28, 30 e 31 luglio)

Musica e divertimento, nobili sentimenti e colpi di scena sono gli ingredienti dell’opera di Giacomo Puccini in scena in questi ultimi scampoli di luglio al Teatro Comunale. L’atto unico musicato su libretto di Giovacchino Forzano, infatti, racconta le vicende tratte da un episodio riportato nel XXX Canto infernale della Commedia dantesca, in cui il protagonista si fa beffa di una delle più ricche famiglie fiorentine per accaparrarsi parte dei loro beni. Un’opera che, facente parte di un trittico insieme a Il tabarro e Suor Angelica, riscosse talmente tanto successo da diventare uno dei lavori pucciniani più apprezzati. Questa nuova edizione vedrà alla regia Valentina Brunetti, che dirigerà il cast pronto a esibirsi in scena attorno all’iconico baldacchino simbolo di tutta la pièce, con l’Orchestra del Teatro Comunale che verrà diretta da Stefano Conticello.

ORARI: h 20.30.

PREZZI: biglietto platea intero 10,40 €; biglietto platea ridotto 5,20 €.

 

– RUN (Teatri di Vita 1 e 2 agosto)

Atmosfere tenui e diradate che lasciano il passo a creature angeliche sull’orlo della caduta, pronte a coinvolgere il pubblico felsineo. Sono questi i due elementi principali del dittico di danza in cartellone a Teatri di Vita questa settimana nel corso di Cuore d’Inghilterra, la sei giorni interamente dedicata alla produzione culturale d’oltremanica. Il primo pezzo sarà From Above, l’ultimo lavoro della 2Faced Dance, compagnia tutta al maschile fondata e diretta dalla coreografa Tamsin Fitzgerald, in cui si mescoleranno circo, teatro e design e cederà il passo a Fallen Angels, composizione per corpi che Lenka Vagnerová ha realizzato partendo dalle musiche di Tomáš Vychytil per raccontare la struggente storia di angeli perduti. Una prima nazionale da non perdere per gli amanti dell’arte coreutica.

ORARI: mercoledì 1 agosto h 21.15; giovedì 2 agosto h 12.

PREZZI: biglietto singolo spettacolo intero 20 €; biglietto singolo spettacolo ridotto convenzionati e under 30 18 €; biglietto giornaliero (tutti gli eventi di una giornata del festival) intero 15 €; biglietto giornaliero (tutti gli eventi di una giornata del festival) ridotto convenzionati e under 30 13 €; abbonamento (tutti gli eventi del festival) intero 49 €; abbonamento (tutti gli eventi del festival) convenzionati e under 30 39 €; speciale RUN + pranzo 15 €.

 

– Il primo canale non si scorda mai (Sostegno del Battiferro 1 agosto)

La storia di un canale, e delle sue acque, che si incrocia con quella degli abitanti del territorio. Questo è il cuore del recital che Onorina Pirazzoli e il Comitato Salviamo il Navile proporrano nel corso della prossima settimana agli avventori del Sostegno del Battiferro. Il personaggio della zdàura bolognese, infatti, interagirà con il pubblico mescolando aneddoti della sua vita, trascorsa sulle sponde del fiume che dà il nome al quartiere, ed estratti delle lettere inviate dagli stessi bolognesi, in un un carosello di ricordi in cui la stessa platea verrà interpellata.

ORARIO: h 21.

PREZZI: ingresso gratuito con consumazione obbligatoria minima di 5 €.

 

– La maschia (Teatri di Vita 1 – 5 agosto)

Da inizio a Novecento ai gionri d’oggi, da scarafaggio a essere umano di sesso maschile. Sono all’apparenza poche le differenze in questa versione della Metamorfosi kafkiana che Andrea Adriatico ha tratto dal testo di Claire Dowie, qui adattato da Stefano Casi. Protagonista delle paradossali vicende messe in prosa dalla drammaturga inglese è la signora H che, svegliatasi una mattina, scopre che si sta trasformando in un uomo senza alcun motivo, dando il via a una serie di eventi che trasformeranno la pièce in una commedia che promette di scompaginare tutte le dinamiche tra maschile e femminile. A Olga Durano, compagna di avventure di Franco Parenti e Leo de Berardinis, il compito di dare corpo e voce alla trasformazione scenica, accompagnata da Patrizia Bernardi e Alexandra Florentina Florea. Un cast tutto al femminile che si muoverà tra le scenografie di Giovanni Santecchia, per cinque serate tutte da gustare.

ORARI: mercoledì 1, giovedì 2, venerdì 3, sabato 4 e domenica 5 h 23.

PREZZI: biglietto singolo spettacolo intero 20 €; biglietto singolo spettacolo ridotto convenzionati e under 30 18 €; biglietto giornaliero (tutti gli eventi di una giornata del festival) intero 15 €; biglietto giornaliero (tutti gli eventi di una giornata del festival) ridotto convenzionati e under 30 13 €; abbonamento (tutti gli eventi del festival) intero 49 €; abbonamento (tutti gli eventi del festival) convenzionati e under 30 39 €.

 

– Rocco Papaleo Live (Piazza Sergio Vieira de Mello 2 agosto)

La verve e la genuinità di una delle voci comiche più particolari e surreali della scena teatrale italiana, torna sotto le torri per raccontare le sue passioni e far divertire il pubblico felsineo. Dalle canzoni che si muoveranno tra Gaber e la sua terra, la Basilicata, Rocco Papaleo guiderà la platea in un viaggio in cui mescolerà monologhi e musica, storie e numeri divertenti. Ad accompagnarlo in questa avventura la fidata orchestra composta da Arturo Valiante con il suo pianoforte, Guerino Rondolone al contrabbasso, Davide Savarese a batteria e percussioni e Giorgio Tebaldi a chiudere il quartetto con il trombone. Una serata da non perdere per gli amanti del comico lucano e non solo, ideale per trascorrere una piacevole serata estiva.

ORARIO: h 21.15.

PREZZI: ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

 

– Disincantate (Cortile del Teatro del Baraccano 5 agosto)

Prendete dieci principesse fuori dal comune, o meglio, con i problemi più comuni del mondo, date loro la possibilità di metterli in musica e avrete lo spettacolo in cartellone questa settimana presso il Cortile del Teatro del Baraccano. Un musical attraverso il quale sfatare i luoghi comuni delle favole, tra numeri di cabaret e canzoni originali che daranno spazio alle sfaccetature della femminilità. Dal mito della bellezza a tutti i costi alla lotta quotidiana per l’emancipazione, passando per i problemi con le dipendenze, una manciata di personaggi a cui daranno anima, corpo e ironia gli interpreti dei perFORMErs, pronti a portare sul palco il testo del Theatrical Right Worldwide – New York, per la prima volta rappresentato in Europa. Un appuntamento tutto da ridere che aprirà la rassegna Atti Sonori… il teatro musicale d’estate! e che allieterà le serate bolognesi fino al 24 agosto.

ORARI: h 21.30

PREZZI:  biglietto intero 15 €; biglietto ridotto over 65, under 26 e card musei metropolitani di Bologna 12 €.

 

– Il primo sole (… nel resto buio) (Parco del Cavaticcio 6 agosto)

La memoria, la storia, ciò che è rimasto di un’ultima, calda, stagione estiva, raccontata attraverso lo sguardo dell’infanzia spezzata dalla tragedia nucleare. Donatella Allegro e Nicola Bortolotti saranno i protagonisti dello spettacolo in cartellone nel corso dell’ottava edizione del Sole di Hiroshima, l’appuntamento organizzato da Nipponica per ricordare l’olocausto nucleare di Hiroshima, datato 6 agosto 1945. I due interpreti daranno corpo alla complessità di quei giorni, al resoconto storico che prende forzatamente il posto del ricordo personale.

DURATA: 60’.

ORARI: h 20.30.

PREZZI: ingresso gratuito.

 

– La Notte di San Lorenzo (Parco della Zucca 10 agosto)

Voci, suoni, parole, ritmo, fisicità e impalpabilità. Tornano i versi selezionati da Niva Lorenzini per commemorare le vittime della Strage di Ustica in occasione della Notte di San Lorenzo. A dare voce e corpo alle poesie scelte sarà Roberto Latini, vincitore del Premio Ubu 2017 come migliore attore, affiancato da Ilaria Drago. Poeti contemporanei e poeti classici si incontreranno nello spazio antistante il Museo per la Memoria di Ustica, accompagnati dalle musiche di Gianluca Misiti.

ORARI: h 21.30.

PREZZI: ingresso a offerta libera.

 

– Stelle cadenti (io metto dentro la macchina!) (Sostegno del Battiferro 10 agosto)

Scienza e comicità si incontreranno sul palcoscenico allestito all’interno del fazzoletto verde del Quartiere Navile. A intrattenere il pubblico saranno Eugenio Maria Bortolini e  Gabriele Baldoni, pronti a interpretare il professor Rambaldo Leporello e il suo fido assistente Faldoni, tra integerrima fede nella scienza e divertimento. Il duo accompagnerà i presenti alla scoperta delle Perseidi e del cielo stellato, nella notte più romantica dell’anno, proponendo gag e verità scientifiche.

ORARI: h 21.

PREZZO: ingresso con prima consumazione di 5 €.

 

– Burlesque Circus (Sostegno del Battiferro 14 agosto)

Una sera di Ferragosto da vivere sul crinale della leggerezza, tra semplicità e atmosfere oniriche. Questo promette lo spettacolo in cartellone questa settimana al Sostegno del Battiferro, dove Gabriele Baldoni, nei panni di Brunone il sosteganarolo, e il BB Burlesque Ballet & C intratterranno l pubblico rimasto in città. Numeri musicali che incontreranno il teatro e l’arte del burlesque, in un ritorno alla rivista d’altri tempi, dal sapore felliniano e circense. Un inno alla bellezza e all’ironia d’altri tempi, impreziosito dalle coreografie di Claudio Rota.

ORARIO: h 21.

PREZZI: ingresso gratuito con consumazione obbligatoria minima di 5 €.

 

– Ritratti di famiglia. Artisti ed eroi tra patria e archeologia (Cimitero della Certosa 15 agosto)

A pochi giorni dalla chiusura ufficiale della mostra Ritratti di famiglia, il Museo Civico Archeologico del capoluogo emiliano propone questo viaggio animato fatto di vite, storie, oggetti, legami. Nell’affascinante cornice del cimitero monumentale bolognese, i partecipanti potranno godere di questa macchina del tempo, curata da Didasco e 8cento, tra atmosfere ottocentesche in cui canti e sonorità, balli e costumi faranno rivivere i tempi di un’aristocrazia cittadina rimasta intatta nella memoria. Un appuntamento ideale per trascorrere la serata di metà mese.

ORARIO: h 20.30.

PREZZI: biglietto unico 10 €.

 

– Takahiro Kawaguchi (Le Serre dei Giardini Margherita 15 agosto)

Oggetti inusuali, strani, particolari che assumeranno un ruolo tutto speciale. Questo promette la performance che vedrà protagonista assoluto Takahiro Kawaguchi, in programma presso Le Serre dei Giardini Margherita. Uno spettacolo site-specific in cui il componente di The Great Triangle userà manufatti quotidiani e oggetti acustici per guidare gli spettatori in un itinerario in cui potranno entrare in contatto con lo scorrere del tempo, tra elementi spaziali e luminosi.

DURATA: 60’.

ORARIO: h 20.

PREZZI: ingresso gratuito.

 

– Monopolista (Centro Sociale Culturale Foscherara 16 agosto)

Com’è il mondo di oggi? Quali sono le sue regole se non quelle del Monopoli? Questa è la riflessione che Paola Vannoni e Roberto Scappin porteranno sul palcoscenico del Centro Sociale Culturale Foscherara nei prossimi giorni. Interrogandosi sulla sopraffazione e sulla spietatezza delle azioni che abitano il presente troveranno nel celebre Monopoli la chiave di lettura del terzo millennio. Una sfida che proverà a riscrivere le regole del gioco.

ORARIO: h 21.30.

PREZZI: apericena e spettacolo 15 €; spettacolo 10 €.

 

– Canal Burlesque anni 60 (Sostegno del Battiferro 22 agosto)

Torna l’appuntamento con il Burlesque e con la storia di Bologna. Dopo le tappe nei Venti e nei Quaranta, saranno gli anni Sessanta la cornice in cui il caro Brunone incontrerà le stelle dello spettacolo che gli faranno scoprire un mondo nuovo e lo riporteranno in vita alla soglia dei novant’anni. Immerso nei ricordi del Navile passato, il personaggio interpretato da Gabriele Baldoni, accompagnato dalle ballerine della Scuola BB Burlesque Ballet, accompagnerà il pubblico bolognese in un viaggio fatto di bellezza e storia.

ORARI: h 21.

PREZZI: ingresso con prima consumazione di 5 €.

 

– Se è vero vado a San Luca a piedi (tutto è nato a Bologna) (Sostegno del Battiferro 23 agosto)

La storia di Bologna raccontata attraverso la comicità surreale, in gioco che mescola verità e falsi miti. Eugenio Bortolini e Gabriele Baldoni rivestono nuovamente i panni del professor Rambaldo Leporello e dell’assistente Faldoni in questa ennesimo tassello del mosaico teatrale che è la rassegna EROSo. Questa volta saranno protagonisti di un itinerario in cui la città delle Due Torri sarà al centro del mondo, di tutte le scoperte, le invenzioni e le creazioni, come Batman. Uno spettacolo che si rivolgerà a bambini e adulti per trascorrere una serata tra risate e scoperte.

ORARI: h 21.

PREZZI: ingresso con prima consumazione di 5 €.

 

– The Barber in comics – Il Barbiere a fumetti (Teatro del Baraccano 21 e 24 agosto)

Musica colta e disegno popolare, opera e manga che si fondono in una performance tutta da scoprire. Il capolavoro di Gioachino Rossini su suite di Vincenzo Gambaro, qui arrangiata in una speciale versione per fiati, rivivrà infatti grazie alla creatività di Giambattista Giocoli che ha voluto impreziosirlo con le tavole di Tsukishiro Yūko, mangaka giapponese. Un incontro impensabile quanto affascinante, nato dalla collaborazione tra Atti Sonori e NipPop, che vedrà due modi di comunicare distanti ritrovarsi sullo stesso palcoscenico nelle due date in calendario questa settimana di agosto, la prima completamente in inglese e la seconda nell’idioma del Bel Paese.

ORARI: martedì 21 e venerdì 24 h 21.30.

PREZZI: biglietto intero 12 €; biglietto ridotto 10 €.

 

– Bello mondo, Rito sonoro di Mariangela Gualtieri (Ai 300 scalini 24 agosto)

La poesia per catturare e veicolare la bellezza della natura in cui l’umanità è immersa, alla ricerca di ritmi ancestrali e intimi. Mariangela Gualtieri prosegue il suo percorso performativo in questo assolo per corde vocali animato dai versi contenuti in Le giovani parole, e non solo. Una partitura ricca e variegata in cui l’attrice e drammaturga del Teatro Valdoca attraverserà il rapporto con la figura materna e quello con il mondo circostante, in un alternarsi di allegretto e adagio, arrivando fino al grave.   

ORARI: h 20.30.

PREZZI: biglietto unico 15 €.

 

– Animenude. Umani troppo umani – Prima parte (Cimitero della Certosa 24 luglio e 30 agosto)

Il variegato cartellone del Cimitero monumentale della Certosa prosegue a giugno con il nuovo lavoro drammaturgico di Alessandro Tampieri. Da Giacomo Leopardi a Dario Fo, passando per Luigi Pirandello, i maestri italiani e i loro capolavori verranno interpellati alla ricerca di sovrani, contadini, giullari, militari che, di fronte alla morte, si sono rivelati troppo fragili, troppo umani, per riflettere sulla vita e sulla sua brevità. Curato da Rimachèride, uno spettacolo notturno che punta a coinvolgere lo spettatore grazie a un mix di arte, teatro e letteratura. Obbligatoria la prenotazione chiamando al 338 9300148 oppure scrivendo a at.teatro@gmail.com.

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto unico 10 €.

 

– Quarto Piano (INstabile Portazza 30 agosto)

Un appartamento al quarto piano, una manciata di abitanti ad animarlo e tanta improvvisazione, per coinvolgere il pubblico in un crescendo di risate. Questo promette lo spettacolo che 05QuartoAtto – Improvvisazione Teatrale Ravenna proporrà questa settimana presso il Community Creative Hub del Quartiere Savena. La compagnia romagnola, infatti, intrecciando relazioni e situazioni equivoche, punterà a far divertire il pubblico.

ORARIO: h 21.

PREZZI: ingresso gratuito.

 

– Hip hop generation reloaded (Piazza Verdi 30 e 31 agosto)

Due giorni dedicati al movimento e alle nuove generazioni amanti dello stile street più famoso nel mondo. Questo è il cuore dell’appuntamento curato da Avvertenze Generali e ispirato alla trasmissione televisiva in cui Carla Fracci si esibì con Mohamed Belarbi. Monica Ratti, Emanuele Ladovaz e Vittoria Cappelli hanno infatti chiamato a raccolta i nomi più significativi del panorama regionale, per organizzare laboratori e performance che coinvolgeranno oltre duecento giovani ballerini: da Poppin’ Kris, vincitore nel 2006 del Battle of the year per la miglior coreografia, a Kira, che con la sua esibizione a Italia’s Got Talent ha lanciato in diretta nazionale un vero e proprio stile, passando per Federica Galimberti e la sua E-Sperimenti, compagnia riconosciuta dal MIBACT. Un doppio evento che riempirà il cuore della città felsinea di musica ed energia.

ORARIO: giovedì 30 h 18; venerdì 31 h 20.45.

PREZZI: ingresso gratuito.

 

– Cirque Bidon – Entrez dans la danse (Parco di Villa Angeletti 20 agosto – 5 settembre)

Atmosfere poetiche e quesiti metafisici messi in scena attraverso l’arte del circo. La nuova creazione di François Bidon promette di portare sotto il tendone allestito presso il parco felsineo tutto questo. Due ore di puro spettacolo, presentate da  ATER – Ass. Teatrale Emilia Romagna, Tutti Matti per Colorno e Teatro Necessario, in cui la compagnia di performer al seguito del coreografo e drammaturgo farà divertire grandi e piccini, tra illustrazioni, numeri coinvolgenti e cielo stellato.

DURATA: 120’.

ORARI: h 21.30.

PREZZI: biglietto adulti 16,80 €; biglietto under 12 11,20 €; biglietto ridotto adulti 13,44 €; biglietto ridotto under 12 6,72 €.

 

– APOSA: cosa c’è sotto i sotterranei? (Sostegno del Battiferro 11 luglio e 5 settembre)

Un itinerario lungo 7500 metri, come quelli che percorre il torrente Aposa, tutti da ridere seguendo due guide d’eccezione. Saranno infatti Marco Dondarini e Davide Dalfiume ad accompagnare il pubblico alla scoperta del l’unico percorso d’acqua che ancora attraversa in superficie la città di Bologna. Più volte coperto e riscoperto, il fiumiciattolo che da Porta San Mamolo scende fino immettersi nel Navile sarà il protagonista di questa visita guidata tutta sui generis, in cui i due comici interpreteranno due guide turistiche pronte a tutto pur di sottrarsi i visitatori l’un l’altro, a colpi di risate e di battute.

ORARI: h 21.

PREZZI: ingresso gratuito con consumazione obbligatoria minima di 5 €.

 

– Battifango (Sostegno del Battiferro 6 settembre)

Un tuffo nel passato di una città, del fiume Navile e dei bolognesi. Ambientato nel 1912 lo spettacolo di Gabriele Cremonini accompagnerà il pubblico attraverso storie di un tempo, tra canti popolari e battute licenziose. Diretti da Gabriele Bernardi, il Coro dei Ghignosi e Gabriele Baldoni riporteranno in vita le atmosfere del periodo. Lo spettacolo, per il linguaggio usato, è vietato ai minori di 18 anni.

ORARI: h 21.

PREZZI: ingresso con prima consumazione di 5 €.

 

– Bellinda e bestia (Cortile dell’Istituto Penale Minorile di Bologna 5 – 8 settembre)

Una storia senza tempo, raccontata più e più volte negli ultimi cento anni e che rivivrà qui in una veste tutta nuova. La Compagnia del Pratello torna, infatti, con un originale adattamento della Bella e la bestia con la regia di Paolo Billi e Elvio Pereira De Assunçao. Quattro prime serate in cui i protagonisti saranno i giovani, con le prime due repliche che vedranno sul palco ragazzi dell’Istituto Penale Minorile di Bologna e due studentesse del Liceo Laura Bassi. Nelle ultime rappresentazioni, invece, si esibiranno i ragazzi dell’Area Penale Esterna e alcuni minori stranieri non accompagnati. A impreziosire il particolare cast saranno le attrici di Botteghe Moliere. Una pièce che mescolerà danza, teatro e immaginazione, grazie all’arte di Carmine Tramite, autore delle scenografie. Per poter assistere allo spettacolo sarà necessario richiedere il permesso all’autorità giudiziaria competente.

ORARI: h 21

PREZZI: biglietto unico 10 €.

 

– How to destroy your dance (Chiostro di San Martino 7 e 8 settembre)

Un ring, una serie di sfide, tra performer, contro il tempo, per cercare delle risposte. Questo è il cuore dello spettacolo di danza ideato e realizzato da Francesca Pennini e dalla sua compagnia CollettiO CineticO che questa settimana andrà in scena all’interno della XXII edizione di Danza Urbana. Nove danzatori che si daranno battaglia, tra gioco e violenza scenica, preparazione e azione, in uno scontro senza precedenti che punterà a distruggere ogni formalità mentre risuoneranno le composizioni di Wolfgang Amadeus Mozart rielaborate da Simone Arganini.

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto 6 €.

 

– Mo sóppa Carla che Piâza! (Piazza Verdi 8 settembre)

Una donna, un’attrice da celebrare, simbolo di una Bologna operosa, talentuosa e solidale. È dedicata a Carla Astolfi la kermesse che animerà il cuore della zona universitaria questo weekend. L’interprete teatrale e televisiva, scomparsa lo scorso anno, sarà al centro dell’appuntamento che vedrà sul palco musici e burattinai, personalità del mondo dello spettacolo felsineo, pronte a ricordare la Befana dei Risvegli.

ORARI: h 16.30.

PREZZI: ingresso gratuito.

 

– OiL – Ora il Lavoro! (Piazza Verdi 14 settembre)

Il mondo del lavoro raccontato attraverso l’interazione con i suoi protagonisti, le loro parole, i loro vissuti. Questo è il cuore dello spettacolo che Ateliersi presenterà in quella zona universitaria da sempre al centro di polemiche e rivendicazioni. Una scelta non casuale, quella di Fiorenza Menni e Andrea Mochi Sismondi, che punteranno a trasformare la piazza universitaria in uno spazio-soglia in cui i personaggi di Pensaci, Giacomino! di Luigi Pirandello si mescoleranno con gli spettatori, in un uno scenario drammaturgico inedito. La prima tappa di SOLI, progetto di riscrittura della letteratura del maestro siciliano, nasce infatti come percorso di ascolto e confronto attraverso assemblee pubbliche sul tema dell’occupazione organizzate in collaborazione con Labàs. Un appuntamento da non perdere per riflettere sul presente.

ORARI: h 21.

PREZZI: ingresso gratuito.

 

– Le grotte della memoria (Parco dei Gessi 14, 28 luglio, 25 agosto, 1 e 15 settembre)

Paura dei bombardamenti, fuga dal nemico e dolore, mescolati alla ricerca di un conforto e all’ingegno per sopravvivere. Sono questi gli ingredienti della performance che rievocherà un periodo, quello della Seconda Guerra Mondiale, in cui le grotte del Farneto, all’interno del Parco dei Gessi alle porte di Bologna, divennero il rifugio per centinaia di persone. Dai giacigli di fortuna, fatti di fango e paglia, ai rastrellamenti operati dai tedeschi in cerca di prigionieri, passando per i litigi e i fragili amori nati tra le pareti di pietra, lo spettacolo darà spazio alle abitudini e alla quotidianità vissuta da chi, per sfuggire alla guerra, trovò nella natura un grembo accogliente e protettivo. Organizzato in collaborazione con l’Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità – Emilia Orientale e il Gruppo Speleologico Bolognese (GSB-USB), il percorso attraverso le diverse cave sarà accompagnato da un approfondimento tenuto da uno speleologo.

DURATA: 50’.

ORARI: sabato 14 e sabato 28 h 16.30.

PREZZO: 15 € con prenotazione obbligatoria chiamando al 3492970142.

 

– Animenude. Donne rosso sangue – Seconda parte (Cimitero della Certosa 10 luglio, 7 agosto e 15 settembre)

La seconda parte dello spettacolo con il quale Alessandro Tampieri sarà in cartellone per tutta l’estate presso il Complesso Monumentale della Certosa, riprende i temi già affrontati nella prima parte. Partendo dai classici italiani della letteratura, l’attore e regista, accompagnerà il pubblico in un viaggio sulla brevità della vita, mescolando autori recenti come Dario Fo e maestri del passato, da Jacopone da Todi ad Alessandro Manzoni, e raccontando, in questo secondo ideale atto, il femminile.

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto unico 10 €.

 

– Vincenzo Scorza – Frame / Texture / Dots (eLaSTiCo faART 16 settembre)

Un punto di passaggio, una faglia nel confine fragile dell’identità da cui emergono frammenti di luce e buio, tra cuore analogico e contesto digitale. È affidata a Vincenzo Scorza l’apertura dell’undicesima edizione del festival PerAspera, in programma da domenica 16 a domenica 23 settembre. Un viaggio esplorativo in cui il compositore e sound designer, attraverso una cornice mobile, indagherà lo spazio, trasformandolo e metamorfizzandolo, in un costante dialogo tra vista e udito.  

ORARI: h 21.

PREZZI: Ingresso con tessera associativa gratuita e contributo libero.

 

– Al crepuscolo, i poeti (Teatro Ridotto 16 settembre)

Parole e erbe aromatiche, frutti e versi, prodotti dell’uomo e della natura che si incontrano in un tardo pomeriggio di fine estate. Nell’Orto dei Frutti Dimenticati, magico scenario retrostante alla Casa delle culture e dei teatri, si prospetta una domenica interamente dedicata all’arte a tutto tondo. I poeti del territorio, infatti, saranno chiamati a dare spazio alla loro produzione, dalla musica alla pittura, passando ovviamente per la poesia. Un itinerario in cui il pubblico potrà farsi guidare dagli artisti lungo strade sfaccettate e variegate.

DURATA: 90’.

ORARI: h 16.

PREZZI: ingresso gratuito.

Etichette: