Pubblicato in: Teatro

Spettacoli a Bologna a Settembre: dal Cassero all’Oratorio San Filippo Neri

Spettacoli Bologna Estate 2019
Lo Stato Sociale

A poche settimane dalla fine dell’estate Bologna non interrompe la sua programmazione teatrale nei molti spazi esterni che la città offre, tra piazze, strade e parchi. Dal circo al recital, passando per le rievocazioni storiche, anche in questa stagione la produzione drammaturgica non accenna a fermarsi. Per orientarsi ecco il nostro stagionale spiegone teatri con gli appuntamenti da non perdere nelle prossime settimane.

 

Spettacoli a Bologna a Settembre

 

– Do humans dream of electric lions? (Cassero LGBTI Center 16 settembre)

Come raccontare la tensione tra il realismo solitario e la relazione emotiva e umana se non attraverso la parola poetica e drammaturgia sonora? Da questo presupposto sono partite S.ee e Jody Ellen – al secolo rispettivamente Serena Dibiase e Elena Moratelli -, le due performer che chiuderanno il programma di perAspera12, festival di teatro di ricerca e arti performative, ospitato nella sua ultima tappa nello storico circolo LGBTI di Bologna. Le due creative uniranno i loro talenti nei campi della poesia e della musica elettronica per accompagnare il pubblico in un viaggio sulla soglia dell’onirico e del perturbante. A seguire il dj set curato da NEU RADIO, il progetto radiofonico dell’Associazione Hummus.

ORARI: h 20.30.

PREZZI: ingresso libero con contributo.

 

– Pietro e Paolo (Oratorio San Filippo Neri 17 settembre)

L’aspra natura della Sardegna trasformato nello scenario perfetto di un’amicizia che attraversa i decenni, fino allo scoppio della guerra. Sono questi gli ingredienti del libro scritto da Marcello Fois, e che lo stesso autore porterà in scena insieme a Davide Boosta Dileo sul palcoscenico dell’Oratorio San Filippo Neri. Un’improvvisazione tutta da scoprire che mescolerà le parole di una delle penne più significative del panorama letterario contemporaneo e le sonorità prodotte dal componente dei Subsonica, tra le realtà più fulgide della musica italiana degli ultimi vent’anni.

ORARI: h 20.30.

PREZZI: ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

 

– Sesso, droga e lavorare (Oratorio San Filippo Neri 19 settembre)

Musica e parole tornano a incrociarsi in questo secondo appuntamento della rassegna Libri in scena. Protagonisti Alberto Albi Cazzola , Francesco Checco Draicchio, Lodovico Lodo Guenzi, Alberto Bebo Guidetti e Enrico Carrot Roberto, meglio conosciuti come Lo Stato Sociale. La band bolognese guiderà il pubblico in un racconto coinvolgente e appassionante, quello di una generazione precaria al centro dell’omonimo libro che porteranno sul palco felsineo.

ORARI: h 20.30.

PREZZI: ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

 

– Gran Ballo Risorgimentale (Piazza Minghetti 21 settembre)

Uno dei momenti topici della storia italiana e bolognese, il Risorgimento, da rivivere attraverso le danze del tempo, per coltivare con costanza e bellezza la memoria. Questo è l’obiettivo della Società di Danza Bolognese che durante questo weekend offrirà una suggestiva esibizione nella piazza dedicata a uno degli eroi felsinei del periodo risorgimentale. Partendo da Palazzo Grassi e proseguendo con una passeggiata verso l’area alberata del centro, danzatori e danzatrici in costumi d’epoca intratterranno il pubblico con valzer e mazurke, controdanze e quadriglie, per ricordare in particolare l’anniversario della dichiarazione dell’Assemblea delle Romagne che decretò l’intenzione di annessione al futuro Regno d’Italia.

ORARI: h 17.

PREZZI: ingresso gratuito.

 

Nelle settimane precedenti 

– Wanda Circus (Villa Serena 20 – 30 giugno)

L’arte circense è pronta a invadere la città con tanto divertimento e stupore rivolte a tutta la famiglia. Infatti il Wanda Circus porterà il suo caleidoscopico tendone da circo nella suggestiva cornice di Villa Serena fino alla fine del mese. Tra clown, avventure fiabesche, acrobati ed evoluzioni da lasciare senza fiato, grandi e piccini potranno vivere un viaggio fatto di stupore e magia, senza dimenticare la dolcezza tipica dei luna park, grazie all’immancabile zucchero filato. 

DURATA: 480’ circa.

ORARI: giovedì 20, venerdì 21, sabato 22, domenica 23, giovedì 27, venerdì 28, sabato 29 e domenica 30 giugno h 16.

PREZZI: ingresso a offerta libera.

