Pubblicato in: Teatro

Spettacoli teatrali a Bologna a Maggio: dal Dehon all’Arena del Sole

spettacoli bologna maggio 2018
32 Rue Vandenbranden - Foto di Herman Sorgeloos

Non sapete cosa fare nel vostro weekend e cercate consigli su come passare una serata all’insegna della cultura? Ecco giungere in soccorso lo #spiegoneteatri di Bologna Weekend, che vi segnala alcune opere teatrali in calendario in città nel corso delle prossime settimane.

Ecco cosa vedere a teatro nel mese di Maggio.

 

Spettacoli a Bologna a Maggio 2018

– Il Piave mormorava (Complesso monumentale della Certosa 24 maggio)

Cento anni di memoria, da ripercorrere attraverso le parole di chi la Grande Guerra l’ha vista coi propri occhi. Questo è il cuore dello spettacolo che la compagnia La Baracca – Testoni Ragazzi metterà in scena nel suggestivo scenario del cimitero monumentale di Bologna. Dai versi di Ungaretti alle pagine di Lussu, Remarque e Latzko, passando per i canti popolari, la pièce attingerà alla letteratura del tempo per raccontare il pacifismo che nacque come risposta alla Prima Guerra Mondiale che sconvolse il mondo intero. Un appuntamento che promette di rivolgersi a tutte le generazioni.

ORARI: h 18.30.

PREZZI: biglietto unico 12 €.

 

– Ballo al centro (Piazza Verdi 9 e 23 maggio)

Culture vicine e lontane, nel tempo e nello spazio, si incontrano al centro di una piazza che si trasformerà in una pista da ballo a cielo aperto. Questo è l’obiettivo degli ultimi due appuntamenti dedicati alle danze popolari provenienti non solo dall’Italia, ma anche dal resto d’Europa, per lanciarsi in un viaggio alla scoperta delle radici meticce del continente e dei suoi popoli. Ideale per esperti e principianti, l’iniziativa organizzata da La Nottola Aps-Asd, in collaborazione con Giovani Danzatori Bolognesi, E bene Venga Maggio, Filuzzi is Back, Simone Pistis, Archam, Suonatori della Valle del Savena, Osteria del Mandolino, Reno Folk Festival, darà spazio anche a storie di prima mano e approfondimento storico.

ORARI: mercoledì 9 e mercoledì 23 h 19.30.

PREZZI: ingresso gratuito.

 

– Maestro Rossini, in cucina! (Museo Davia Bargellini 25 maggio)

Musica e cibo, storia e cultura, si incontrano nel gustoso spettacolo che il Trio Sensibilia dedica a Gioachino Rossini. Mettendo insieme le composizioni del maestro con i carteggi tra lui e il suo caro amico Antoin Careme, tra i massimi chef del tempo, la voce di Alessandra Vicinelli, il flauto di Chiara Cesari e il pianoforte di Silvia Orlandi guideranno la platea felsinea attraverso un itinerario fatto di prelibatezze sonore e gastronomiche per raccontare le due grandi passioni del compositore pesarese. A impreziosire la performance il talento dell’attore Marino Bellini, con la serata che proseguirà lungo le sale del museo, alla scoperta dei suoi capolavori.

ORARI: h 21.

PREZZI: ingresso gratuito.

 

– 32 rue Vandenbranden (Teatro Arena del Sole 25 e 26 maggio)

Monti rocciosi, un cielo che pare infinito, due abitazioni claudicanti e la solitudine di una comunità fatta di giovani in cui tutto è narrato attraverso il movimento. Scenografia e coreografia si fondono nello spettacolo di teatro-danza che Peeping Tom, compagnia belga guidata da Gabriela Carrizo e Franck Chartier, porterà sotto le Due Torri in questo ultimo fine settimana di maggio. Ispirata al capolavoro di Shohei Imamura La ballata di Narayama, la performance vedrà sei danzatori raccontare, con i loro corpi e gesti che interagiranno direttamente con le scene ideate da Nele Dirckx, Yves Leirs e Frederik Liekens, le difficoltà vissute dalle nuove generazioni nel disegnare nuovi scenari di vita, ostacolate dai legami con le proprie radici e le culture d’origine.

DURATA: 80’.

ORARI: venerdì 25 h 21 e sabato 26 h 19.30.

PREZZI: biglietto platea intero 28€; biglietto platea ridotto Coop, Conad, Over 60, Tper 22,40€; biglietto platea ridotto ERT 19,60€; biglietto platea ridotto Under 29 15,12€; biglietto palco e barcaccia intero 23,52€; biglietto palco e barcaccia ridotto Coop, Conad, Over 60, Tper, ERT 17,92€; biglietto palco e barcaccia ridotto Under 29 11,50€; biglietto galleria e barcaccia intero 13,50€; biglietto galleria e barcaccia ridotto Coop, Conad, Over 60, Tper, ERT 10,50€; biglietto galleria e barcaccia ridotto Under 29 8,50€.

 

– Gran ballo dell’Unità d’Italia (Piazza Carducci 26 maggio)

È dedicata a Gioachino Rossini la ventiduesima edizione di uno degli appuntamenti ormai più iconici della città felsinea. Le atmosfere ottocentesche, tra vestiti e balli d’epoca, rivivranno nella piazza del centro cittadino grazie all’Associazione 8cento e ai suoi centoventi danzatori. Mazurke e valzer, quadriglie e polke per tracciare le tappe di una vita avventurosa, quella del compositore marchigiano, fatta di brucianti passioni – per la musica, il cibo e le donne – e dolori indicibili – la depressione e la bipolarità. Uno spettacolo da non perdere per gli amanti della storia e della danza, che proseguirà lungo le sale del Museo Civico del Risorgimento, aperte per l’occasione.

DURATA: 90’.

ORARI: h 18.30.

PREZZI: ingresso gratuito.

 

– Nei secoli fedele (Teatro Dehon 25 – 27 maggio)

Un omaggio sentito e accorato all’Arma dei Carabinieri, quello che Piero Ferrarini porterà in scena al Teatro Dehon con la Compagnia Teatroaperto. Due atti in cui il corpo militare verrà raccontato nella sua evoluzione, attraverso un filo rosso che dal passato risorgimentale, con le sue storie di eroici carabinieri, porterà direttamente al presente fatto di missioni di pace all’estero. Un recital che darà spazio alla giustizia e all’armonia sociale, valori che hanno reso l’Arma uno dei soggetti più rappresentati nella storia culturale del Bel Paese, e che rappresenta la prima tappa di Historiae, il progetto che il drammaturgo e regista dedicherà alla storia d’Italia.

ORARI: venerdì 25 e sabato 26 h 21; domenica 27 h 16.

PREZZI: biglietto intero 23 €; biglietto ridotto Coop, Circoli convenzionati, Family Card 19 €; biglietto ridotto Over 65, Carta DOC 17 €; biglietto ridotto Studenti, Comuni Convenzionati 13 €.

 

Nelle settimane precedenti

– Di bocca in bocca (Pinacoteca Nazionale di Bologna 4 maggio)

Un museo, la sua collezione e venti cittadini chiamati a interagire con le opere che raccontano i secoli dell’arte cittadina. Questi sono gli ingredienti dell’azione performativa che Fiorenza Menni e Andrea Mochi Sismondi di Ateliersi hanno realizzato partendo dal rapporto instaurato tra i partecipanti e i quadri presenti nelle sale dell’istituzione bolognese. Un percorso lungo tre incontri, in cui i due performer hanno chiesto ai presenti di relazionarsi, emotivamente e fisicamente, con i quadri di Giotto e Guido Reni, dei Carracci e del Guercino. Da questa esperienza è nato l’appuntamento finale in programma questa settimana nelle sale espositive dell’istituzione felsinea, un progetto pilota che dalla Zona Universitaria promette di raggiungere tutti i musei di Bologna.

DURATA: 60’.

ORARI: h 18.45 e 21.15.

PREZZI: biglietto gratuito con biglietto della Pinacoteca Nazionale di Bologna e Card Musei Metropolitani.

 

– Patria Puttana (Teatro Arena del Sole 4 maggio)

Enzo Moscato torna sotto i portici bolognesi per portare in scena le figure femminili ritratte nella sua lunga carriera. Sul proscenio insieme a Cristina Donadio e Giuseppe Affinito, il regista e drammaturgo napoletano guiderà il pubblico in un’antologia abitata dalle prostitute che hanno attraversato la sua produzione, da Pièce noire a Trianon, passando perRagazze sole con qualche esperienza e Bordello di mare e di città. Un viaggio dedicato alle donne, mercificate e libere, biologiche e costruite con determinazione, in un mondo che le relega ai margini e cerca di renderle dipendenti, raccontato con uno stile da sempre caratterizzato, al contempo, da malinconia e divertimento.

ORARI: h 20.30.

PREZZI: biglietto platea e palco intero 16,80 €; biglietto platea e palco ridotto Coop, Conad, Over 60, Tper, Ert 12, 50 €; biglietto platea e palco ridotto Under 29 8,50 €.

 

– Dialoghi con Trilussa (Teatro Ridotto 4 maggio)

Una romanità verace, lontana nel tempo, da guastare attraverso le parole di uno dei suoi simboli più fulgidi. È dedicato al poeta Trilussa lo spettacolo in cartellone al Teatro Ridotto di Bologna e che vedrà assoluta protagonista Daniela Regnoli. Un costante scambio di battute in versi, in cui l’attrice, diretta da Pino Di Buduo, dialogherà con la platea immergendosi nelle atmosfere capitoline del secolo scorso puntellate di sarcasmo e ironia. Tra amori tormentati e nonne comiche, un ventaglio di personaggi, situazioni ed emozioni che punterà a coinvolgere il pubblico di tutte le età.

DURATA: 90’.

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto intero 10 €; biglietto ridotto Coop, Arci, Youngercard, Carta Doc, AICS, Card Musei Metropolitani 8 €.

 

– Far finta di essere G… (Teatro Il Celebrazioni 5 maggio)

Sono Giorgio Gaber e Sandro Luporini gli assoluti protagonisti dello spettacolo che Davide Calabrese e Lorenzo Scuda porteranno sul palcoscenico del teatro felsineo. Un sentito omaggio al talento musicale e autoriale della coppia, fatto di musica e teatro, in cui i testi gaberiani verranno riletti dalla sensibilità del duo di interpreti, qui anche autori e registi. Immersa nei tipici contrasti della produzione del Signor G, dall’amarezza al divertimento, dall’ironia alla dolcezza, la pièce sarà l’occasione di apprezzare dal vivo un pezzo della cultura popolare del Novecento italiano.

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto intero 26 €; biglietto ridotto 24 €; biglietto smart 20 €.

 

– Le streghe di Eastwick (Teatro Duse 4 e 5 maggio)

A poco più di trent’anni dall’iconica trasposizione cinematografica con Jack Nicholson, Cher, Susan Sarandon e Michelle Pfeiffer, il musical luciferino giunge sotto le Due Torri. Diretto da Mauro SImone, l’allestimento prodotto da BSMT guiderà il pubblico tra le stregate atmosfere di Eastwick, per fare la conoscenza di Alexandra, Sukie e Jane, tre amiche annoiate dalla vita e determinate a trovare un uomo che le soddisfi, fino all’arrivo di Darryl, l’uomo che farà emergere i loro poteri magici. Un mix travolgente di pezzi musicali e situazioni divertenti, scritti da Dana P. Rowe e John Dempsey, in cui il cast si muoverà al ritmo delle coreografie di Gillian Bruce, con la direzione musicale di Shawna Farrell.

ORARI: venerdì 4 e sabato 5 h 21.

PREZZI: biglietto intero 18 €; biglietto ridotto Abbonati al Teatro Duse, Over 65, Under 29 15 €.

 

– L’illusionista (Teatro Il Celebrazioni 6 maggio)

Tra i talenti più fulgidi della nuova generazione di prestigiatori, Luca Bono approda nel porto bolognese per coinvolgere grandi e piccini in uno spettacolo che punta a lasciare ammaliati e senza fiato. Capace di laurearsi Campione italiano di magia ad appena 17 anni, l’illusionista venticinquenne si presenterà sul palco con il suo vissuto di ex-pilota di go kart e la sua giovane età, proponendo uno spettacolo che archivia il tradizionale immaginario del mago vestito di tutto punto per traghettare la platea nel terzo millennio. Uno stile accattivante e contemporaneo il suo, reso ancora più brillante dalla direzione artistica di Arturo Brachetti, qui nelle vesti di regista.

DURATA: 80’.

ORARI: h 17.

PREZZI: biglietto intero 28 €; biglietto ridotto Under 16, Over 65 20 €.

 

– Life. Una storia su Keith Richards (Teatro delle Moline 3 – 6 maggio)

Patti Smith, Marianne Faithfull e ora, anche, Keith Richards. L’album dei campioni del rock and roll che Angela Malfitano sta scrivendo si arricchisce di una nuova figura, quella del chitarrista e co-fondatore dei Rolling Stones. Dalla sua nascita nella Londra lavoratrice del ‘43, proprio nel corso dei bombardamenti nazisti, passando per la rivoluzione culturale del ‘68, fino ai giorni nostri, fatti di concerti di fronte a una platea con decine di migliaia di fan, la vita del pirata del rock diventa teatro in questa performance immersa nelle tormentate acque della seconda metà del Novecento, tra ribellioni e cambi repentini, tra bianco e nero e nuovi colori che diventano simboli di intere generazioni. Ad accompagnare in questa avventura l’interprete sarà Francesco Tozzi, giovane fan curioso di conoscere tutto del suo idolo.

ORARI: giovedì 3 e venerdì 4 h 20.30; sabato 5 h 20; domenica 6 h 16.30.

PREZZI: biglietto intero 14,56 €; biglietto ridotto Coop, Conad, Over 60, Tper, ERT 10,50 €; biglietto ridotto Under 29 7,50 €.

 

– Mon bel amour (Teatro Dehon 4 – 6 maggio)

L’amore che si spezza all’improvviso e il dolore che si trasforma in musica, cantato dalla voce più rappresentativa del popolo francese. Questo è il cuore dello spettacolo scritto da Sandro Toni e diretto da Piero Ferrarini che porta nuovamente in scena la relazione tra Edith Piaf e Marcel Cerdan. Durata poco più di un anno, la loro storia ebbe un tragico epilogo a causa dell’incidente aereo che coinvolse il pugile trentatreenne nella notte del 28 ottobre del 1949, mentre si stava dirigendo a New York per contendere il titolo di re dei pesi medi a Jake La Motta. Una tragedia che il “passerotto” di Francia sublimerà nella canzone Hymne à l’amour, preghiera rivolta all’uomo che le aveva dato il sollievo tanto cercato in una vita fatta di eccessi e tormenti. A dare corpo e voce ai due amanti saranno Aldo Sassi e Federica Tabori, che si muoveranno con i costumi curati da Renata Fiorentini tra le scenografie di Fabio Sottili, per un weekend da vivere all’insegna delle emozioni.

ORARI: venerdì 4 e sabato 5 h 21; domenica 6 h 16.

PREZZI: biglietto intero 23 €; biglietto ridotto Coop, Circoli convenzionati, Family Card 19 €; biglietto ridotto Over 65, Carta DOC 17 €; biglietto ridotto Studenti, Comuni Convenzionati 13 €.

 

– Nel fuoco della rivolta (Oratorio San Filippo Neri 9 maggio)

A cinquant’anni di distanza da quegli eventi, Francesca Mazza, con la collaborazione di Alessandro Saviozzi, porta sul palcoscenico felsineo i giorni di quel maggio che ha segnato il Novecento. Dalle occupazioni pacifiche del cortile della Sorbona e del cinema Odeon fino al fiume di manifestanti che si riversano per le strade di Parigi, le tappe del ‘68 diventano oggetto di una drammaturgia fatta di parole e musiche. Un pezzo in cui l’interprete cremonese racconterà luci e ombre di una rivoluzione che tentò di cambiare il mondo intero.

ORARIO: h 20.30.

PREZZI: ingresso gratuito.

 

– Corpo di stato. Il delitto Moro: una generazione divisa (Piazza del Popolo 9 maggio)

Un paese lacerato dalla violenza, le ultime settimane di un uomo di stato sacrificato in nome di un’ideologia, raccontate attraverso i pezzi di un puzzle doloroso impresso nella memoria. Marco Baliani, a vent’anni dalla prima messa in onda sulla tv pubblica e quarant’anni dal delitto di Aldo Moro, torna a rievocare quel corpo diventato il simbolo di una ferita generazionale. Lo farà nella suggestiva piazza antistante al Teatro Comunale Laura Betti di Casalecchio di Reno (Bo) dove, attingendo ai ricordi di quei giorni, tra volantini e dichiarazioni pubbliche, lettere e immagini della prigionia, si consumerà nuovamente questa sorta di rito laico.

ORARIO: h 21.

PREZZI: ingresso gratuito.

 

– Novantadue (Teatro Duse 10 maggio)

Due uomini, due solitudini che lottano per un’Italia migliore, contro tutto e contro tutti. Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e le loro vite sono il cuore dello spettacolo di Claudio Fava in cartellone questo mese al Duse. Accompagnati dalle note evocative delle canzoni del tempo, dalle composizioni di Hugo Race, Nils Frahm e Olafur Arnalds, gli attori Filippo Dini, Giovanni Moschella e Pierluigi Corallo daranno anima e corpo ai due eroi antimafia per eccellenza, circondati da un comparto tecnico ridotto ai minimi termini che amplificherà le emozioni vissute dai protagonisti.

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto platea intero 26 €; biglietto platea ridotto 23,50 €; biglietto platea mini 21 €; biglietto prima galleria e palchi intero 22 €; biglietto prima galleria e palchi ridotto 20 €; biglietto prima galleria e palchi mini 18,50 €; biglietto seconda galleria ridotto 18 €; biglietto seconda galleria 16 €; biglietto seconda galleria 15 €.

 

– Autobiografia di un picchiatore fascista (Oratorio San Filippo Neri 11 maggio)

La vita di un uomo che pare un romanzo, capace di attraversare il XX secolo e le sue ideologie, tra contraddizioni, cambi di rotta e obiettivi da raggiungere. Questo è il cuore del recital che Marco Brinzi si accinge a portare in scena questa settimana nella città delle Due Torri. Tratto dall’omonimo libro di Giulio Salierno, il monologo ricostruirà le vicende che portarono il sociologo dall’attivismo giovanile nel Movimento Sociale Italiano agli ideali marxisti, ai quali si avvicinò durante gli anni trascorsi in carcere tra Algeria e Italia, fino al disconoscimento per gli anni passati al fianco di Rauti e Almirante. Un materiale denso e ricco che l’attore e regista classe ‘82 userà per dialogare con il presente.

ORARIO h 20.30.

PREZZI: ingresso gratuito.

 

– Panorama (Teatri Arena del Sole 10 e 11 maggio)

Andare oltre i confini, oltre le barriere, con lo sguardo, con il movimento, con il proprio corpo. I Motus di Daniela Nicolò ed Enrico Casagrande tornano a riflettere, dopo l’acclamato MDLSX, sulla libertà delle persone di muoversi attraverso generi, culture, paesi. Attraverso le biografie dei performer della Great Jones Repertory Company, compagnia dell’East Village newyorkese, il duo di registi e drammaturghi – con il supporto di Erik Ehn e di un dispositivo visuale di ultima generazione – accompagnerà la platea alla scoperta di identità fluide e nomadi. Uno spettacolo immerso nell’oggi, che affronterà le derive nazionaliste e xenofobe con un linguaggio complesso per raccontare l’arte e la creatività di soggettività complesse.

ORARIO: giovedì 10 e venerdì 11 h 21.

PREZZI: biglietto platea intero 28€; biglietto platea ridotto Coop, Conad, Over 60, Tper 22,40€; biglietto platea ridotto ERT 19,60€; biglietto platea ridotto Under 29 15,12€; biglietto palco, palco reale e barcaccia intero 23,52€; biglietto palco, palco reale e barcaccia ridotto Coop, Conad, Over 60, Tper, ERT 17,92€; biglietto palco, palco reale e barcaccia ridotto Under 29 11,50€; biglietto galleria e barcaccia intero 13,50€; biglietto galleria e barcaccia ridotto Coop, Conad, Over 60, Tper, ERT 10,50€; biglietto galleria e barcaccia ridotto Under 29 8,50€.

 

– Dorian Gray. La bellezza non ha pietà (Teatro Il Celebrazioni 11 e 12 maggio)

Uno dei capolavori della letteratura di tutti i tempi, da apprezzare sotto una nuova veste, tutta da ascoltare e cantare. Promette questo lo spettacolo musicale incentrato sul Ritratto di Dorian Gray di Oscar Wilde, in scena proprio in questo fine settimana. Ideato, scritto e musicato da Daniele Martini, il musical calerà le vicende del dandy di fine Ottocento ossessionato dalla giovinezza nelle arie contemporanee fatte di sonorità orchestrali e rock. Sotto la direzione artistica di Rodrigo Basilicati, il cast composto da Federico Marignetti, Marco Vesprini e Thibault Servière si muoverà in scena accompagnato da giochi di luci e proiezioni, puntando a conquistare il pubblico di giovani e meno giovani.

ORARI: venerdì 11 h 21; sabato 12 h 16 e h 21.

PREZZI: biglietto I platea intero 44 €; biglietto I platea ridotto 38 €; biglietto II platea intero 33 €; biglietto II platea ridotto 29 €; biglietto balconata intero 26 €; biglietto balconata ridotto 22 €; biglietto ridotto studenti 15 €.

 

– Duplex 2018 (Teatro Dehon 11 e 12 maggio)

Due talenti della risata, due generazioni a confronto, uniti sul palco con un unico obifettivo: far divertire il pubblico in sala. Un appuntamento da non perdere, quello che vedrà Giuseppe Giacobazzi e Duilio Pizzocchi assoluti mattatori del proscenio. Il comico diventato famoso grazie ai suoi numeri sul palco di Zelig, tra battute sulla vita di tutti giorni e sull’attualità, duetterà in scena con uno degli storici cabarettisti felsinei, celebre per personaggi come Ermete Bonazzi, il camionista votato all’alta velocità, e Cactus, prototipo del giovane abitante delle piazze felsinee. A dirigere i due campioni saranno Andrea Sasdelli e Maurizio Pagliari, per due prime serate da non perdere per chi vuole trascorrere un weekend all’insegna della comicità.

ORARI: venerdì 11 h 21; sabato 12 h 21.

PREZZI: biglietto unico 30 €.

 

– Un atomo di verità. Serata in ricordo di Aldo Moro (Teatro Arena del Sole 12 maggio)

Storia privata e pubblica, mescolati per raccontare la tragedia di un uomo e quella di una nazione. Sarà una serata-evento quella che vedrà Marco Damilano trasformarsi in un moderno Virgilio che, ricostruendo le tappe del “Caso Moro” come già avvenuto nel suo ultimo omonimo libro, guiderà la platea lungo un viaggio fatto di parole e musica, immagini e documentazione. Mescolando le parole dello stesso statista con quelle di Pasolini e Sciascia, il direttore de L’Espresso tenterà non solo di ricostruire quei cinquantacinque giorni ma anche di tracciare le conseguenze di quella ferita che ha segnato l’Italia. Uno spettacolo che si avvarrà del patrimonio dell’Archivio Flamigni e che vedrà in cabina di regia Antonio Sofi.

ORARI: h 21.

PREZZI: ingresso gratuito.

 

– Tutto è bene quel che finisce (Teatro Arena del Sole 9 – 11 maggio)

L’eutanasia, la cosiddetta “dolce” o “buona” morte, è al centro dei tre capitoli che riporta quotidiana.com, compagnia di Rimini, nel capoluogo emiliano. Da sempre capaci di tratteggiare la complessità del reale, Roberto Scappin e Paola Vannoni – fondatori e animatori del gruppo romagnolo – si confronteranno con un tema quanto mai attuale attraverso tre quadri che scandiranno il prossimo fine settimana. Si partirà con L’anarchico non è fotogenico, duello dialettico-coreutico tra due cowboy sulle opinioni popolari, per poi proseguire con Io muoio e tu mangi!, riflessione sul diritto alla fine che vedrà protagonisti un padre sul punto di andarsene e la prole. La serie di tre appuntamenti si concluderà con Al centro di Lei è Gesù, in cui i due personaggi, riflettendo su un Cristo dalle fattezze femminili, indagano sulla possibilità delle donne di occupare gli spazi storicamente e socialmente abitati dagli uomini.

DURATA: 60’.

ORARI: mercoledì 9, giovedì 10 e venerdì 11 h 20.30.

PREZZI: biglietto platea e palco intero 16,80 €; biglietto platea e palco ridotto Coop, Conad, Over 60, Tper, Ert 12, 50 €; biglietto platea e palco ridotto Under 29 8,50 €.

 

– Muoio come un paese (Teatro delle Moline 15 – 18 maggio)

Un paese sotto assedio, attanagliato dalla paura dell’altro e dalla dittatura, pronto a rovesciare i suoi valori. A quarant’anni dalla sua pubblicazione, il testo di Dimitris Dimitriadis torna prepotentemente sulla scena, con il suo incedere vulcanico e inarrestabile. Diretto e interpretato da Francesca Ballico, l’allestimento in cartellone al Teatro delle Moline porterà il pubblico alla scoperta di una Grecia in cui le donne sono diventate improvvisamente sterili, la corruzione è l’unica moneta di scambio e a muoversi in un mondo ribaltato, come in un rito dionisiaco, sono divinità antiche portatrici di segni di una guerra in atto. Un testo che fa della sua poeticità la cifra stilistica per raccontare il presente di un’Europa preda dello spauracchio delle migrazioni, della perdita delle sue radici, desiderosa di muri. Ad accompagnare l’attrice e regista in questa discesa agli inferi saranno le musiche eseguite dal vivo Antonia Gozzi.

ORARI: da martedì 15 a venerdì 18 h 20.30.

PREZZI: biglietto intero 14,56 €; biglietto ridotto Coop, Conad, Over 60, Tper, ERT 10,50 €; biglietto ridotto Under 29 7,50 €.

 

– Canti dell’autunno inoltrato (Oratorio San Filippo Neri 17 maggio)

Poesia e teatro, intimità e performance di uno dei più fulgidi rappresentanti della prosa bolognese e nazionale. Sarà Vittorio Franceschi – drammaturgo, regista e attore classe ‘36 – l’assoluto protagonista dell’appuntamento in programma questa settimana nella suggestiva cornice dell’Oratorio San Filippo Neri. Unendo le sue grandi passioni, la scrittura teatrale e scrittura poetica, quest’ultima emersa pubblicamente solo di recente, l’interprete guiderà il pubblico in un viaggio in cui la parola sarà accompagnata dalle musiche originali eseguite da Valentina Corvino, insieme a Franceschi sul palcoscenico.

ORARI: h 20.30.

PREZZI: ingresso gratuito.

 

– ResiDANZE di primavera (Teatri di Vita 17 e 18 maggio)

Tre coreografi, tre movimenti che troveranno la propria casa nel teatro bolognese. Questa settimana, infatti, il progetto interregionale di Residenze Artistiche realizzato grazie al contributo della Regione Emilia Romagna e del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo vivrà il suo acme, grazie alle performance in programma. Si partirà con Undertaker Blues / Melancholia di Mario Coccetti che, in questo seconda incursione nel tema della morte e della caducità dell’essere umano, porrà al centro il femminile. Il secondo tempo in entrambe le serate sarà invece affidato a Elena Copelli che ammalierà la platea con il suo  S.I.T Some(body) is talking incentrato sulla relazione tra due differenti linguaggi: quello verbale e quello corporeo. L’ultima fase sarà dedicata a Lo spazio delle relazioni di Riccardo Fusiello, che indagherà la parte più intima del rapporto tra corporeità ed emotività. Un trittico che verrà distribuito in diversi spazi dello stabile bolognese, da apprezzare in tutta la sua complessità.

ORARI: giovedì 17 e venerdì 18 h 20.30.

PREZZI: biglietto intero 15 €; biglietto ridotto convenzioni, + 65 13 €; biglietto ridotto Under 30 9 €.

 

– Perché mi stai guardando? (Teatro Il Celebrazioni 18 maggio)

Come sopravvivere ai soprusi e alle ingiustizie della vita? Diventando cattivo. Questa è la risposta che ha scelto di dare Angelo Duro, attore e cantante diventato famoso grazie ai personaggi protagonisti dei servizi andati in onda per Le Iene. Accompagnato da un semplice microfono, fedele alla tradizione della stand up comedy, il giovane showman palermitano racconterà, partendo dal suo passato di bravo bambino, l’Italia di ieri e di oggi abitata da stereotipi e luoghi comuni. Tra uomini, donne, animali, natura e città, un one-man show che promette di divertire e far riflettere.

DURATA: ‘75.

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto intero 26 €; biglietto ridotto 24 €; biglietto smart 20 €.

 

– Sister Act (Teatro Dehon 18 – 20 maggio)

Uno dei film di culto degli anni Novanta torna sotto le vesti del musical puntando a far trascorrere al pubblico felsineo tre giornate all’insegna del buon umore. Con la produzione della Compagnia La Ragnatela, lo spettacolo musicale tratto dalla pellicola interpretata da Whoopi Goldberg porterà la platea a rivivere le disavventure di Deloris Van Cartier, cantante dei night club di Philadelphia diventata testimone di un omicidio e costretta a rifugiarsi in un convento fingendosi suora, portando scompiglio e nuove energie. Tra le musiche indimenticabili di Alan Menken e le coreografie di Giorgia Chiari, il ricco cast si muoverà sul palco diretto da Carlo Picchi. Un appuntamento da non perdere per i nostalgici delle atmosfere di fine secolo.

ORARI: venerdì 18 e sabato 19 h 21; domenica 20 h 16.

PREZZI: biglietto intero 23 €; biglietto ridotto Coop, Circoli convenzionati, Family Card 19 €; biglietto ridotto Over 65, Carta DOC 17 €; biglietto ridotto Studenti, Comuni Convenzionati 13 €.

Etichette: