Pubblicato in: Teatro

Spettacoli a Bologna in autunno: dalla comicità di Antonio Ornano al Don Giovanni di Mozart

Spettacoli Bologna Autunno 2018
Corrado Tedeschi e Debora Caprioglio

La stagione teatrale felsinea prosegue con tante novità anche nel mese di novembre, tra prosa, musical e comicità. Un autunno teatrale che promette di intrattenere il pubblico bolognese con una ricca varietà di proposte, raccolte nel consueto spiegone di Bologna Weekend dedicato agli spettacoli teatrali più interessanti.

 

Spettacoli a Bologna in autunno

 

– De Rerum Natura (Teatro Comunale Laura Betti 13 dicembre)  

I corpi, i loro movimenti, la musica si incontrano per raccontare la natura delle cose messa in versi da Lucrezio per la prima volta. È un omaggio al poeta e filosofo latino la performance concepita e coreografata da Nicola Galli che andrà in scena questa settimana sul palco dello stabile di Casalecchio di Reno, alle porte della città felsinea. Una materia in perenne mutazione, quella descritta nel poema, alla base di uno spettacolo in cui i performer si muoveranno in uno spazio scenico complesso, fino a fondersi in un unico corpo dal respiro avvolgente.

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto intero 17,92 €; biglietto ridotto Over 60, Coop, Arci, Touring Club, Mondadori Card 16,24 €; biglietto ridotto CartaPiù; MultiPiù 16,24 €, biglietto ridotto Under 30, YoungERcard, Studenti Universitari 10,08 €.

 

– Notte di follia (Teatro Duse 14 – 16 dicembre)

Il bar di una stazione, due solitudini e un rapporto scandito da battute offensive, fraintendimenti e scoperte inaspettate. Sono questi gli ingredienti della commedia diretta da Antonio Zavatteri e che andrà in scena questo fine settimana al Teatro Duse. Adattamento del testo della francese Josiane Balasko, lo spettacolo guiderà il pubblico alla scoperta di un popolare conduttore televisivo con il vizio del bere e di una testarda barista appena uscita dal carcere che daranno vita a un rapporto scoppiettante divertente. A dare corpo e voce ai due protagonisti saranno chiamati Corrado Tedeschi e Debora Caprioglio, supportati in scena da Alessandro Marmorini.

ORARI. venerdì 14 e sabato 15 dicembre h 21; domenica 16 h 16.

PREZZI:  biglietto Platea intero 29 €; biglietto Platea ridotto 26,50 €; biglietto Platea Mini 23,50 €; biglietto Prima galleria e palchi intero 25 €; biglietto Prima galleria e palchi ridotto 23 €; biglietto Prima galleria e palchi mini 20,50; biglietto Seconda galleria intero 20,50 €; biglietto Seconda galleria ridotto 18,50 €; biglietto Seconda galleria mini 16,50 €

 

– Il supermaschio (Teatri di Vita 14 – 16 dicembre)

E se un uomo e una donna mediocri decidessero, dopo essersi trasformati in un due macchine del sesso, di battere il record di rapporti consecutivi cosa accadrebbe? Da qui prende il via lo spettacolo che Tuccio Guicciardini proporrà nel weekend alle porte. Tra suggestioni verbali, corporee e visive, l’adattamento dell’omonimo romanzo di Alfred Jarry catapulterà la platea all’interno della relazione tra i due protagonisti interpretati da Annibale Pavone e Camilla Diana, in un crescendo sensoriale e riflessivo sul futuro del mondo.

ORARI: venerdì 14 dicembre h 21; sabato 15 dicembre; domenica 16 dicembre h 17.

PREZZI: biglietto intero 15 €; biglietto ridotto convenzioni, Over 65 13 €; biglietto ridotto Under 30 9 €.

 

– Non c’è mai pace tra gli ulivi (Teatro Celebrazioni 15 dicembre)

L’epoca dell’informazione senza confini e i suoi paradossi sono al centro del nuovo spettacolo che Antonio Ornano, comico lanciato da Zelig, propone domenica al Teatro Celebrazioni. Una riflessione a suon di risate sui luoghi comuni che attraversano questi tempi, tra possibilità praticamente infinite di conoscenza e meccanismi di controllo su ciò che può o non può piacere, algoritmi che dominano i nostri accessi al sapere e scandiscono il nostro tempo libero. Diretto da Antonio Balbi, l’interprete spezzino tornerà a far riflettere sul presente dopo le incursioni teatrali Crostatina stand up e Horny.

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto intero 26 €; biglietto ridotto 24 €; biglietto ridotto smart 20 €.

 

– Don Giovanni (Teatro Comunale 15 – 23 dicembre)

Una delle opere più rappresentate e amate della musica di tutti i tempi, torna a fare breccia nel pubblico melomane bolognese, proprio a ridosso delle feste natalizie. L’opera buffa musicata da Wolfgang Amadeus Mozart su libretto di Lorenzo Da Ponte sarà infatti in programmazione nelle prossime settimane, per la gioia di tutti gli appassionati di lirica. Una nuova produzione del Teatro Comunale di Bologna, in collaborazione con il Festival di Aix-en-Provence, Opéra National de Lorraine e Théâtres de la Ville de Luxembourg, che grazie alla regia di Jean-François Sivadier e alla direzione d’orchestra di Michele Mariotti darà nuova vita al personaggio del seduttore senza limiti.

DURATA: 185’.

ORARI: domenica 15, martedì 18 e giovedì 20 dicembre h 20; domenica 16 e domenica 23 dicembre h 15.30; mercoledì 19 e sabato 22 h 18.

PREZZI: biglietti palco laterale III e IV ordine intero 42 €; biglietti palco laterale III e IV ordine ridotto Over 65 21 €; biglietti palco laterale III e IV ordine ridotto Under 30 15,75 €.

 

Nelle settimane precedenti

 

– Abracadabra – Si respira magia (Teatro Duse 29 settembre)

Solidarietà e magia si intrecceranno sul palcoscenico del Teatro Duse questo fine settimana. Andrà infatti in scena lo spettacolo organizzato dalla Magic Art Bolzano di Marco Gandini per Fondazione Federasma e Allergie Onlus, che raccoglierà un parterre di ospiti provenienti dal mondo della prestidigitazione per l’occasione. Da Shezan a Magic Family, passando per Disguido, Gigi Speciale, Vittorio Marino, saranno molti i performer che daranno fondo a tutti i loro trucchi per far divertire la platea e raccogliere fondi per una giusta causa.

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto intero 27,50 €; biglietto ridotto Under 12 16,50 €.

 

– Giacobazzi & Pizzocchi (Teatro Dehon 4, 5 e 7 ottobre)

Torna la coppia più divertente della comicità emiliano romagnola, dopo i successi della scorsa stagione teatrale. Giuseppe Giacobazzi e Duilio Pizzocchi si esibiranno al Teatro Dehon questa settimana. Il primo, lanciato grazie a Zelig, attingerà alla sua verve romagnola per raccontare le situazioni quotidiane e di coppia, con invece il secondo reso celebre dai suoi personaggi spiccatamente bolognesi, dal fricchettone Cactus all’acida anziana Novella, passando per il camionista senza scrupoli Ermete Bottazzi. Due stili che si intrecceranno grazie alla scrittura di Andrea Sasdelli e Maurizio Pagliari, autori dello spettacolo che promette di far ridere a crepacuore la platea felsinea.

ORARI: giovedì 4 e venerdì 5 h 21; domenica 7 h 16.

PREZZI: biglietto unico 30 €.

 

– Fantafavole Show – Alla ricerca del libro perduto (Teatro Duse 7 ottobre)

Fantasia, magia, musica e tanto divertimento. Sono questi gli ingredienti dello spettacolo che la compagnia Fantateatro proporrà questa settimana a tutte le famiglie felsinee. Diretta da Sandra Bertuzzi, la pièce accompagnerà il pubblico in un mondo abitato da creature fantastiche a partire dall’Orco Puzza, che rubando il libro Fantafavole metterà in pericolo il regno della fantasia, al Cavalier Serraturo, patito di lucchetti e serrature, fino alla Regina Carciofona, sovrana delle verdure amante dei colori. Un caleidoscopio musicale che promette di far divertire grandi e piccini.

DURATA: 90’.

ORARI: h 16.

PREZZI: biglietto intero 16,50 €; biglietto ridotto Under 12 13,50 €.

 

– Città di Circo (Piazza Maggiore 10 – 14 ottobre)

Magia, movimento, performance, divertimento per grandi e piccini. Sono questi gli ingredienti della rassegna circense in programma questa settimana nella città felsinea. Aspettando l’edizione 2018, in cartellone a Villa Angeletti a cavallo di ottobre e dicembre, Città di circo farà la sua comparsa in Piazza Maggiore con una serie di esibizioni che raccoglierà le eccellenze del circo, dal primo pomeriggio alla sera. Da Circo Zoè, in programma da mercoledì 10 a venerdì 12 ottobre, sempre alle ore 21.30 con Naufragata, al Gran galà di Città di Circo che chiuderà la kermesse domenica 14 ottobre alle ore 15.30, fino a tutte le incursioni negli spazi cittadini che coinvolgeranno musei e biblioteche, come Il circo e la storia, previsto giovedì 11 ottobre, alle ore 16, al Conservatorio G. B. Martini, al Teatro Comunale e all’Accademia delle Belle Arti. Un ricca programmazione che è possibile consultare direttamente sul sito.  vai al sito con il dettaglio dell’evento

ORARI: consultabili sul sito.

PREZZI: ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria al numero 3925245803.

 

– Don Giovanni di Mozart – Secondo l’orchestra di Piazza Vittorio (Teatro Arena del Sole 11 – 14 ottobre)

Il teatro come luogo in fingersi altro da sé o, invece, come spazio in cui essere se stessi vestendo i panni altrui? L’Orchestra di Piazza Vittorio, nella rilettura del mozartiano Don Giovanni, sceglie di perseguire la seconda strada e il pubblico potrà apprezzarne l’originalità nelle prossime settimane. Un’opera tutta da riscoprire, in cui il personaggio amante delle donne e dell’inganno, interpretato da Petra Magoni, avrà nell’inconscio un inedito interlocutore. Diretto da Mario Tronco e Andrea Renzi, lo spettacolo vedrà in scena i talenti che hanno reso l’Orchestra uno dei progetti artistico-musicale più interessanti degli ultimi anni.

ORARI: giovedì 11 e venerdì 12 h 21; sabato 13 h 19.30; domenica 14 h 16.

PREZZI: biglietto palco e barcaccia intero 23,52 €; biglietto palco e barcaccia ridotto Coop, Conad, Over 60, TPer, Card Musei 17,92 €; biglietto palco e barcaccia ridotto Studenti universitari, Under 35, Lav pens, ERT 11,50 €; biglietto galleria e barcaccia intero 13,50 €; biglietto galleria e barcaccia ridotto Coop, Conad, Over 60, TPer, Card Musei 10,50 €; biglietto galleria e barcaccia ridotto Studenti universitari, Under 35, Lav pens, ERT 8,50 €.

 

– Quattro donne e una canaglia (Teatro Dehon 12 – 14 ottobre)

Un latin lover senza scampo, le sue donne sul piede di guerra e una serie di colpi di scena che promettono di far divertire la platea. Sono questi gli ingredienti della commedia in programma al Dehon nelle prossime settimane. L’adattamento del testo di Pierre Chesnot curato da Mario Scaletta porterà infatti in scena le vicende di Walter, interpretato da Gianfranco D’Angelo, e dei suoi amori, che si incontreranno per la prima volta nel giorno del suo compleanno mettendo all’angolo l’impenitente protagonista. A dare corpo, voce e verve alle quattro donne del titolo saranno le strepitose Maurisa Laurito (la moglie), Corinne Clery (l’ex amante), Barbara Bouchet (la prima moglie) e Ester Vinci, (la nuova fiamma), dirette da Nicasio Anzelmo.

ORARI: venerdì 12 e sabato 13 h 21; domenica 14 h 16.

PREZZI: biglietto unico 25 €.

 

– Il Barbiere di Siviglia (Teatro Duse 12 – 14 ottobre)

Un incontro tra musica classica e contemporaneità, tra sonorità ottocentesche ed elementi del presente, per celebrare uno dei geni italiani della lirica. Questo promette di portare sul palco del Teatro Duse l’Orchestra Senzaspine di Bologna. Dopo L’Elisir d’amore, l’ensemble di musicisti di stanza al Mercato Sonato torna a rileggere uno tra i capolavori della musica colta, trasformando il protagonista, Figaro, in un personaggio ispirato agli hipster di oggi, anticonformista, problem solver, con un fiuto per gli affari invidiabile. Il lavoro di Gioachino Rossini, nel centocinquantesimo anniversario dalla sua morte, verrà diretto dal maestro Tommaso Ussardi, con la regia di Giovanni Dispenza e la partecipazione di Accademia Corale ‘Vittore Veneziani’ di Ferrara e di Komos Coro Gay di Bologna.

ORARI: venerdì 12 e sabato 13 h 20.30; domenica 14 h 16.

PREZZI: biglietto prima platea intero 24 €; biglietto prima platea ridotto 22 €; biglietto prima platea under 30 18 €; biglietto prima platea under 12 5 €; biglietto seconda platea e galleria  intero 21 €; biglietto seconda platea e galleria ridotto 19 €; biglietto seconda platea e galleria under 30 15,50 €; biglietto seconda platea e galleria under 12 5 €; biglietto seconda galleria intero 15 €; biglietto seconda galleria ridotto 13,50 €; biglietto seconda galleria under 30 10 €; biglietto seconda galleria under 12 5 €.

 

– .COM (Teatro Duse 17 ottobre)

Ironia e comicità che incontrano la musica, per un inizio di stagione che promette di far divertire il pubblico bolognese. Sono queste le premesse dello spettacolo che aprirà il cartellone teatrale del Duse, scritto e interpretato da Giorgio Comaschi. Un omaggio a Bologna e ai grandi cantautori italiani, da Jannacci a Dalla, passando Guccini e Conte, ispiratori dei brani che l’attore e giornalista felsineo presenterà sul palco nelle vesti di cantante, supportato dalle Signorine delle 5 e un quarto. Tra La signora col Suv, Mi sono perso alla Coop e Vengo daggiù, 18 brani che si alterneranno a momenti surreali, divertenti e affascinanti e che punteranno direttamente al cuore degli spettatori.

DURATA: 90’.

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto Platea intero 27 €; biglietto Platea ridotto 24,50 €; biglietto Platea Soci 23 €; biglietto Platea Oro 15 €; biglietto Prima galleria e palchi intero 23 €; biglietto Prima galleria e palchi ridotto 20,50 €; biglietto Prima galleria e palchi Soci 19,50 €; biglietto Prima galleria e palchi Oro 15 €; biglietto Seconda galleria intero 19 €; biglietto Seconda galleria ridotto 17 €; biglietto Seconda galleria 16 €; biglietto Seconda galleria Oro 15 €.

 

– Zanardi: pane, alfabeto e socialismo (Cimitero della Certosa 18 ottobre)

Il ricordo dell’uomo e del politico, racchiuse in cinque stazioni che accompagneranno il pubblico felsineo alla scoperta di uno dei rappresentanti più amati delle istituzioni bolognesi. Francesco Zanardi sarà l’assoluto protagonista dello spettacolo ideato, diretto e interpretato dall’attrice e cantante Simona Sagone. Dalle lotte contadine del mantovano all’elezione del sindaco Dozza, che volle accanto a lui Zanardi, passando per la Grande Guerra e per la rinascita di Bologna, una carrellata che racconterà la prima parte del secolo scorso. A impreziosire la performance l’accompagnamento musicale del fisarmonicista Salvatore Panu.

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto unico 10 €.

 

– L’uomo dal fiore in bocca – Cecè (Teatro Celebrazioni 19 e 21 ottobre)

Sarà una collaborazione tutta da scoprire, quella che vedrà il Teatro Comunale di Bologna proporre una sua produzione originale al Celebrazioni, come annuncianciato durante la presentazione della nuova stagione. Un connubio nato attorno alla figura di Luigi Pirandello e a due sue opere, la novella L’uomo dal fiore in bocca e la commedia Cecè, con la prima che verrà narrata da Andrea Rodi e a cui seguirà, invece, un’inedita versione della seconda, per l’occasione musicata da Bruno Moretti su libretto di Roberto Polastri. A quest’ultimo sarà inoltre affidata la direzione dell’Orchestra del Teatro Comunale, con la regia curata da Maria Paola Viano. Tra morte e eros, un itinerario ricco attraverso l’immaginario del celebre autore siciliano.

ORARI: venerdì 19 e domenica 21 h 20.30.

PREZZI: biglietto unico 10 €.

 

– The Bowl Hair Cut Sisters – Here we go again (ITC Teatro 19 ottobre)

Un musical tutto da gustare, quello che La Compagnia degli Imprevisti proporrà in quello che è stata la loro culla. Nato infatti nel 2010 dall’iniziativa di un gruppo di allievi della Compagnia Teatro dell’Argine/ITC Teatro di San Lazzaro, l’ensemble guidato da Gabriele De Maria, che firma la regia e non solo, tornerà in scena sul palco alle porte di Bologna con i personaggi di Molly, Dolly e Polly. Un repertorio tutto rinnovato, nei testi, nelle canzoni e nell’allestimento, che vedrà in scena nuovamente Luca Benatti, Laura Bissoli, Piero Gianni Buttazzo e lo stesso regista.

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto unico 10 €.

 

– Le cose che succedono di notte (Oratorio San Filippo Neri 20 ottobre)

Musica e parole, immagini evocative e ritmi vivaci. Questo promettono di portare sul palco dell’Oratorio San Filippo Neri Debora Petrina e Tiziano Scarpa, in un incontro che promette di far vivere emozioni a tutto tondo al pubblico felsineo. La vincitrice del Premio Ciampi accompagnerà con il suo talento musicale le parole del vincitore del Premio Strega  provenienti dalle favole per adulti raccolte in Una libellula in città, la sua ultima fatica letteraria, tra sensualità, levità e qualche nota drammatica.

ORARI: h 20.30.

PREZZI: ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

 

– In Your Face (AtelierSì 19 e 20 ottobre)

La relazione con la realtà, con la propria comunità, con il mondo circostante, attraverso i social media e Luigi Pirandello. Sono questi gli ingredienti del nuovo lavoro di ricerca di Fiorenza Menni e Andrea Mochi Sismondi che con la loro compagnia Ateliersi si cimenteranno nuovamente nell’attraversamento del presente. Partendo dai linguaggi utilizzati sul web riscriveranno Trovarsi, opera pirandelliana, per raccontare come alcune persone interagiscono, generando riconoscimento e omofilia sul sottile filo dell’ambiguità.

ORARI: venerdì 19 e sabato 20 h 21.

PREZZI: biglietto intero 10 €; biglietto ridotto 7 €.

 

– Riccardo3 – L’avversario (Teatro Arena del Sole 23 – 28 ottobre)

Il male, il suo fascino, la sua capacità di nascondersi tra le pieghe di ciò che appare benevole, di essere ingannatore. Attorno a questo ruota il nuovo spettacolo scritto da Francesco Niccolini e diretto da Enzo Vetrano e Stefano Randisi, che debutterà in queste settimana a Bologna. Mescolando le suggestioni shakespeariane di Riccardo III con le vicende del pluriomicida Jean-Claude Romand, la pièce, ambientata in una bianca stanza d’ospedale adornata solo con un letto e con un trono, indagherà su un presente abitato dalla finzione e dalle false identità, da un male che attraversa ogni aspetto dell’esistenza. Ad alternarsi sul palcoscenico i due registi e interpreti, affiancati da Giovanni Moschella, che daranno voce e corpo a tre personaggi senza identità.

ORARI: da martedì 23 a venerdì 26 ottobre h 20.30; sabato 27 ottobre h 20; domenica 28 ottobre h 16.30.

PREZZI: biglietto platea e palco intero 16,80 €; biglietto platea e palco ridotto Coop, Conad, Over 60, TPer, Card Musei Metropolitani 12,50 €; biglietto platea e palco ridotto Under 35, Lav Pens, ERT Studenti Universitari 8,50 €.

 

– Les rois de la piste (Teatri di Vita 26 e 27 ottobre)

Un carosello degli stili che dagli anni Settanta in poi hanno animato, e animano, i dancefloor di tutto il mondo. Si può riassumere così l’omaggio che Thomas Lebrun dedica ai re della pista. Dal funk al vogueing, passando per la disco, la house e la techno, un caleidoscopio di movimenti e codici espressivi che verranno portati in scena durante Gender Bender Festival dai performer diretti dal coreografo di fama internazionale, curatore anche dei costumi. Un appuntamento con la danza in cui la platea sarà interpellata direttamente, sui suoi gusti, sui suoi punti vista, sui suoi approcci a dei veri e propri “animali da discoteca”.

DURATA: 61’.

ORARI: venerdì 26 e sabato 27 h 21.

PREZZI: biglietto intero 15 €; biglietto ridotto GB Card, Coop, Arcigay, Lesbiche Bologna 13 €; biglietto ridotto Studenti Unibo 9 €.

 

– Stabat Mater – Oratorio per voce sola (ITC Teatro 27 ottobre)

Uno sguardo sull’umanità di oggi, periferica, sguaiata, dimenticata, ma viva, genitrice, materna. Torna presso il teatro di San Lazzaro di Savena il testo scritto da Antonio Tarantino e diretto da Giuseppe Marini. Protagonista assoluta sarà Maria Paiato, pronta nuovamente a dare corpo e voce a questa moderna Madonna, ragazza madre ed ex prostituta, dal linguaggio colorito e dalla vita dimenticata, quella delle periferie emarginate e nascoste, da cui emerge, con tutta la sua energia, la forza della maternità. Uno spettacolo che promette di toccare il cuore del pubblico felsineo con un mix riuscito di divertimento e riflessione, a cui seguirà l’incontro con la mattatrice.

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto gradinata e platea intero 17,60 €; biglietto gradinata e platea ridotto 13,20 €; biglietto gradinata e platea ridotto Social, Arginebox 11 €.

 

– Il Baule Volante – La Bella e la Bestia (Oratorio San Filippo Neri 27 ottobre)

Una fiaba senza tempo, che torna in una nuova forma nel cartellone dell’Oratorio San Filippo Neri. Pensato per adulti e bambini, dai cinque anni in su, lo spettacolo di Roberto Anglisani – anche regista – e Liliana Letterese, protagonista insieme ad Andrea Lugli, promette di dare nuovi abiti alla storia tra la Bestia minacciosa e la bella figlia di un mercante, pronta a sacrificare la propria vita pur di salvare quella paterna. Un tuffo nella magia e nel romanticismo da gustare insieme a tutta la famiglia.

ORARI: h 18.

PREZZI: ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

 

– Cosa beveva Janis Joplin? (Teatro delle Moline 27 e 28 ottobre)

Musica al femminile e teatro si incontrano nello spettacolo che Lebrugole&co porteranno al Teatro delle Moline di Bologna. Da Etta James a Billie Holiday, da Bessie Smith a Janis Joplin, un omaggio a tutte le donne che hanno dedicato la propria vita al racconto delle miserie della vita umano attraverso il blues. Figure complesse, capaci di incarnare sensualità e violenza, brutalità e dolcezza, che prenderanno vita nel testo di Magdalena Barile grazie alle interpretazioni di Roberta Lidia De Stefano e Flavia Ripa.

DURATA: 60’.

ORARI: sabato 27 ottobre h 20; domenica 28 ottobre h 16.30.

PREZZI: biglietto intero 15,68 €; biglietto ridotto Coop, Conad, Over 60, Card Musei Metropolitani, TPer 11 €; biglietto ridotto Under 35, Studenti Universitari 8 €.

 

– Love souvenir (DAMSLab 28 e 29 ottobre)

Maria Maddalena e la sua evoluzione, fisica e simbolica, sociale e archetipica, per raccontare quella della figura femminile attraverso secoli di storia del cristianesimo e dell’occidente. Questo è il cuore della performance che Francesco Marilungo – giovane danzatore e coreografo di origini marchigiane – porterà sul palcoscenico in occasione di Gender Bender Festival, la rassegna di arti e culture sulle nuove rappresentazioni del corpo, delle identità di genere e di orientamento sessuale prodotto da Cassero LGBTI Center. Uno spettacolo che vedrà il performer inscenare il continuato nascondimento della femminilità della figura biblica, la sua maschilizzazione, affiancato da sette corvi tassidermizzati e attraversando lo spazio scenico con movimenti ispirati all’iconografia della seguace di Cristo.

DURATA: 60’.

ORARI: domenica 28 e lunedì 29 h 19.

PREZZI: biglietto intero 10 €; biglietto ridotto GB Card, Coop, Arcigay, Lesbiche Bologna 7 €; biglietto ridotto Studenti Unibo 5 €.

 

– Trascendi e sali (Teatro Duse 30 ottobre – 4 novembre)

Poesia e realtà, che si muovono all’unisono verso un altro da sé, verso l’alto. Alessandro Bergonzoni si muoverà in questo modo nel suo quindicesimo spettacolo, in programma al Duse in questo lungo weekend a cavallo tra ottobre e novembre. Una partitura che alternerà pieni e vuoti, alla ricerca di nuovi modi di raccontare il processo creativo e le sue difficoltà nella descrizione del presente che ci circonda. A curare la regia insieme all’autore e interprete sarà Riccardo Rodolfi, per un appuntamento che promette di coinvolgere e sconvolgere la platea felsinea.

DURATA: 90’.

ORARI: da martedì 30 ottobre a domenica 4 novembre h 21.

PREZZI: biglietto Platea intero 29 €; biglietto Platea ridotto 26 €; biglietto Platea Mini 24,50 €; biglietto Prima galleria e palchi intero 24 €; biglietto Prima galleria e palchi ridotto 21,50 €; biglietto Prima galleria e palchi mini 20,50; biglietto Seconda galleria intero 19 €; biglietto Seconda galleria ridotto 17 €; biglietto Seconda galleria mini 16,50 €.

 

– Frankenstein Maratona. Don’t dream it, read it (Teatro Arena del Sole 31 ottobre)

Una notte, probabilmente la più buia e tempestosa dell’anno, dedicata interamente a uno dei capolavori della letteratura gotica di tutti i tempi. Mary Shelley e la sua spaventosa creatura saranno infatti le protagoniste della maratona sui generis in programma nella notte di Halloween nel teatro stabile bolognese. Aperta dalla degustazione di bevande tipiche dell’autunno e caldarroste, la serata vedrà cento lettori cimentarsi con le parole adattate e condensate dai Dramaturgen della Scuola di Teatro Iolanda Gazzerro – laboratorio permanente per l’attore. Una vera e propria discesa agli inferi a duecento anni dalla pubblicazione di Frankenstein, che si concluderà con una ricca colazione.

ORARI: h 22.

PREZZI: ingresso gratuito.

 

– S. Rituale (Teatro delle Moline 2 e 3 novembre)

Raccontare il piacere partendo da sé, dal proprio corpo e dal movimento che genera in scena. Questo è l’obiettivo dichiarato da Sara Sguotti, la coreografa e performer che presenterà, all’interno di Gender Bender Festival, il suo nuovo spettacolo. Partendo dai versi di Il serpente che danza di Charles Baudelaire, mescolati con le opere di Bourgeois, Enim e Hang, la vincitrice del premio DNAppunti Coreografici 2017 accompagnerà la platea in un itinerario ricco di spunti visivi, in cui il suo corpo e quello di Gianluca Sguotti si faranno strumento incandescente e palpitante.

DURATA: 53’.

ORARI: venerdì 2 novembre h 19.30; sabato 3 novembre h 21.

PREZZI: biglietto intero 12,50 €; biglietto ridotto Gender Bender, Coop, Danza Card 9,20 €; biglietto ridotto Studenti universitari 7 €.

 

– Mi piace (Teatro Dehon 3 e 4 novembre)

Come muoversi in un mondo dominato dai like, dal costante meccanismo del dare e ricevere un giudizio? Gabriele Cirilli prova a dare una risposta a suon di risate e comicità, nel suo ultimo spettacolo in programma al Dehon. Dal cabaret alle gag, passando dalla commedia degli equivoci ai numeri musicali e di danza, il comico abruzzese attraverserà tutti i generi del teatro comico per raccontare il presente, senza far perdere mai il sorriso.

ORARI: sabato 3 novembre e domenica 4 novembre h 21.

PREZZI: biglietto intero 25 €; biglietto ridotto Soci Coop, Over 65, Circoli Convenzionati 21 €; biglietto ridotto Studenti, Under 18, Comuni Convenzionati 14 €.

 

– Cantico dei Cantici (Teatro Arena del Sole 6 novembre)

Uno dei testi più antichi della storia che incontra uno dei talenti più vivi e fulgidi della scena teatrale italiana, per un pezzo di teatro che promette di avvolgere la platea felsinea. Roberto Latini torna sul palco del teatro stabile di Bologna, e lo fa con la sua personalissima rilettura del poetico testo biblico. Partendo dalle emozioni, dalle sensazioni suscitate sul suo corpo dalla parola scritta, il direttore della compagnia Fortebraccio Teatro accompagnerà il pubblico attraverso i suoni e i profumi del Cantico dei cantici.

DURATA: 50’.

ORARI: h 20.30.

PREZZI: biglietti a partire da 8,50 €.

 

– Bello Mondo (Teatri di Vita 7 novembre)

Un canto poetico, fatto di ritmi, suoni, fonemi per comprendere e apprezzare la bellezza del mondo. Mariangela Gualtieri, instancabile drammaturga e interprete del teatro di ricerca, prosegue il suo cammino attraverso la poesia, partendo dai versi contenuti nel suo Le giovani parole e intessendoli con componimenti precedenti. Con la guida di Cesare Ronconi, fondatore insieme a lei del Teatro Valdoca, Gualtieri accompagnerà il pubblico lungo una partitura dedicata alla natura, all’amore, alla maternità, alternando allegretto e adagio, largo e grave.

Biglietti verdi prezzi

intero 15 euro

ridotto (convenzioni*, + 65) 13 euro

under 30 (giovani con meno di 30 anni) 9 euro

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto intero 15 €; biglietto ridotto convenzioni, Over 65 13 €; biglietto ridotto Under 30 9 €.

 

– A testa in giù (Teatro Duse 9 – 11 novembre)

Due coppie, una cena avventatamente organizzata e una cascata di verità e confessioni che metterà a dura prova la stabilità dei commensali. Questo è il cuore della commedia che Gioele Dix porterà in scena a Bologna nel corso di questo weekend. Scritta da Florian Zeller, la pièce ruota attorno a Daniel, colto editore che, nonostante la contrarietà della moglie Isabelle, invita a cena Patrick, suo caro amico, e Emma, la nuova compagna per la quale ha mandato a monte il suo matrimonio. Un testo complesso che mescolerà comicità e riflessioni, azioni e pensieri dei personaggi, interpretati da un cast d’eccezione composto da Emilio Solfrizzi, Paola Minaccioni, Bruno Armando e Viviana Altieri, pronto a dare fondo al proprio talento attoriale.

ORARI: venerdì 9 e sabato 10 h 21; domenica 11 h 16.

PREZZI: biglietto platea intero 29 €; biglietto platea ridotto 26,50 €; biglietto platea mini 23,50 €; biglietto prima galleria e palchi intero 25 €; biglietto prima galleria e palchi ridotto 23 €; biglietto prima galleria e palchi mini 20,50 €; biglietto seconda galleria intero 20,50 €; biglietto seconda galleria ridotto 18,50 €; biglietto seconda galleria mini 16,50 €.

 

– Animali da bar (ITC Teatro 10 novembre)

Sei personaggi in cerca di un posto nel mondo o, più prosaicamente, di un drink. La compagnia Carrozzeria Orfeo torna sulle assi del teatro di San Lazzaro di Savena, alle porte di Bologna, con questa commedia amara e un po’ acida, come un gin tonic, ambientata attorno al bancone di un bar. Diretto da Alessandro Tedeschi, Gabriele Di Luca e Massimiliano Setti, con gli ultimi due anche interpreti, il sestetto di personalità sui generis coinvolgerà la platea con i loro problemi, demenziali e umani al contempo, in uno spettacolo – vincitore del Premio Hystrio Twister 2016 – che promette di far divertire e riflettere.

ORARI: h 21

PREZZI: biglietto intero 16,00 €; biglietto ridotto 12,00 €; biglietto ridotto Social e Arginebox 10,00 €; biglietto ridotto A teatro con un euro 1,00 €.

 

– Ho perso il filo (Teatro Celebrazioni 9 – 11 novembre)

Sarà un’inedita Angela Finocchiaro l’assoluta protagonista dell’inizio della nuova stagione teatrale al Teatro Celebrazioni. L’attrice milanese, infatti, si presenterà sul palco nei panni di un’attrice stanca dei soliti ruoli, pronta a lanciarsi in un viaggio all’interno di un Labirinto dopo aver affidato alla platea un gigantesco gomitolo che, come nel mito greco, le dovrebbe far ritrovare la via d’uscita. Un itinerario tutto da vivere insieme alla sua anti-eroina, tra ansie e dubbi, creature danzanti e battute divertenti, capace di mescolare commedia e balletto, riflessione e risate. Diretto da Cristina Pezzoli su testo di Walter Fontana, lo spettacolo vedrà un gruppo di performer che affiancheranno la Finocchiaro muovendosi sulle coreografie di Hervé Koubi, uno dei massimi talenti del mondo coreografico.

ORARI: venerdì 9 e sabato 10 h 21; domenica 11 h 18.

PREZZI: biglietto intero 29 €; biglietto ridotto 26 €; biglietto ridotto abbonati 24 €; biglietto ridotto smart 22 €.

 

– La fille du régiment (Teatro Comunale di Bologna 9, 10, 11, 13, 14 e 15 novembre)

Continuano le celebrazioni del genio di Gaetano Donizetti in occasione del centocinquantesimo anniversario della sua scomparsa. Sarà infatti in cartellone, a partire da questa settimana, un nuovo allestimento, interamente prodotto dal Teatro Comunale di Bologna, di una delle opere comiche più amate del compositore bergamasco. Le tormentate vicende sentimentali di Marie e Tonio, ambientate nella Svizzera ottocentesca, rivivranno sotto la direzione musicale di Yves Abel e con la regia di Emilio Sagi.

ORARI: venerdì 9, martedì 13 e mercoledì 14 h 20; sabato 10 e giovedì 15 h 20; domenica 11 h 15.30.

PREZZI: biglietti platea intero 78 €; biglietti platea ridotto Under 30 26 €; biglietto palco centrare I e II ordine intero 78 €; biglietto palco centrare I e II ordine ridotto Under 30 26 €; biglietto palco laterale I e II ordine intero 62,40 €; biglietto palco laterale I e II ordine ridotto Under 30 20,80 €; biglietto palco centrale III e IV ordine intero 62,40 €; biglietto palco centrale III e IV ordine ridotto Under 30 20,80 €; biglietto palco laterale III e IV ordine intero 41,60 €; biglietto palco laterale III e IV ordine ridotto Under 30 15,60 €.

 

– La Maladie de la mort (Teatro Arena del Sole 13 – 16 novembre)

Un lui e una lei, la notte che porta con sé desideri, passioni e intimità, emozioni da vivere senza freni e inibizioni. Sono questi gli ingredienti dello spettacolo diretto da Katie Mitchell in cartellone all’Arena del Sole questa settimana. Ispirato a La malattia della morte di Marguerite Duras, il testo adattato da Alice Birch guiderà la platea in un itinerario intenso, alla scoperta dei misteri dell’amore attraverso il rapporto tra una donna, che non parla, che dice sempre sì, e un uomo, alla ricerca delle sensazioni di un tempo, pronto a soddisfare a tutti i costi i suoi bisogni, carnali ed emotivi. Uno spettacolo in cui immergersi, da vivere tutto d’un fiato, cullati da ritmi notturni. In francese con sovratitoli in italiano.

DURATA: 60’

ORARI: martedì 13, mercoledì 14, giovedì 15 e venerdì 16 h 21.

PREZZI: biglietto platea intero 28 €; biglietto platea ridotto Coop, Conad, Over 60, TPer, Card Musei Metropolitani 22,40 €; biglietto platea ridotto Gender Bender 19,60 €; biglietto platea ridotto Under 35, Studenti Universitari, Lav Pens, ERT 13,50 €; biglietto palco e palco reale intero 23,52 €; biglietto palco e palco reale ridotto Coop, Conad, Over 60, TPer, Card Musei Metropolitani 17,92 €; biglietto palco e palco reale ridotto Under 35, Studenti Universitari, Lav Pens, ERT  11,50 €.

 

– Come una specie di sorriso. Omaggio a Fabrizio De Andrè (Teatro Celebrazioni 16 novembre)

Non solo i versi più famosi, ma anche quelli meno conosciuti, saranno al centro del concerto spettacolo che Neri Marcorè dedica a uno dei massimi poeti della canzone che l’Italia abbia mai avuto: Fabrizio De Andrè. Nelle poco frequentate vesti di chitarrista e cantante, l’interprete guiderà gli appassionati bolognesi in un itinerario ricco di sonorità e suggestioni, come solo il repertorio del cantautore genovese riesce a garantire, accompagnato dal talento musicale del Gnu Quartet.

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto intero 33 €; biglietto ridotto 29 €; biglietto smart 25 €.

 

– Copenaghen (Teatro Duse 16 – 18 novembre)

Dalla scienza alla morale, passando per la Storia e le relazioni private, sono differenti i livelli che toccherà lo spettacolo che andrà in scena al Teatro Duse nel corso di questo fine settimana. Ormai diventato un classico contemporaneo, il testo di Michael Frayn porta sul palco l’incontro che vide protagonisti Niels Bohr, sua moglie Margrethe e Werner Karl Heisenberg in una Copenaghen del 1941. Un confronto che ha cambiato le sorti della seconda guerra mondiale di cui poco si sa, raccontato da differenti punti di vista, sovrapponendo piani temporali e alternando diversi possibili andamenti. Diretti da Mauro Avogadro, Umberto Orsini, Massimo Popolizio e Giuliana Lojodice guideranno la platea in questa complessa riflessione che scandaglia le zone grigie della storia, che mette al centro l’indeterminatezza del fattore umano e ne fa la chiave di lettura di tutta la storia del secolo scorso.

DURATA: 105’

ORARI: venerdì 16 e sabato 17 h 21; domenica 18 h 16.

PREZZI: biglietto platea intero 29 €; biglietto platea ridotto 26,50 €; biglietto platea mini 23,50 €; biglietto prima galleria e palchi intero 25 €; biglietto prima galleria e palchi ridotto 23 €; biglietto prima galleria e palchi mini 20,50 €; biglietto seconda galleria intero 20,50 €; biglietto seconda galleria ridotto 18,50 €; biglietto seconda galleria mini 16,50 €.

 

– La nebbia della lupa (Teatri di Vita 16 – 18 novembre)

Le suggestioni – uditive, visive, emotive – saranno alla base del nuovo spettacolo che Stalker Teatro porterà a Teatri di Vita nel corso del weekend alla porte. A due anni dall’ultima sortita sul palcoscenico felsineo, la compagnia guidata da Gabriele Boccacini torna sulla scena con una performance che prende il nome dalla nebbia sottile che lambisce le coste dello stretto di Messina, salendo dalla superficie marina, entrato nel gergo dialettale dell’area. Un pezzo di teatro che fa della fluidità sensoriale la sua cifra stilistica e che si avvale delle musiche originali composte da OZmotic ed eseguite dal vivo da Simone Bosco, interprete sul palco insieme a Erika Di Crescenzo e Dario Prazzoli, accompagnati dalla voce di Adriana Rinaldi.

ORARI:venerdì 16 novembre h 21; sabato 17 novembre h 20; domenica 18 novembre h 17.

PREZZI: biglietto intero 15 €; biglietto ridotto convenzioni, Over 65 13 €; biglietto ridotto Under 30 9 €.

 

– Baciami James (Teatro Dehon 16 – 18 novembre)

Uno squallido bed and breakfast sulle settentrionali coste britanniche, due solitudini sentimentali pronte a trascorrere insieme un weekend improvvisato e una sottile comicità priva di sentimentalismi. Questo è il cuore dello spettacolo che vedrà protagonisti assoluti Franco Castellano e Nathalie Caldonazzo sul palcoscenico del Teatro Dehon. Diretti da Guglielmo Guidi, i due interpreti daranno corpo e voce a Eddie, logorroico rappresentante da sempre accudito dalla madre, e Crystal, neo-single dopo una decennale unione senza amore. Una pièce divertente e toccante al contempo, che promette di far divertire il pubblico bolognese.

ORARI: venerdì 16 e sabato 17 novembre h 21; domenica 18 h 16.

PREZZI: biglietto intero 27 €; biglietto ridotto Soci Coop,  Over 65, Circoli convenzionati 23 €; biglietto ridotto Studenti, Under 18, Comuni Convenzionati 13 €.

 

– Cirque du Soleil – Toruk Il primo volo (Unipol Arena 21 – 25 novembre)

 

– Chiedi chi era Francesco (Teatri di Vita 21 novembre)

Sarà un tuffo nella memoria di una Bologna lacerata, politicamente vivace e dolente, al seguito di uno dei simboli del Movimento del ‘77: la morte di Francesco Lorusso. È infatti dedicato a lui e alla sua tragica dipartita lo spettacolo scritto da Grazia Verasani e diretto da Andrea Adriatico. Un testo che restituisce del venticinquenne – ucciso da un colpo d’arma da fuoco l’11 marzo di quell’anno –  un profilo ampio e sfaccettato, un Francesco ora studente ora militante, ora eroe ora vittima, infine simbolo, per guardare, dal punto di vista del presente, a un’epoca che ha diviso la città delle Due Torri e l’Italia intera. A dare voce e corpo ai personaggi di quella stagione saranno Olga Durano, Francesca Mazza, Gianluca Enria e Leonardo Bianconi.

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto intero 15 €; biglietto ridotto Convenzioni, +65 13 €; biglietto ridotto Under 30 9 €.

 

– L’anima buona del Sezuan (Teatro Arena del Sole 21 – 25 novembre)

Danza, parole, canto si compenetrano in questa rilettura del testo scritto da Bertolt Brecht durante il suo esilio dalla terra natia. A riportare in scena la critica al capitalismo, ironica e poetica al contempo, saranno Elena Bucci e Marco Sgrosso curatori della drammaturgia, della regia e anche interpreti – che, nella Sala Leo De Berardinis dello stabile bolognese, daranno voce ai tre esilaranti dei in cerca di anime buone pur di non dover cambiare il mondo. A supportare il duo sul palcoscenico un gruppo di attori e performer che si muoverà al ritmo delle musiche eseguite dal vivo Christian Ravaglioli.

DURATA: 140’.

ORARI: da mercoledì 21 a venerdì 23 h 21; sabato 24 h 19.30; domenica 25 h 16.

PREZZI: biglietto platea intero 28 €; biglietto platea ridotto Coop, Conad, Over 60, TPer, Card Musei Metropolitani 22,40 €; biglietto platea ridotto Gender Bender 19,60 €; biglietto platea ridotto Under 35, Studenti Universitari, Lav Pens, ERT 13,50 €; biglietto palco, palco reale e barcaccia intero 23,52 €; biglietto palco, palco reale e barcaccia ridotto Coop, Conad, Over 60, TPer, Card Musei Metropolitani 17,92 €; palco, palco reale e barcaccia ridotto Under 35, Studenti Universitari, Lav Pens, ERT  11,50 €; biglietto barcaccia e galleria intero 13,50 €; biglietto barcaccia e galleria ridotto Coop, Conad, Over 60, TPer, Card Musei Metropolitani 10,50 €; biglietto barcaccia e galleria ridotto Under 35, Studenti universitari, Lav Pens, ERT 8,50 €.

 

– La Bibbia riveduta e scorretta (Teatro Celebrazioni 23 – 25 novembre)

Cosa fare quando sei l’inventore dello strumento più rivoluzionario di un’intera epoca, la stampa a caratteri mobili, e alla porta bussa Dio in persona per proporre la sua autobiografia, ovvero la Bibbia? Da qui prende il via il musical scritto e interpretato dagli Oblivion, la dissacrante compagnia bolognese di attori e cantanti che si cimenterà per la prima volta con uno spettacolo musicale nella sua interezza. Un duello all’ultimo colpo tra divino e terreno, tra Quarto Potere e Regno dei Cieli, in cui Davide Calabrese, Lorenzo Scuda – autore anche delle musiche –, Fabio Vagnarelli, Graziana Borciani e Francesca Folloni, qui nelle vesti anche di coreografa, promettono di far divertire il pubblico felsineo. A dirigerli sarà Giorgio Gallione, in uno degli appuntamenti più attesi in cartellone al Teatro Celebrazioni.

ORARI: venerdì 23 e sabato 24 h 21; domenica 25 h 18.

PREZZI: biglietto intero 29 €; biglietto ridotto 26 €; biglietto ridotto abbonati 24 €; biglietto ridotto smart 22 €.

 

– Monopolista (Teatro delle Moline 24 e 25 novembre)

Un confronto spietato all’ultima ipoteca, una partita a due in cui umanità e etica dovranno fare i conti con il concetto di monopolio. Roberto Scappin e Paola Vannoni, anima di quotidiana.com, affrontano i concetti di dominio, prevaricazione e sfruttamento nel testo che presentano questo weekend nel centralissimo teatro bolognese. Da un lato la monopolista disposta a tutto pur di comprare e sopraffare, dall’altro l’uomo comune ingenuo pronto a finire in bancarotta per vivere l’ebbrezza del rischio capitalistico, esempi del presente fedeli all’unica regola del gioco: diventare l’unico vincitore dominando cose e persone. Una critica senza sconti dell’oggi, giocata sul filo sottile dell’ironia che punta a far ridere, amaramente, il pubblico in sala.

DURATA: 60’.

ORARI: sabato 24 h 20; domenica 25 h 16.30.

PREZZI: biglietto intero 14,65 €; biglietto ridotto Coop, Over 65 10,50 €.

 

– Peppa Pig prende coscienza di essere un suino (Oratorio San Filippo Neri 25 novembre)

Dall’infanzia all’età adulta, passando per un mondo fatto di valori perduti e parole taglienti, in cui il vero core business dell’umanità è un supermercato sempre uguale a se stesso. Questo e molto altro racconta lo spettacolo scritto da Davide Carnevali e interpretato da Fabrizio Martorelli, in cartellone all’Oratorio San Filippo Neri in occasione del Festival 20/30, la rassegna dedicata alla produzione artistica delle giovani generazioni. Tra educazione televisiva e perdita di senso del gesto artistico, tra Vittorio Sgarbi e la filosofia tedesca, una discesa negli inferi della società contemporanea intrisa di sarcasmo e disperazione, che non lascerà scampo agli spettatori.

ORARI: h 20.30.

PREZZI: ingresso gratuito.

 

– Up & down (Teatro Celebrazioni 29 novembre)

La comicità, ironica e irriverente, ma anche emozionante, è al centro dello spettacolo che vedrà protagonista Paolo Ruffini al Teatro Celebrazioni di Bologna. Uno show in cui l’attore toscano condividerà il palcoscenico con gli interpreti della compagnia Mayor Von Frinzius – composta da cinque persone con sindrome di Down, una persona autistica e una in carrozzina -, che porterà in scena una storia piena di umanità e spirito rivoluzionario, per celebrare la ricchezza delle diversità. A dirigere il tutto Lamberto Giannini, con l’accompagnamento dal vivo curato da Claudia Campolongo.

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto intero 26 €; biglietto ridotto 24 €; biglietto smart 20 €.

 

– Afghanistan / Maratona (Teatro Arena del Sole  1 e 2 dicembre)

Politica, cultura, storia dell’Afghanistan e il suo rapporto con l’Occidente nel corso di oltre centosessanta anni. Questo è il cuore dello spettacolo in due parti che Teatro dell’Elfo e Emilia Romagna Teatro Fondazione porteranno sul palcoscenico dell’Arena del Sole. Tredici pezzi di teatro commissionati dal Tricycle Theatre di Londra nel 2009 ad altrettanti autori che, per la prima volta, verranno messi in scena in lingua italiana. Un cast ricco e variegato che, sotto la guida vigile e attenta dei due registi Elio De Capitani e Ferdinando Bruni, sarà a chiamato a delineare il ritratto di una nazione in perenne tensione con il resto del mondo.

DURATA: 87’ + intervallo + 76’.

ORARI: sabato 1 dicembre Parte I h 17 e Parte II h 21; domenica 2 dicembre Parte I h 16 e Parte II h 20.

PREZZI: biglietto platea intero 33,60 €; biglietto platea 20% 24,64 €; biglietto platea 50% 15,68 €; biglietto palco intero 28 €; biglietto palco 20% 20,16 €; biglietto palco 50% 13,50 €; biglietto galleria intero 16,80 €; biglietto galleria 20% 13,50 €; biglietto galleria 50% 11,50 €.

 

– Penso che un sogno così… (Teatro Duse 30 novembre – 2 dicembre)

Volti, ricordi di una vita raccontate attraverso i versi e le note di uno dei simboli della musica italiana. Un omaggio sentito e accorato a Domenico Modugno, quello che Giuseppe Fiorello presenterà nel teatro felsineo questo weekend. Unendo le canzoni dell’autore di Nel blu dipinto di blu con le le proprie memorie, attraversate dalle suggestioni provenienti dalla Sicilia e dal resto d’Italia, l’interprete – diretto da Giampiero Solari – punterà al cuore del pubblico, promettendo di farlo emozionare tra risate, lacrime e sogni.

ORARI: venerdì 30 novembre e sabato 1 dicembre h 21; domenica 2 dicembre h 16.

PREZZI: biglietto platea intero 33 €; biglietto platea ridotto 30 €; biglietto platea mini 28 €; biglietto prima galleria e palchi intero 28 €; biglietto prima galleria e palchi ridotto 25 €; biglietto prima galleria e palchi mini 23,50 €; biglietto seconda galleria intero 24 €; biglietto seconda galleria ridotto 22 €; biglietto seconda galleria mini 20 €.

 

Mamma Mia! (Teatro EuropAuditorium 30 novembre – 2 dicembre)

Dopo aver emozionato e fatto cantare la platea felsinea nella scorsa stagione, il musical ispirato alle canzoni degli ABBA torna a grande richiesta al Teatro EuropAuditorium anche in quella datata 2018/2019. La storia di Donna e di sua figlia Sofia, alla ricerca del padre prima di poter coronare il suo sogno di sposarsi, sarà ancora più ricca di magia e romanticismo, grazie alle rinnovate scenografie e all’orchestra del maestro Emanuele Friello che suonerà dal vivo i pezzi del quartetto scandinavo. Confermato interamente il cast, composto da Luca Ward, Paolo Conticini, Sergio Muniz, Sabrina Marciano ed Eleonora Facchini, affiancato da oltre trenta performer che animeranno la commedia musicale, adattata e diretta da Massimo Romeo Piparo.

ORARI: venerdì 30 novembre h 21; sabato 1 dicembre h 16 e 21; domenica 2 dicembre h 16.30.

PREZZI: biglietto I Platea intero 49 €; biglietto I Platea ridotto 44 €; biglietto I Platea bambino 25 €; biglietto II Platea intero 38 €; biglietto II Platea ridotto 33 €; biglietto II Platea bambino 25 €; biglietto Balconata intero 33 €; biglietto Balconata ridotto 29 €; biglietto Balconata bambino 15 €.

 

– La chiave dell’ascensore (Teatri di Vita 30 novembre – 2 dicembre)

Come rispondere alle ferite nel corpo e nell’anima inferte dall’eccesso di possesso e sopraffazione? Con la comunicazione e la parola, ci dice Agota Kristóf, nello spettacolo teatrale che Fabrizio Arcuri porterà in scena nel teatro bolognese. La storia di una donna imprigionata e torturata dal marito, con la connivenza di un medico, e del suo inaspettato riscatto attraverso la denuncia verbale, prenderà vita grazie al corpo e alla voce di Anna Paola Vellaccio, in uno spettacolo incalzante e feroce.

ORARI: venerdì 30 novembre h 21; sabato 1 dicembre h 20; domenica 3 dicembre h 17.

PREZZI: biglietto intero 15 €; biglietto ridotto Convenzioni, +65 13 €; biglietto ridotto Under 30 9 €.

 

– Sicilia (Oratorio San Filippo Neri 30 novembre – 2 dicembre)

Trentacinque persone, una grande tavolata e una donna, intenta a raccontare il viaggio di ritorno alle sue radici, che affondano nell’assolata Sicilia. La regista e attrice d’oltralpe Clyde Chabot accompagnerà un’intima platea attraverso un itinerario caldo, abitato da nomi, cibo, oggetti di un passato da ricostruire, pezzo per pezzo. Un connubio di lingue e linguaggi – il testo è recitato in italiano – che evocherà lo spirito di una terra ospitale e antica.

ORARI: venerdì 30 novembre, sabato 1 e domenica 2 dicembre h 20.30.

PREZZI: accesso limitato solo tramite prenotazione da effettuare scrivendo a oratoriosanfilipponeri@mismaonda.eu.

 

– Quasi niente (Teatro Arena del Sole 5 – 9 dicembre)

Una donna e i suoi conflitti, elegante, fuori dagli schemi, ai margini, sono al centro della nuova produzione di Daria Deflorian e Antonio Tagliarini. A due anni da Il cielo non è un fondale, i due interpreti e registi tornano sul palcoscenico felsineo con un testo liberamente tratto Deserto Rosso, celebre film di Michelangelo Antonioni, che ruota attorno al personaggio di Giuliana, termometro fragile, gentile e fanciullesco di un reale che di ascoltarla non ha il tempo e l’interesse, perché pervaso da un capitalismo privo di scrupoli nei confronti della marginalità. Un pezzo di teatro che, come sempre nei lavori del duo, si propone come anello di congiunzione tra ciò che è reale e ciò che costruito, tra privato e pubblico. A supportarli in scena Francesca Cuttica, Monica Piseddu e Benno Steinegger.

DURATA: 90’.

ORARI: da mercoledì 5 a venerdì 7 dicembre h 21; sabato 8 dicembre h 19.30; domenica 9 dicembre h 16.

PREZZI: biglietto platea intero 28 €; biglietto platea ridotto Coop, Conad, Over 60, TPer, Card Musei Metropolitani 22,40 €; biglietto platea ridotto Gender Bender 19,60 €; biglietto platea ridotto Under 35, Studenti Universitari, Lav Pens, ERT 13,50 €.

 

– Border Line (Teatro delle Moline 6 e 7 dicembre)

Un uomo, una donna e il loro mondo, un’Italia bagnata da tre mari artificiali e difesa da un confine di cemento armato, sembrano vivere placidamente in attesa del nulla fino all’arrivo di un’unica, profonda minaccia: un estraneo. Questo è il cuore dello spettacolo che Rosario Mastrota, autore e regista, presenterà questa settimana sul palcoscenico felsineo. Una riflessione profondamente calata nel presente, tra flussi migratori e sentimenti xenofobi, limiti valicati e tentativi, sempre più concreti, di chiusura all’altro, in un crescendo grottesco animato da Antonio Tintis, Giuliana Vigogna e Matilde Vigna.

ORARI: giovedì 6 e venerdì 7 dicembre h 20.30.

PREZZI: biglietti a partire da 10,50 €.

 

– Fra la via Emilia e il west (Teatro Dehon 8 dicembre)

Musica, versi, voci di un’Emilia particolare, quella degli anni Settanta, raccontata attraverso lo sguardo acuto, affettuoso e ironico di uno dei suoi massimi cantori: Francesco Guccini. Il recital che il felsineo DOC Giorgio Comaschi porterà in scena al Teatro Dehon è infatti un sentito omaggio al cantautore modenese di nascita e bolognese d’adozione. Tratto da Cittanova Blues, il libro che racconta il passaggio del musicista da Modena a Bologna, lo spettacolo guiderà il pubblico in un viaggio in cui suoni, canzoni ed episodi biografici si mescoleranno per ricreare uno dei periodi più fertili della carriera di uno dei simboli dell’emilianità. Ad accompagnare il poliedrico interprete sul palco sarà Juan Carlos Flaco Biondini che, con la sua fidata chitarra, renderà l’itinerario ancora più magico.

DURATA: 75’.

ORARI: h 21.

PREZZI: biglietto intero 25 €; biglietto ridotto Coop, Over 65, Circoli convenzionati 21 €; biglietto ridotto Studenti, Under 18, Comuni Convenzionati 14 €.

 

– Soli (Ateliersi 8 e 9 dicembre)

Indagare la complessità del presente, le sue strutture sociali, le dimensioni identitarie e lavorative, partendo da Luigi Pirandello e arrivando all’esperienza diretta di chi lo vive. Fiorenza Menni e Andrea Mochi Sismondi riprendono il dialogo con l’opera pirandelliana iniziato con In Your Face, progetto del 2017, in questa seconda performance figlia di una serie di incontri pubblici – assemblee e confronti aperti con la cittadinanza – sul tema del lavoro. Una riflessione sulla contemporaneità che vedrà i performer di Ateliersi coinvolgere direttamente il pubblico, trasformandolo in autore effettivo di uno spettacolo che proverà a mettere in scena la ferocia del mondo circostante.

ORARI:sabato 8 h 21; domenica 9 h 18.

PREZZI: biglietto intero 10 €; biglietto ridotto studenti, Card Musei Metropolitani 7 €.

 

– We Will Rock You (Teatro EuropAuditorium 7 – 9 dicembre)

A nove anni di distanza dal suo debutto italiano, il musical prodotto da Ben Elton in collaborazione con Roger Taylor e Brian May, torna nuovamente nei teatri del Bel Paese in una veste tutta nuova. Il viaggio in una società distopica dominata da una multinazionale e in cui la musica rock è fuorilegge, come i suoi seguaci, riproporrà i grandi successi della band inglese, tra musiche originali eseguite dal vivo e la regia affidata a Tim Luscombe che promette di meravigliare la platea. Un appuntamento da non mancare per tutti gli amanti del quartetto capitanato dal mai dimenticato Freddie Mercury.

ORARI: venerdì 7 e sabato 8 h 21; domenica 9 h 16.30.

PREZZI: biglietto I platea intero 49 €; biglietto I platea ridotto 44 €; biglietto I platea abbonati 27,50 €; biglietto I platea bambino 25 €; biglietto II platea intero 38 €; biglietto II platea ridotto 33 €; biglietto II platea abbonati 27,50 €; biglietto II platea bambino 25 €; biglietto balconata intero 33 €; biglietto balconata 29 €; biglietto balconata abbonati 18,50 €; biglietto balconata bambino 15 €.

Etichette:
Offerta Libraccio 2018