 

– Animenude: passeggiate teatrali in Certosa (Complesso monumentale della Certosa 27 giugno)

Letteratura e teatro, in un incontro generativo per riflettere sulla brevità e fragilità dell’esistenza umana. Torna il recital scritto, diretto e interpretato da Alessandro Tampieri che, dopo il successo dello scorso anno, continuerà ad attraversare i suggestivi spazi del museo a cielo aperto bolognese. Un percorso tutto nuovo che metterà la platea di fronte alla vita e alla sua caducità, grazie alle storie tratte dai grandi classici della produzione letteraria italiana. Curata da Rimachèride, l’appuntamento si inserisce nel cartellone estivo del cimitero bolognese.

ORARI: h 21.30.

PREZZI: biglietto intero 10 €.

 

– DC vero? (Museo per la Memoria di Ustica 27 giugno)

Restaurare la memoria, fisicamente e metaforicamente, per portarla a galla e restituirla alla collettività attraverso gesti e parole colme d’amore e di cura. Questo è il cuore del progetto diretto da Bruno Cappagli della compagnia La Baracca – Testoni Ragazzi in occasione dell’anniversario della Strage di Ustica. Un atto unico vedrà in scena 50 studenti, provenienti dal Liceo Scientifico Copernico di Bologna, dal Liceo Scientifico Galilei di Palermo e dal Corso di Restauro dell’Accademia di Belle Arti, che si concentreranno su ciò che il mare ha ancora nella sua pancia e su come riportarlo sulla terra ferma. Accompagnati dalle musiche composte dagli e dalle studenti del Liceo Musicale Dalla di Bologna, i ragazzi e le ragazze sul palco coinvolgeranno la platea in un viaggio di recupero, pulizia ed emersione di ciò che Ustica ha rappresentato e rappresenta ancora oggi. Un progetto composito e complesso promosso dal Ministero dell’Istruzione, dall’Università e della Ricerca e realizzato anche con il contributo dell’Assemblea Legislativa Emilia-Romagna.

ORARI: h 21.30

PREZZI: ingresso a offerta libera.

 

– Battaglia dell’8 agosto 1848 (Luoghi vari 29 e 30 giugno)

Saranno due giornate intense e ricche di storia, quelle in programma per le strade e le piazze del capoluogo felsineo. Questa settimana, infatti, l’Associazione 8cento, in collaborazione con il Museo civico del Risorgimento, rievocherà la cacciata definitiva dell’esercito austriaco dalla città di Bologna. Un lungo percorso che, dalle ore 11.30 di sabato 29 con la promenade storica da Piazza Carducci al Parco della Montagnola, animerà lo spazio pubblico con performance in costume per una due giorni coinvolgenti. Numerose le tappe in programma, come la parata militare e il corteo storico che sfileranno per via dell’Indipendenza fino a Piazza del Nettuno, previste sabato alle ore 15, o la rievocazione degli scontri in osteria tra soldati austriaci e cittadini in Piazza Santo Stefano, alle ore 17 sempre sabato, fino al culmine degli eventi che si svolgerà in Piazza 8 agosto domenica 30 alle ore 16, ovvero la rievocazione della battaglia con trecento figuranti in abiti storici e uniformi, fucili a salve e macchine sceniche. Un appuntamento che fa parte della rassegna Bologna da quel momento fu libera. Bologna 1848-1859

PREZZI: ingresso gratuito.

 

– L’Italiana in Algeri (Teatro Comunale di Bologna 9 – 14 luglio) 

Continuano le incursioni del Teatro Comunale di Bologna nel repertorio rossiniano. Questa settimana l’appuntamento è con l’opera buffa dai sapori orientaleggianti, grazie al nuovo allestimento della composizione che debuttò a Venezio nel 1813. Le vicende dell’italiana Isabella, in viaggio verso Algeri alla ricerca dell’amato Lindoro, e della sua schiavitù alla corte di Mustafà, bey della città, allieteranno nuovamente la platea felsinea. Prodotto dal teatro bolognese con Auditorio de Tenerife, lo spettacolo lirico scritto da Angelo Anelli vedrà in cabina di regia Giorgia Guerra, con l’orchestra diretta da Nicolas Nägele. 

DURATA: 170’.

ORARIO: martedì 9, giovedì 11, venerdì 12 h 20; mercoledì 10, sabato 13 luglio h 18; domenica 14 h 15.30.

PREZZI: biglietto platea e palco centrale I – II ord. intero 52,50 €; biglietto platea e palco centrale I – II ord. ridotto Under 30 26,25 €; biglietto palco laterale I – II ord. e palco centrale III – IV ord. intero 42,00 €; biglietto palco laterale I – II ord. e palco centrale III – IV ord. ridotto Under 30 21,00 €; biglietto palco laterale III – IV ord. intero 31,50 €; biglietto palco laterale III – IV ord. 15,75 €.

 

– Canto degli esclusi concertato a due per Alda Merini (Giardini di Piazza Sergio Vieira de Mello 9 luglio)

Due voci che, al ritmo dei versi di una delle più amate poete italiane, si fonderanno in un suono unico. Alessio Boni e Marcello Prayer sono infatti attesi questa settimana nel giardino del CUBO Unipol per rendere omaggio ad Alda Merini. Declamando le sue parole i due interpreti condurranno il pubblico in viaggio nell’intimità di una donna dalla vita travagliata e dai sentimenti complessi, capace di entrare in contatto con lettori e lettrici di tutto il mondo.

ORARI: h 21.15.

PREZZI: ingresso gratuito

 

– La scatola nera (Museo per la Memoria di Ustica 10 luglio)

Uno sguardo verso l’alto, verso il cielo che diventa memoria, personale, duplice e collettiva. Un dittico a due voci, quello che Roberto Latini presenterà nel corso di questa settimana presso il Museo dedicato alla strage di Ustica. Curatore della drammaturgia, della regia e voce narrante, l’artista sarà accompagnato in questo percorso da Ilaria Draghi, con la quale modulerà le parole alternandole alle musiche e ai suoni di Gianluca Misiti. Un viaggio nel ricordo, tra alto e basso, cielo e terra, per registrare tutto quello che è avvenuto, come una scatola nera che nulla dimentica.

ORARI: h 21.30

PREZZI: ingresso a offerta libera con prenotazione obbligatoria allo 0516496627 o a mamboedu@comune.bologna.it

 

– La cité des tiroirs (DAMSLab Teatro 11 luglio)

Corpi in movimento alla spasmodica ricerca di un luogo perduto, in cui tornare alla natura incontaminata. In occasione di ZED – Festival Internazionale di Videodanza, Alain El Sakhawi e Valeria Zampardi del Collettivo QBR presenteranno infatti la performance dedicata al luogo che in molti credono possa riportare l’umanità in contatto con il cosmos. Uno spazio in cui poter esplorare i limiti dell’umano, attraverso i corpi e le evoluzioni di danzatori pronti a mettersi in gioco davanti al pubblico bolognese.

DURATA: 20’.

ORARI: h 21.45.

PREZZI: biglietto 12 €. Prenotazione da effettuare sul sito.

 

– Left + Quimera (Teatro Arena del Sole 12 luglio)

Un doppio percorso con un unico obiettivo: esplorare il magmatico mondo interiore del sé. Nua Dance proporrà sul palcoscenico dell’Arena del Sole di Bologna un dittico dal linguaggio multiforme, che mescolerà performance dal vivo e videodanza. Una prima parta che indagherà l’auto-giudizio e le insicurezze generate da una modernità produttrice di costanti aspettative sociali, alla quale farà da controcanto un ideale secondo atto dove Sarah Dowling, Daniel Phung, Tori McGrory, Nich Galzin e Neus Gil Cortés – anche coreografo e regista – accompagnerà la platea in un viaggio alla scoperta di un eroe urbano, un contemporaneo Don Chisciotte in lotta con la città. 

ORARI: h 21.45.

PREZZI: biglietto 12 €. Prenotazione da effettuare sul sito.

 

– Il primo canale non si scorda mai (Battiferro 17 luglio)

Le abitudini, le tradizioni e le storie di chi ha vissuto sugli argini del canale Navile saranno le assolute protagoniste dello spettacolo in programma al Battiferro questa settimana. Grazie alla presenza scenica della zdàura Onorina Pirazzoli, il pubblico potrà rivivere le vicende degli abitanti della zona attraverso le lettere originali e le voci della platea. Ad accompagnare l’arzilla vecchina sul palco saranno Mauro Tolomelli e Stefano Gardini, del Comitato Salviamo il Navile, e Gabriele Bernardi e Mauro Trigari dell’Oasi dei Saperi, che offriranno una panoramica a tutto tondo della vita del quartiere felsineo. La performance, inserita nella rassegna Un etto di Bologna, sarà preceduta dalla visita guidata al Museo del Patrimonio Industriale. 

ORARI: h 21.

PREZZI: ingresso libero con consumazione minima richiesta a 7 €.

 

– Volo IH 870 (Parco della Zucca 17 luglio)

Un flusso di immagini, suoni, parole che si fanno arte per fare entrare il pubblico nelle ultime ore prima della tragedia. A questo punta la performance di videoarte dedicata alla strage di Ustica a cura di Silvia Grandi in calendario questa settimana negli spazi antistanti al Museo per la Memoria di Ustica. Tre atti che, attraverso diverse forme espressive, daranno l’occasione alla platea di vivere emozioni forti. Accompagnati Infatti dalle composizioni musicali eseguite dal vivo da John De Leo, Igor Imhoff – con le sue animazioni digitali -, Saul Saguatti e Audrey Coïaniz della Basmati Film – che uniranno visualizzazioni liquide ad animazioni cartacee eseguite in diretta -, e Alberta Pellacani – che in Onde affronterà ciò che avvenne dopo che le acque inghiottirono l’aereo – ricostruiranno in maniera autoriale ciò che accadde durante quel tragico 27 giugno 1980. 

ORARI: h 21.30.

PREZZI: ingresso a offerta libera.

 

– Primi passi sulla luna (Ai 300 Scalini 20 luglio)

Una riflessione sul vero e sul falso, attraverso il tempo e lo spazio, tra surrealtà e comicità. Sono questi gli ingredienti della performance che Andrea Cosentino presenterà sabato Ai 300 Scalini, sui colli bolognesi. Partendo dalla propria intimità, anche questa celata dietro un velo onirico, l’autore e interprete affronterà il primo allunaggio, la creazione della prima Barbie, la morte di Kubrick, la caduta delle torri gemelle, grazie a improbabili caratteri dall’accento viterbese, in un divertissement tutto da seguire. 

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto intero comprensivo di Aperitivo del Cosmonauta 12 €. Prenotazione consigliata chiamando al 3476457189 o scrivendo a info.teatrodeimignoli@gmail.com. 

 

– Le donne baciano meglio (Cassero LGBTI Center 23 luglio)

Usare la chiave della commedia per raccontare la propria identità di lesbica e la propria vita. Questo è l’obiettivo di Barbara Moselli che con la sua stand-up comedy sbarca questa settimana sull’Altra Sponda, la rassegna estiva del circolo Arcigay felsineo. Diplomata allo Stabile di Genova, l’interprete farà da guida al pubblico bolognese in un itinerario variegato e divertente animato da personaggi fuori dagli schemi, passioni brucianti e delusioni cocenti.  

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto unico 8 €.

 

– La Traviata (Teatro Comunale Bologna 22 – 26 luglio)

Sarà il terzo titolo della verdiana trilogia popolare a intrattenere il pubblico estivo bolognese questa settimana. Il capolavoro musicato da Giuseppe Verdi, a poche settimane dall’ultima replica, torna con un nuovo allestimento estivo sul palco del Teatro Comunale di Bologna. I tre atti del melodramma, composto dal musicista sul libretto di Francesco Maria Piave, vede protagonista la mondana Violetta e il suo amante Alfredo, l’unico capace di farla innamorare. Un amore totalizzante e tormentato, ostacolato da Germont e dalla malattia che, ineluttabilmente, porterà la protagonista alla morte. 

DURATA: 120’ + due intervalli di 20’.

ORARI: lunedì 22, martedì 23, mercoledì 24, giovedì 25 e venerdì 26 h 20.30.

PREZZI: biglietto intero 25 €; biglietto ridotto Under 30 20 €.

 

– Animenude: passeggiate teatrali in Certosa (Complesso monumentale della Certosa 23 luglio)

Letteratura e teatro, in un incontro generativo per riflettere sulla brevità e fragilità dell’esistenza umana. Torna il recital scritto, diretto e interpretato da Alessandro Tampieri che, dopo il successo dello scorso anno, continuerà ad attraversare i suggestivi spazi del museo a cielo aperto bolognese. Un percorso tutto nuovo che metterà la platea di fronte alla vita e alla sua caducità, grazie alle storie tratte dai grandi classici della produzione letteraria italiana. Curata da Rimachèride, l’appuntamento si inserisce nel cartellone estivo del cimitero bolognese.

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto intero 10 €.

 

– DanteLynch, trekking teatrale (Ai 300 scalini 26 e 27 luglio)

L’incontro tra due geni della narrazione, poetica e visiva, quella in programma Ai 300 scalini. Dante Alighieri e David Lynch sono infatti le due fonti di ispirazione dello spettacolo itinerante proposto dal Teatro Mignoli questa settimana. Tra selve oscure e conigli, le inquietudini del pubblico felsineo prenderanno forma in un percorso che attraverserà gli spazi di Villa Spada. 

ORARI: venerdì 26 e sabato 26 h 20.15.

PREZZI: biglietto e drink card 15 €. Prenotazione da effettuare info.teatrodeimignoli@gmail.com.

 

– Bologna straniera ieri e oggi (Cimitero della Certosa 30 luglio)

Accogliente, familiare e protettiva. Con queste parole la Dotta verrà descritta nello spettacolo itinerante in programma presso il Cimitero monumentale felsineo. Ad accompagnare il pubblico saranno l’attrice Simona Sagone e Mirco Mungari, in un viaggio attraverso le vite di uomini e donne, di tutte le classi sociali, approdate a Bologna nel corso dei secoli alla ricerca di una nuova vita, lontano da dittature, guerre e fame. Un reportage teatrale fatto di emozioni, sorpresa ed estasi.  

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto unico 10 €.

 

– 2 Agosto 1980 – Serata speciale (Sostegno del Battiferro 2 agosto)

Una ferita ancora aperta, quella della strage di Bologna, da lenire con l’arte in tutte le sue forme. Questo è l’obiettivo della serata in programma al Sostegno del Battiferro all’interno di Battiferro finché caldo. Dalle parole di Gabriele Bernardi, Eugenio Maria Bortolini, Alessandro Dall’Olio e Chiara Piscopo alle note di Gabriele Baldoni e Umberto Cavalli, passando per la danza con Maristella Galotti, il palco si riempirà di bellezza e umanità per ricordare quella tragica mattina.

ORARI: h 21.

PREZZI: ingresso libero con consumazione minima richiesta 7 €.

 

– Rubbish Rabbit (Ai 300 Scalini 4 agosto)

La risata, obiettivo ultimo di un mestiere, quello del clown, che da piacere può trasformarsi in tortura. Da questo assunto prende spunto lo spettacolo del Tony Clifton Circus in programma Ai 300 scalini. Una riflessione sulla clownerie e sui suoi limiti, sul fatto che il pagliaccio non debba per forza trasmettere sicurezza ma che sia un battitore libero, diverso da tutti gli altri personaggi.

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto unico 10 €.

 

– Canal Burlesque Anni 60 (Sostegno del Battiferro 8 agosto)

Torna l’appuntamento con il Burlesque e con la storia di Bologna. Dopo le tappe nei Venti e nei Quaranta, saranno gli anni Sessanta la cornice in cui il caro Brunone incontrerà le stelle dello spettacolo che gli faranno scoprire un mondo nuovo e lo riporteranno in vita alla soglia dei novant’anni. Immerso nei ricordi del Navile passato, il personaggio interpretato da Gabriele Baldoni, accompagnato dalle ballerine della Scuola BB Burlesque Ballet, accompagnerà il pubblico bolognese in un viaggio fatto di bellezza e storia.

ORARI: h 21.

PREZZI: ingresso libero con consumazione minima richiesta 7 €.

 

– La Notte di San Lorenzo (Spazio antistante il Museo per la Memoria di Ustica 10 agosto)

Versi poetici per sintetizzare la condizione umana, costretta tra aspirazioni e fallimenti, bene e, soprattutto, il male. Si concentrerà infatti su quest’ultimo tema il recital di poesie che andrà in scena durante la Notte di San Lorenzo. Diretto da Claudio Longhi, l’ensemble composto da Michele Dell’Utri, Simone Francia, Diana Manea e Jacopo Trebbi accompagnerà la platea felsinea in un percorso che darà spazio al male di vivere di Leopardi e al male assoluto descritto da Primo Levi, passando per Brecht, Ungaretti, Montale e, infine, per Elias Canetti, con le sue parole di riscatto e di rivolta contro l’ineluttabilità della Nera Mietitrice.

ORARI: h 21.30.

PREZZI: ingresso a offerta libera.

 

– Chiamata interstellare per lunatiche e lunatici (Ai 300 scalini 10 agosto)

Un palco e un microfono aperto, per dare a chiunque la possibilità di esprimersi e parlare di e alle stelle. Questo è in cartellone nel suggestivo scenario dei 300 scalini in occasione della notte in cui il cielo sembra piangere. Dal semplice racconto alla poesia, dal canto alla dichiarazione d’intenti, dai viaggi immaginati a quelli programmati, qualunque forma espressiva sarà accolta sui colli felsinei.

ORARI: h 19.

PREZZI: ingresso a offerta libera.

 

– Tableaux vivants (Cimitero della Certosa 1- 6 – 12 agosto)

Da sempre tappa fissa per viaggiatori e viaggiatrici di tutti i tipi, la Turrita è stata la protagonista di narrazioni che hanno attraversato i secoli. Da qui partiranno Silvia Lamboglia e Gloria Gulino per costruire l’itinerario che, lungo gli spazi della Certosa, accompagnerà il pubblico a vedere la città di Bologna attraverso gli sguardi e le parole dei suoi visitatori provenienti da altri paesi del mondo. 

ORARI: giovedì 1 agosto, martedì 6 agosto e lunedì 12 agosto h 20.30.

PREZZI: biglietto intero 10 € + 1 € di tessera associativa; biglietto ridotto under 12 7 € + 1 € di tessera associativa.

 

– Burlesque Circus (Sostegno del Battiferro 14 agosto)

Una sera di Ferragosto da vivere sul crinale della leggerezza, tra semplicità e atmosfere oniriche. Questo promette lo spettacolo in cartellone questa settimana al Sostegno del Battiferro, dove Gabriele Baldoni, nei panni di Brunone il sostegnarolo, e il BB Burlesque Ballet & C intratterranno l pubblico rimasto in città. Numeri musicali che incontreranno il teatro e l’arte del burlesque, in un ritorno alla rivista d’altri tempi, dal sapore felliniano e circense. Un inno alla bellezza e all’ironia d’altri tempi, impreziosito dalle coreografie di Claudio Rota. 

ORARI: h 21.

PREZZI: ingresso libero con consumazione minima di 7 €.

 

– La Filuzzi in Piazza (Piazza Maggiore 14 agosto)

La tradizione danzerina bolognese è pronta a rivivere su un palco d’eccezione. Sul crescentone della piazza simbolo di Bologna grandi interpreti del ballo petroniano e della Filuzzi si ritroveranno per intrattenere il pubblico d’agosto, dall’Orchestra Massimo Budriesi all’Orchestra Barbara Lucchi & Massimo Venturi, passando per Marco Marcheselli con il suo organino, Fausto Carpani, pronto a incantare con il dialetto cantato, e Carlo Pelagalli e il suo racconto per immagini. A impreziosire la serata presentata da Mauro Malaguti sarà la partecipazione di Andrea Mingardi.

ORARI: h 21.30.

PREZZI: ingresso gratuito. 

 

– Tempoest (Piazza Verdi 21 agosto)

Le lucide e poetiche parole del Bardo per guardare nel dettaglio un presente fatto di tempeste metaforiche e naufragi reali. Lo spettacolo scritto da Andrea Stanisci e Gabriele Duma – quest’ultimo curatore anche della regia e interprete -, partendo dal dramma shakespeariano, creerà un ponte con il mondo di oggi. Dalla disperazione di Caliban alla struggente saggezza di Prospero, la violenza e il potere che dominano l’umanità e La Tempesta prenderanno forma sul palco, alla volta di un viaggio che avrà come meta la catarsi. A completare la ciurma Antonella Franceschini e Guido Sodo. mer 21 agosto

ORARI: h 21.30.

PREZZI: ingresso gratuito.

 

– Incanto indiano (Cortile del Teatro del Baraccano 22 agosto)

Tra teatro e musica continua la rassegna Atti Sonori che questa settimana darà spazio alle sonorità provenienti dal sub-continente indiano. Curata dall’Associazione Musa e dall’Associazione Java, la pièce in programma presso il Cortile del Teatro del Baraccano sarà animata dal violino classico di Anupriya Deotale e dalle percussioni indiane di Stefano Grazia che accompagneranno i movimenti ritmati di Giuditta de Concini e Marianna Biadene e la vocalità di Anna Pancaldi.

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto intero 12 €; biglietto ridotto Over 65, Under 26, Card Musei Metropolitani 10 €.

 

– Boris Vian. Il principe delle notti di Saint-Germain-des-Prés (Cortile del Teatro del Baraccano 25 agosto)

Un omaggio sentito a uno delle personalità più poliedriche del Novecento europeo, quello che Roberto Mercadini e Giangilberto Monti porteranno sulla scena del Cortile del Teatro del Baraccano in occasione di Atti Sonori. Jazzista, poeta, cantautore, romanziere e animatore culturale, Boris Vian tornerà in vita grazie alla doti cantautorali di Monti e all’arte affabulatoria di Mercadini, appassionatisi alle vicende del genio francese, accompagnati dalle note suonate dal vivo da Bati Bertolio e Marco Mistrangelo.

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto intero 12 €; biglietto ridotto Over 65, Under 26, Card Musei Metropolitani 10 €.

 

– Porchetta con Leali (Sostegno del Battiferro 24 agosto)

Sarà uno dei piatti della tradizione gastronomica italiana, il protagonista dello spettacolo in programma al Battiferro questa settimana. Guidato dal professor Rambaldo Pecorella e da Faldoni, suo fido assistente, il pubblico della rassegna estiva del Quartiere Navile intraprenderà un viaggio tra miti e sapori di un tempo, leggende e natura. Un itinerario tutto da gustare in occasione di San Bartolomeo con la distribuzione di pane, vino e porchetta, cucinata sul palco dalle sapiente mani della maga Circe.

Ingresso libero, con consumazione minima richiesta € 7.00

ORARI: h 21.

PREZZI: ingresso libero con consumazione obbligatoria 7 €.

 

– Figli di una cavalcata (Piazza Verdi 28 agosto)

Le vite di tanti e tante che incontrano quella del Minotauro, figura lontana nel tempo, chiusa in un labirinto mitico che, tuttavia, dialoga con il presente. Questo è il cuore della performance che Gruppo Elettrogeno porta nella centralissima piazza del centro di Bologna. Tredici performer – non vedenti, vedenti e ipovedenti – che daranno voce e corpo a esistenze orgogliose, provenienti da lontano e da vicino, accomunate dall’orgoglio della ribellione e dell’eroismo. Liberamente tratto da Il Minotauro di Friedrich Dürrenmatt, la performance vede in cabina di regia Martina Palmieri, autrice anche dei testi.

ORARI: h 20.30, h 21.30, h 22.30.

PREZZI: ingresso gratuito.

 

– Ai romani piaceva la biga (Sostegno del Battiferro 29 agosto)

Sarà un tuffo nell’erotismo goliardico e popolare, quello proposto dal cantattore felsineo Gian Marco Basta, in scena al Sostegno del Battiferro questa settimana. Dalle Canzoni della Mala di Dario Fo e Giorgio Strehler a quelle erotiche di Georges Brassens, passando senza soluzione di continuità alle composizioni studentesche e ai doppi sensi di autori come Enzo Jannacci e Paolo Rossi. Una performance tutta da ridere, che vedrà l’autore e regista sul palcoscenico accompagnato, oltre che dalla sua fida chitarra, anche dall’attrice Alida Toschi e dal musicista M. Claudio Giovannini.

ORARI: h 21.

PREZZI: ingresso libero con consumazione obbligatoria minima di 7 €.

 

– Mistero Buffo (Piazza Verdi 31 agosto)

Un omaggio sentito a uno degli autori più rappresentativi del Novecento e al capolavoro che ha dato i natali al teatro di narrazione. A cinquant’anni dal suo debutto sulle scene, il capolavoro di Dario Fo tornerà, infatti, a intrattenere il pubblico con il suo ammaliante grammelot e le vicende tratte dalla vita di Gesù e dai vangeli apocrifi. Interpretato da Mario Pirovano, lo spettacolo riprenderà alcuni dei pezzi più celebri scritta dal Premio Nobel, da La nascita del Giullare a La fame dello Zanni, fino a Bonifacio VIII. Un appuntamento da non perdere per gli amanti del teatro.

ORARI: h 21.30.

PREZZI: ingresso gratuito.

 

– DolceVita (Palazzo Re Enzo 20 luglio – 31 agosto)

Una splendida cornice, una delle personalità più rappresentative della comicità regionale e tanta cura per i dettagli, per accompagnare i turisti e non solo nella Storia bolognese e della penisola. Questi sono i presupposti alla base dello spettacolo che esordirà questo weekend nel duecentesco palazzo nel centro della città delle Due Torri. Ideato da Paolo Cevoli, che comparirà nei panni del donnaiolo Re Enzo, il testo diretto da Daniele Sala ripercorrerà i gesti caratteristici degli italiani, tra visite guidate all’interno della struttura e canzoni di ieri oggi, grazie al talento interpretativo di Silvia Donati, Daniela Galli e Barbara Giorgi. Il tutto in un inglese fruibile anche dagli autoctoni per la sua semplicità.

DURATA: 75’.

ORARI: venerdì, sabato e domenica fino al 31 agosto h 19.15.

PREZZI: biglietto intero 15 €; biglietto ridotto under 12 10 €.

 

– Sono Hortensia e mi è toccato di sposarmi (Parco di Villa Ghigi 3 settembre)

Un’atmosfera floreale, intrisa d’amore e divertimento, quella che promette di portare sul palco la compagnia la Piccola commedia da giardino con lo spettacolo in cartellone nella suggestiva cornice del Parco di Villa Ghigi. Dagli abiti fioriti ai profumi inebrianti, passando per colpi di scena e sorprese, il matrimonio della protagonista sarà al centro del testo interpretato da un folto cast tutto al femminile e transgenerazionale. Un’occasione per trascorrere una serata estiva nel segno della risata circondati dalle bellezze naturali. 

ORARI: h 20.

PREZZI: ingresso gratuito con tessera dell’Associazione Studio Aspide al costo di 5 €.

 

– Eredi Eretici (Istituto Penale per Minorenni 3 – 6 settembre)

Padri e figli, rapporti complessi e conflittuali trasformati in materia magmatica e drammaturgica. Il regista Paolo Billi, con la collaborazione di Elvio Pereira de Assunçao, torna a Bologna, dopo il debutto a inizio anno all’Arena del Sole, con lo spettacolo frutto del lavoro fatto con l’Istituto Penale Minorenni della città. Saranno infatti minori e giovani adulti detenuti nella struttura, con il supporto delle attrici di Botteghe Moliére, a portare in scena le parole nate nei diversi laboratori tenutisi durante il 2018, che si mescoleranno con quelle di celebri figli, da Wolfgang Amadeus Mozart a Franz Kafka, da Karl Marx a Giacomo Leopardi

ORARI: martedì 3, mercoledì 4, giovedì 5 e venerdì 6 h 21.

PREZZI: ingresso unico 10 €.

 

– Così fan tutte (Unipol Auditorium 3 settembre)

Qual è il confine tra finzione e realtà? Quali e quante maschere si indossano quotidianamente e nel corso di un’intera vita? Queste sono le domande alla base del reading che Fabrizio Bentivoglio porterà sul palcoscenico dell’auditorium felsineo. Accompagnato dalle note suonate al pianoforte da Francesca Giovannelli, l’intenso interprete presterà la sua voce all’opera mozartiana, tra comicità amara e capovolgimenti di fronte, inganni e superficialità.

ORARI: h 21.15.

PREZZI: ingresso gratuito.

 

– Canal Burlesque Anni 80 (Sostegno del Battiferro 5 settembre)

 Prosegue ll racconto della storia bolognese e dello storico Navile con questa ultima tappa del viaggio condotto dalle performer di BB Burlesque Ballet e da Gabriele Baldoni. Nei panni di Brunone il Sostegnarolo, l’attore accompagnerà il pubblico tra le vicende del decennio che ha segnato la città con il terrorismo nero e la Uno Bianca, con i tentativi di chiudere il canale da parte dell’archistar Kenzo Tange e l’attivazione del depuratore di Corticella. Un percorso a ritroso nel tempo che permetterà di riscoprire aneddoti del passato. 

ORARI: h 21.

PREZZI: ingresso gratuito con consumazione minima di 7 €.

 

– L’Artusi, bollito d’amore (Giardino di Villa delle Rose 11, 12, 13 e 15 settembre)

La Firenze di fine Ottocento, il libro di cucina più famoso della cucina italiana e la storia della sua nascita, tra profumi invitanti e battute fulminanti. A Vito e Maria Pia Timo toccherà il compito di portare sul palco bolognese le vicende di Pellegrino Artusi, romagnolo illustre, e della sua governante Marietta. Mescolando fantasia e dati storici, i due interpreti daranno vita a un esilarante duetto che cercherà di fare luce, divertendo, sulla nascita del celebre La Scienza in cucina e l’Arte di mangiar bene. Scritta da Roberto Pozzi e diretta da Alessandro Benvenuti, una commedia tutta da gustare inserita nella rassegna estiva aBOccAperta

ORARI: mercoledì 11, giovedì 12, venerdì 13 e domenica 15 settembre h 21.

PREZZI: biglietto intero 15 €.

 

– [gæp] Cos’è un GAP? (Le Serre dei Giardini Margherita 12 settembre)

Una sessione di gioco, un campo di combattimento letterario in cui esplorare se stessi e interrogarsi su dove possa essere il proprio spazio segreto di Resistenza. Fiorenza Menni e Andrea Mochi Sismondi, cuori pulsanti di Ateliersi, sono partiti da Il sentiero dei nidi di ragno, primo romanzo di Italo Calvino, per organizzare un percorso ludico in cui coinvolgere direttamente il pubblico. Nei panni del giovane Pin – monello vagabondo protagonista del romanza – Marco Mochi Sismondi, figlio della coppia teatrale che, dialogando con il testo calviniano, guiderà spettatori e spettatrici alla rivolta. Ad accompagnarlo sul palcoscenico l’interprete Eugenia Delbue e le musiche di Hazina Francia e Vincenzo Scorza.

ORARI: h 19.

PREZZI: ingresso gratuito.

 

– Ammore e niente cchiù (Unipol Auditorium 12 settembre)

Sarà un omaggio personale e a tutto tondo della maschera più divertente del Novecento italiano, quello che Michele Mirabella proporrà all’ombra delle Due Torri. Prendendo spunto dalle parole dello stesso Principe Antonio De Curtis, dalle lettere ai diari, passando per le testimonianze familiari, l’autore, interprete e regista ripercorrerà le vicende umane di Totò, per fornirne un ritratto profondo e sentito.

ORARI: h 21.15.

PREZZI: ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

 

– Animenude: passeggiate teatrali in Certosa (Complesso monumentale della Certosa 31 agosto e 14 settembre)

Letteratura e teatro, in un incontro generativo per riflettere sulla brevità e fragilità dell’esistenza umana. Torna il recital scritto, diretto e interpretato da Alessandro Tampieri che, dopo il successo dello scorso anno, continuerà ad attraversare i suggestivi spazi del museo a cielo aperto bolognese. Un percorso tutto nuovo che metterà la platea di fronte alla vita e alla sua caducità, grazie alle storie tratte dai grandi classici della produzione letteraria italiana. Curata da Rimachèride, l’appuntamento si inserisce nel cartellone estivo del cimitero bolognese.

ORARI: sabato 31 agosto h 21; sabato 14 settembre h 20.30.

PREZZI: biglietto intero 10 €.

 

– In the pleasant Cemetery at Bologna (Cimitero della Certosa 15 settembre)

Uno dei musei a cielo aperto della Turrita, affascinante e suggestivo, raccontato attraverso lo sguardo di uno degli autori britannici più amati della storia della letteratura. Questo è il cuore della performance itinerante che l’Associazione culturale Correnti d’Arte proporrà all’interno del Cimitero Monumentale della Certosa. Ispirata dal racconto che Dickens pubblicò nel 1844, all’indomani della sua visita bolognese, la visita guidata tra le scenografiche architetture seguirà le note musicali suonate da Laura Comuzzi, Stefania Megale, Francesco Paolino, Marco Venturi, Diego Devincenzi, Massimiliano Amatruda, Mario Martignoni.

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto unico 12 €.

 

Etichette: