Pubblicato in: Teatro

Spettacoli a Bologna in Estate: dal Museo della Memoria di Ustica al Battiferro

Spettacoli Bologna Estate 2019
Andrea Cosentino in "I primi passi sulla luna"

Ufficialmente arrivata, l’estate porta a Bologna un clima adatto per godere del teatro anche nei molti spazi esterni che la città offre, tra piazze, strade e parchi. Dal circo al recital, passando per le rievocazioni storiche, anche in questa stagione la produzione drammaturgica non accenna a fermarsi. Per orientarsi ecco il nostro stagionale spiegone teatri con gli appuntamenti da non perdere nelle prossime settimane.

 

Spettacoli a Bologna in estate

– Il primo canale non si scorda mai (Battiferro 17 luglio)

Le abitudini, le tradizioni e le storie di chi ha vissuto sugli argini del canale Navile saranno le assolute protagoniste dello spettacolo in programma al Battiferro questa settimana. Grazie alla presenza scenica della zdàura Onorina Pirazzoli, il pubblico potrà rivivere le vicende degli abitanti della zona attraverso le lettere originali e le voci della platea. Ad accompagnare l’arzilla vecchina sul palco saranno Mauro Tolomelli e Stefano Gardini, del Comitato Salviamo il Navile, e Gabriele Bernardi e Mauro Trigari dell’Oasi dei Saperi, che offriranno una panoramica a tutto tondo della vita del quartiere felsineo. La performance, inserita nella rassegna Un etto di Bologna, sarà preceduta dalla visita guidata al Museo del Patrimonio Industriale. 

ORARI: h 21.

PREZZI: ingresso libero con consumazione minima richiesta a 7 €.

 

– Volo IH 870 (Parco della Zucca 17 luglio)

Un flusso di immagini, suoni, parole che si fanno arte per fare entrare il pubblico nelle ultime ore prima della tragedia. A questo punta la performance di videoarte dedicata alla strage di Ustica a cura di Silvia Grandi in calendario questa settimana negli spazi antistanti al Museo per la Memoria di Ustica. Tre atti che, attraverso diverse forme espressive, daranno l’occasione alla platea di vivere emozioni forti. Accompagnati Infatti dalle composizioni musicali eseguite dal vivo da John De Leo, Igor Imhoff – con le sue animazioni digitali -, Saul Saguatti e Audrey Coïaniz della Basmati Film – che uniranno visualizzazioni liquide ad animazioni cartacee eseguite in diretta -, e Alberta Pellacani – che in Onde affronterà ciò che avvenne dopo che le acque inghiottirono l’aereo – ricostruiranno in maniera autoriale ciò che accadde durante quel tragico 27 giugno 1980. 

ORARI: h 21.30.

PREZZI: ingresso a offerta libera.

 

– DolceVita (Palazzo Re Enzo 20 luglio – 31 agosto)

Una splendida cornice, una delle personalità più rappresentative della comicità regionale e tanta cura per i dettagli, per accompagnare i turisti e non solo nella Storia bolognese e della penisola. Questi sono i presupposti alla base dello spettacolo che esordirà questo weekend nel duecentesco palazzo nel centro della città delle Due Torri. Ideato da Paolo Cevoli, che comparirà nei panni del donnaiolo Re Enzo, il testo diretto da Daniele Sala ripercorrerà i gesti caratteristici degli italiani, tra visite guidate all’interno della struttura e canzoni di ieri oggi, grazie al talento interpretativo di Silvia Donati, Daniela Galli e Barbara Giorgi. Il tutto in un inglese fruibile anche dagli autoctoni per la sua semplicità.

DURATA: 75’.

ORARI: venerdì, sabato e domenica fino al 31 agosto h 19.15.

PREZZI: biglietto intero 15 €; biglietto ridotto under 12 10 €.

 

– Primi passi sulla luna (Ai 300 Scalini 20 luglio)

Una riflessione sul vero e sul falso, attraverso il tempo e lo spazio, tra surrealtà e comicità. Sono questi gli ingredienti della performance che Andrea Cosentino presenterà sabato Ai 300 Scalini, sui colli bolognesi. Partendo dalla propria intimità, anche questa celata dietro un velo onirico, l’autore e interprete affronterà il primo allunaggio, la creazione della prima Barbie, la morte di Kubrick, la caduta delle torri gemelle, grazie a improbabili caratteri dall’accento viterbese, in un divertissement tutto da seguire. 

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto intero comprensivo di Aperitivo del Cosmonauta 12 €. Prenotazione consigliata chiamando al 3476457189 o scrivendo a info.teatrodeimignoli@gmail.com. 

 

Nelle settimane precedenti 

– Wanda Circus (Villa Serena 20 – 30 giugno)

L’arte circense è pronta a invadere la città con tanto divertimento e stupore rivolte a tutta la famiglia. Infatti il Wanda Circus porterà il suo caleidoscopico tendone da circo nella suggestiva cornice di Villa Serena fino alla fine del mese. Tra clown, avventure fiabesche, acrobati ed evoluzioni da lasciare senza fiato, grandi e piccini potranno vivere un viaggio fatto di stupore e magia, senza dimenticare la dolcezza tipica dei luna park, grazie all’immancabile zucchero filato. 

DURATA: 480’ circa.

ORARI: giovedì 20, venerdì 21, sabato 22, domenica 23, giovedì 27, venerdì 28, sabato 29 e domenica 30 giugno h 16.

PREZZI: ingresso a offerta libera.

 

– Animenude: passeggiate teatrali in Certosa (Complesso monumentale della Certosa 27 giugno)

Letteratura e teatro, in un incontro generativo per riflettere sulla brevità e fragilità dell’esistenza umana. Torna il recital scritto, diretto e interpretato da Alessandro Tampieri che, dopo il successo dello scorso anno, continuerà ad attraversare i suggestivi spazi del museo a cielo aperto bolognese. Un percorso tutto nuovo che metterà la platea di fronte alla vita e alla sua caducità, grazie alle storie tratte dai grandi classici della produzione letteraria italiana. Curata da Rimachèride, l’appuntamento si inserisce nel cartellone estivo del cimitero bolognese.

ORARI: h 21.30.

PREZZI: biglietto intero 10 €.

 

– DC vero? (Museo per la Memoria di Ustica 27 giugno)

Restaurare la memoria, fisicamente e metaforicamente, per portarla a galla e restituirla alla collettività attraverso gesti e parole colme d’amore e di cura. Questo è il cuore del progetto diretto da Bruno Cappagli della compagnia La Baracca – Testoni Ragazzi in occasione dell’anniversario della Strage di Ustica. Un atto unico vedrà in scena 50 studenti, provenienti dal Liceo Scientifico Copernico di Bologna, dal Liceo Scientifico Galilei di Palermo e dal Corso di Restauro dell’Accademia di Belle Arti, che si concentreranno su ciò che il mare ha ancora nella sua pancia e su come riportarlo sulla terra ferma. Accompagnati dalle musiche composte dagli e dalle studenti del Liceo Musicale Dalla di Bologna, i ragazzi e le ragazze sul palco coinvolgeranno la platea in un viaggio di recupero, pulizia ed emersione di ciò che Ustica ha rappresentato e rappresenta ancora oggi. Un progetto composito e complesso promosso dal Ministero dell’Istruzione, dall’Università e della Ricerca e realizzato anche con il contributo dell’Assemblea Legislativa Emilia-Romagna.

ORARI: h 21.30

PREZZI: ingresso a offerta libera.

 

– Battaglia dell’8 agosto 1848 (Luoghi vari 29 e 30 giugno)

Saranno due giornate intense e ricche di storia, quelle in programma per le strade e le piazze del capoluogo felsineo. Questa settimana, infatti, l’Associazione 8cento, in collaborazione con il Museo civico del Risorgimento, rievocherà la cacciata definitiva dell’esercito austriaco dalla città di Bologna. Un lungo percorso che, dalle ore 11.30 di sabato 29 con la promenade storica da Piazza Carducci al Parco della Montagnola, animerà lo spazio pubblico con performance in costume per una due giorni coinvolgenti. Numerose le tappe in programma, come la parata militare e il corteo storico che sfileranno per via dell’Indipendenza fino a Piazza del Nettuno, previste sabato alle ore 15, o la rievocazione degli scontri in osteria tra soldati austriaci e cittadini in Piazza Santo Stefano, alle ore 17 sempre sabato, fino al culmine degli eventi che si svolgerà in Piazza 8 agosto domenica 30 alle ore 16, ovvero la rievocazione della battaglia con trecento figuranti in abiti storici e uniformi, fucili a salve e macchine sceniche. Un appuntamento che fa parte della rassegna Bologna da quel momento fu libera. Bologna 1848-1859

PREZZI: ingresso gratuito.

 

– L’Italiana in Algeri (Teatro Comunale di Bologna 9 – 14 luglio) 

Continuano le incursioni del Teatro Comunale di Bologna nel repertorio rossiniano. Questa settimana l’appuntamento è con l’opera buffa dai sapori orientaleggianti, grazie al nuovo allestimento della composizione che debuttò a Venezio nel 1813. Le vicende dell’italiana Isabella, in viaggio verso Algeri alla ricerca dell’amato Lindoro, e della sua schiavitù alla corte di Mustafà, bey della città, allieteranno nuovamente la platea felsinea. Prodotto dal teatro bolognese con Auditorio de Tenerife, lo spettacolo lirico scritto da Angelo Anelli vedrà in cabina di regia Giorgia Guerra, con l’orchestra diretta da Nicolas Nägele. 

DURATA: 170’.

ORARIO: martedì 9, giovedì 11, venerdì 12 h 20; mercoledì 10, sabato 13 luglio h 18; domenica 14 h 15.30.

PREZZI: biglietto platea e palco centrale I – II ord. intero 52,50 €; biglietto platea e palco centrale I – II ord. ridotto Under 30 26,25 €; biglietto palco laterale I – II ord. e palco centrale III – IV ord. intero 42,00 €; biglietto palco laterale I – II ord. e palco centrale III – IV ord. ridotto Under 30 21,00 €; biglietto palco laterale III – IV ord. intero 31,50 €; biglietto palco laterale III – IV ord. 15,75 €.

 

– Canto degli esclusi concertato a due per Alda Merini (Giardini di Piazza Sergio Vieira de Mello 9 luglio)

Due voci che, al ritmo dei versi di una delle più amate poete italiane, si fonderanno in un suono unico. Alessio Boni e Marcello Prayer sono infatti attesi questa settimana nel giardino del CUBO Unipol per rendere omaggio ad Alda Merini. Declamando le sue parole i due interpreti condurranno il pubblico in viaggio nell’intimità di una donna dalla vita travagliata e dai sentimenti complessi, capace di entrare in contatto con lettori e lettrici di tutto il mondo.

ORARI: h 21.15.

PREZZI: ingresso gratuito

 

– La scatola nera (Museo per la Memoria di Ustica 10 luglio)

Uno sguardo verso l’alto, verso il cielo che diventa memoria, personale, duplice e collettiva. Un dittico a due voci, quello che Roberto Latini presenterà nel corso di questa settimana presso il Museo dedicato alla strage di Ustica. Curatore della drammaturgia, della regia e voce narrante, l’artista sarà accompagnato in questo percorso da Ilaria Draghi, con la quale modulerà le parole alternandole alle musiche e ai suoni di Gianluca Misiti. Un viaggio nel ricordo, tra alto e basso, cielo e terra, per registrare tutto quello che è avvenuto, come una scatola nera che nulla dimentica.

ORARI: h 21.30

PREZZI: ingresso a offerta libera con prenotazione obbligatoria allo 0516496627 o a mamboedu@comune.bologna.it

 

– La cité des tiroirs (DAMSLab Teatro 11 luglio)

Corpi in movimento alla spasmodica ricerca di un luogo perduto, in cui tornare alla natura incontaminata. In occasione di ZED – Festival Internazionale di Videodanza, Alain El Sakhawi e Valeria Zampardi del Collettivo QBR presenteranno infatti la performance dedicata al luogo che in molti credono possa riportare l’umanità in contatto con il cosmos. Uno spazio in cui poter esplorare i limiti dell’umano, attraverso i corpi e le evoluzioni di danzatori pronti a mettersi in gioco davanti al pubblico bolognese.

DURATA: 20’.

ORARI: h 21.45.

PREZZI: biglietto 12 €. Prenotazione da effettuare sul sito.

 

– Left + Quimera (Teatro Arena del Sole 12 luglio)

Un doppio percorso con un unico obiettivo: esplorare il magmatico mondo interiore del sé. Nua Dance proporrà sul palcoscenico dell’Arena del Sole di Bologna un dittico dal linguaggio multiforme, che mescolerà performance dal vivo e videodanza. Una prima parta che indagherà l’auto-giudizio e le insicurezze generate da una modernità produttrice di costanti aspettative sociali, alla quale farà da controcanto un ideale secondo atto dove Sarah Dowling, Daniel Phung, Tori McGrory, Nich Galzin e Neus Gil Cortés – anche coreografo e regista – accompagnerà la platea in un viaggio alla scoperta di un eroe urbano, un contemporaneo Don Chisciotte in lotta con la città. 

ORARI: h 21.45.

PREZZI: biglietto 12 €. Prenotazione da effettuare sul sito.

 

Etichette: